Settembre 26, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Assunzione di febbraio più forte dall’estate; Il tasso di disoccupazione è sceso a un livello epidemico basso

Assunzione di febbraio più forte dall'estate;  Il tasso di disoccupazione è sceso a un livello epidemico basso

L’economia statunitense ha registrato la sua crescita occupazionale più forte in sette mesi a febbraio e il tasso di disoccupazione è sceso al livello più basso dalla pandemia, indicando un mercato del lavoro forte in vista della pandemia. Un incontro cruciale della Federal Reserve.

I capi Aggiunti 678000 lavoratori destagionalizzati alle loro buste paga il mese scorso, il guadagno più forte dallo scorso luglio, ha detto venerdì il Dipartimento del lavoro. Il tasso di disoccupazione, desunto da un’indagine separata sulle famiglie, è sceso al 3,8% dal 4,0% del mese precedente, vicino al livello pre-pandemia del 3,5%.

Gli aumenti salariali orari, sebbene ancora storicamente elevati, sono regrediti rispetto al mese precedente e non stanno al passo con l’inflazione. I salari sono cresciuti del 5,1% nell’anno fino a febbraio, in calo rispetto al guadagno del 5,5% del mese precedente.

Il rapporto di venerdì offre uno sguardo al mercato del lavoro a metà febbraio, quando il governo ha intervistato famiglie e imprese per produrre gli ultimi numeri sull’occupazione. Questo tempismo significa che i numeri non mostrano l’influenza della Russia, se del caso Invasione di fine febbraio dell’Ucraina E il Il successivo aumento del prezzo del petrolio era nel mercato del lavoro.

Gli ultimi dati mostrano che la forza lavoro è cresciuta di 304.000 lavoratori, un possibile segno che gli effetti della pandemia – come le persone che non possono lavorare perché malate o che lavorano fino a tardi a causa del virus – stanno svanendo. Circa 4,2 milioni di persone a febbraio hanno dichiarato di non essere in grado di lavorare perché il loro datore di lavoro ha chiuso o perso l’attività a causa della pandemia, in calo rispetto ai 6 milioni del mese precedente.

READ  Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) in aumento con le azioni, dollaro debole

L’agenzia ha affermato che anche la crescita dell’occupazione è stata più forte nei mesi precedenti rispetto a quanto inizialmente riportato. L’economia ha aggiunto 481.000 posti di lavoro a gennaio e 588.000 posti di lavoro a dicembre in numeri rivisti al rialzo dal Dipartimento del lavoro venerdì. Le industrie dell’ospitalità, inclusi hotel, ristoranti e resort, hanno guidato tutti i settori nelle assunzioni il mese scorso, rappresentando un nuovo lavoro su quattro. Ma i guadagni sono stati ampi e hanno riguardato i lavori d’ufficio, l’edilizia, l’assistenza sanitaria e altri settori.

“Il rapporto sul lavoro di oggi aiuta a rafforzare la fiducia nella resilienza della ripresa economica, nonostante i venti contrari inaspettati”, ha affermato Daniel Chow, capo economista di Glassdoor, in una nota ai clienti.

Il rapporto descrive un mercato del lavoro che continua a rafforzarsi quasi esattamente due anni dopo la pandemia negli Stati Uniti, Mike Fratantoni, capo economista presso la Mortgage Bankers Association, ha affermato di sostenere la tesi che la Fed inizi ad aumentare i tassi di interesse nella riunione di metà marzo . Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto questa settimana a un comitato della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti che lo farà Suggerire un aumento di prezzo alla riunione.

“È probabile che questo rapporto confermi i recenti commenti dei funzionari della Federal Reserve secondo cui hanno ancora in programma di aumentare i tassi di interesse nella loro prossima riunione di marzo, nonostante la volatilità del mercato causata dalla situazione in Ucraina”, ha affermato Fratantoni.

Tuttavia, La crescita dei salari è rallentata, un possibile segno che la carenza di manodopera sta diminuendo man mano che più persone entrano nel mondo del lavoro. La retribuzione oraria media per i lavoratori del settore privato è aumentata di un centesimo rispetto al mese precedente, il guadagno più basso in 13 mesi. A gennaio, i guadagni sono aumentati di 19 centesimi. Nel frattempo, il tasso di partecipazione alla forza lavoro – la percentuale di persone occupate o in cerca di lavoro – è salito al 62,3% dal 62,2%.

READ  Tesla abbandonerà gli impianti più e meno produttivi questo mese

Il calo della disoccupazione è venuto da persone che sono rimaste disoccupate per un breve periodo di tempo. Il numero delle persone senza lavoro per meno di cinque settimane è diminuito di 286.000, mentre quelle senza lavoro per sei mesi o più sono rimaste invariate.

“Il mercato del lavoro è ancora molto caldo”, ha affermato Nick Bunker, economista di Indeed. “Sembra che il mercato del lavoro sia ancora pronto per una forte crescita dell’occupazione”.

I datori di lavoro affermano che mentre le infezioni da virus sono diminuite drasticamente dal picco di metà gennaio Continua a lottare per trovare lavoratori Perché risponde ad un alto livello di spesa da parte delle famiglie. Sebbene alcuni lavoratori siano scivolati fuori dai margini negli ultimi mesi, la forza lavoro rimane prosciugata, con Molti lavoratori anziani sono andati in pensioneL’immigrazione è diminuita drasticamente e alcuni lavoratori più giovani e di mezza età sono rimasti a casa.

Poiché l’offerta di lavoratori continua a essere limitata, il mercato del lavoro può avvicinarsi – o forse raggiungere o superare – il livello di occupazione che può continuare senza innescare un’inflazione più forte.

PIL corretto per l’inflazione Superare i livelli pre-pandemia L’estate scorsa, ma l’occupazione non si è ripresa del tutto.

Gli Stati Uniti avevano 2,1 milioni, o l’1,4%, di lavoratori in meno a gennaio rispetto a febbraio 2020. I datori di lavoro stanno assumendo ma non così velocemente come vorrebbero. Carenza di offerta di manodopera e Salari in aumento Sono due dei numerosi fattori che contribuiscono a L’inflazione sta aumentando al ritmo più veloce degli ultimi quattro decenni.

Il rapporto mensile sull’occupazione rivela indicatori chiave sul mercato del lavoro e sullo stato generale dell’economia, ma non mostra il quadro completo. Il Wall Street Journal spiega come leggere il rapporto, cosa mostra e cosa no. Didascalia immagine: Liz Ornitz

Garn Development vuole disperatamente assumere governanti e altro personale per gestire i suoi 20 hotel nello Utah e in molti altri stati occidentali. Il COO Gabby Garn ha affermato che le prenotazioni negli hotel dell’azienda a conduzione familiare sono aumentate di quasi il 60% lo scorso anno dal 2020 e continuano ad aumentare quest’anno.

Ma nonostante un aumento del 20% dei salari nell’ultimo anno, l’azienda è ancora a corto di personale, costringendo i gestori degli hotel a pulire le stanze, servire il cibo e svolgere altri compiti normalmente riservati ai dipendenti a bassa retribuzione, ha affermato Garn. Ha detto che un gran numero di lavoratori ha recentemente lasciato poco dopo essere stato assunto.

“Quasi il secondo in cui non ottieni il programma che desideri, devi solo andartene e cercare qualcos’altro perché il reclutamento è ovunque”, ha detto il signor Garn. “Ora, quando facciamo il colloquio, è come se ci vendessimo per il modo in cui il dipendente si vende a noi. Ora devi convincerli che te li meriti in cambio del contrario”.

Condividi i tuoi pensieri

Cosa ne pensi dell’economia? Partecipa alla conversazione qui sotto.

Il mercato del lavoro pone un dilemma per la Federal Reserve. Con l’inflazione che ha raggiunto il 7,5% a febbraio – ben al di sopra dell’obiettivo del 2% della banca centrale – la Fed prevede di aumentare i tassi di interesse diverse volte quest’anno per evitare il surriscaldamento dell’economia. Ma i responsabili politici vogliono farlo a un ritmo sufficientemente modesto da consentire una continua crescita dell’occupazione.

Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il livello più alto dopo la seconda guerra mondiale, quando ha raggiunto 14,7% ad aprile 2020. Da allora, soprattutto negli ultimi sei mesi, è fortemente diminuito, avvicinandosi rapidamente al livello pre-pandemia del 3,5%, che era Il livello più basso degli ultimi 50 anni. La Fed aveva previsto a dicembre che la disoccupazione di lungo periodo si sarebbe stabilizzata al 4%.

Percentuale di lavoratori che hanno lasciato il posto di lavoro Ancora vicino al livello più alto registrato dalla fine degli anni 2000, così come il numero di offerte di lavoro.

Gli economisti hanno affermato che tre turni potrebbero portare a una maggiore crescita dell’occupazione questa primavera. Il primo è il costante calo dei casi di virus. La seconda è la mossa – da parte di alcuni stati e città nei giorni scorsi come Washington, New York, California e Hawaii – di revocare le regole che impongono ai clienti di essere vaccinati e di indossare le mascherine. Il terzo è un possibile calo dei risparmi delle famiglie, che può esercitare pressioni sulle persone affinché tornino sul mercato del lavoro per riscuotere lo stipendio, soprattutto con l’aumento dell’inflazione e volatilità del mercato azionario.

scrivere a Josh Mitchell a joshua.mitchell@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8