Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Attacchi nell’Ucraina orientale nonostante l’ordine di cessate il fuoco di Putin

Scambi di artiglieria hanno colpito venerdì le città devastate dalla guerra nell’Ucraina orientale, anche se il leader russo Vladimir Putin ha ordinato unilateralmente alle sue forze di fermare gli attacchi per 36 ore per il Natale ortodosso.

Il breve cessate il fuoco annunciato da Putin all’inizio di questa settimana avrebbe dovuto iniziare alle 09:00 GMT di venerdì e avrebbe dovuto essere il primo completo dall’invasione di Mosca del febbraio 2022.

Ma i giornalisti dell’AFP hanno sentito i bombardamenti andare e venire nella città in prima linea di Bakhmut, nell’Ucraina orientale, dopo l’inizio del cessate il fuoco russo.

L’amministrazione presidenziale ucraina ha affermato che le forze russe hanno anche bombardato Kramatorsk a est, così come la città in prima linea di Korakhov, dove sono stati danneggiati edifici residenziali e una struttura medica.

L’ordine di Putin di fermare i combattimenti per il Natale ortodosso è arrivato dopo che Mosca ha subito le peggiori vittime della guerra e gli alleati dell’Ucraina si sono impegnati a inviare veicoli corazzati e una seconda batteria di difesa aerea Patriot in aiuto di Kiev.

Il cessate il fuoco “non è serio”

In precedenza, Kyrilo Tymoshenko ha detto dall’ufficio del presidente ucraino che le forze russe avevano bombardato una stazione dei pompieri nella città meridionale di Kherson, in un attacco che ha provocato diversi morti o feriti.

“Stanno parlando di un cessate il fuoco. Siamo in guerra con esso”, ha detto.

Nel frattempo, il capo della regione ucraina di Luhansk ha aggiunto che le forze russe hanno sparato 14 volte contro la posizione di Kiev nelle regioni e hanno cercato di assaltare un insediamento controllato dalle forze ucraine.

READ  I funerali di Papa Benedetto attirano migliaia di persone in Vaticano: aggiornamenti in tempo reale

Ma il ministero della Difesa russo ha affermato di rispettare il cessate il fuoco unilaterale e ha accusato le forze ucraine di continuare a bombardare.

Entrambi i Paesi celebrano il Natale ortodosso: l’ordine del leader russo ha fatto seguito alle richieste di cessate il fuoco del presidente turco Recep Tayyip Erdogan e del leader spirituale russo, il patriarca Kirill, convinto sostenitore di Putin.

L’Ucraina aveva già respinto la pausa – destinata a durare fino alla fine di sabato (21:00 GMT) – come strategia della Russia per guadagnare tempo per raggruppare le sue forze e rafforzare le sue difese dopo una serie di battute d’arresto sul campo di battaglia.

Il ministero degli Esteri francese ha descritto il cosiddetto cessate il fuoco come un “rozzo” tentativo da parte della Russia di distogliere l’attenzione dalla sua responsabilità per la guerra.

Venerdì, il massimo diplomatico dell’UE ha affermato che il cessate il fuoco è “inaffidabile”.

“Il Cremlino manca completamente di credibilità e la dichiarazione di un cessate il fuoco unilaterale non è credibile”, ha detto il capo della politica estera dell’Unione europea Josep Borrell durante una visita in Marocco.

Da quando l’invasione è iniziata il 24 febbraio dello scorso anno, la Russia ha occupato parti dell’Ucraina orientale e meridionale, ma Kiev ha rivendicato aree del suo territorio e questa settimana ha annunciato un’offensiva di Capodanno che ha causato la morte di dozzine di soldati di Mosca.

Il Cremlino ha detto giovedì che durante una conversazione telefonica con Erdogan, Putin ha detto al leader turco che Mosca è pronta al dialogo se Kiev riconosce “nuove realtà regionali”.

READ  Qual è la struttura indo-pacifica, chi c'è al suo interno e perché è importante

Si riferiva alla pretesa della Russia di annettere quattro regioni dell’Ucraina, comprese le regioni di Donetsk, Luhansk, Zaporizhia e Kherson, anche se non ne ha il pieno controllo.

A Bakhmut, nella regione di Donetsk, decine di civili si sono radunati in un edificio utilizzato come base per la distribuzione di aiuti umanitari, dove i volontari hanno organizzato una festa della vigilia di Natale a meno di un’ora dall’entrata in vigore del cessate il fuoco, distribuendo mandarini e mele. e biscotti.

Le strade della città bombardata erano in gran parte vuote di veicoli ad eccezione dei veicoli militari. I bombardamenti di venerdì sono stati inferiori a quelli dei giorni scorsi.

Pavlo Dyachenko, un ufficiale di polizia di Bakhmut, ha detto di dubitare che il cessate il fuoco significherebbe molto per i civili della città, anche se fosse rispettato.

“Cosa può significare per loro una festa in chiesa? Vengono bombardati ogni giorno e notte e quasi ogni giorno uccidono”, ha detto.

“In modo che gli ortodossi possano assistere alle funzioni la vigilia di Natale e il giorno di Natale”, ha detto giovedì Kirill, 76 anni, sul sito ufficiale della chiesa.

Ma c’era un diffuso scetticismo per le strade di Kiev nei confronti del gesto.

“Non puoi mai, mai fidarti di loro… qualunque cosa promettano, non la mantengono”, ha detto Olena Fedorenko, 46 ​​anni, della città devastata dalla guerra di Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina.

Più armi per l’Ucraina

Lontana dalla linea del fronte, Tatyana Zakharova, residente a Mosca, ha detto di non essere di buon umore alla vigilia di Natale ortodossa perché suo fratello stava combattendo in Ucraina.

READ  Bozza di risoluzione russa sui crimini di guerra distribuita alle Nazioni Unite | Russia

“Certo, andremo in chiesa… pregheremo soprattutto per i figli di mio fratello”, ha detto il 35enne ad AFP.

La notizia dell’ordine di cessate il fuoco di Putin è arrivata quando la Germania e gli Stati Uniti hanno promesso ulteriori aiuti militari a Kiev, con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden che ha affermato che l’equipaggiamento promesso arriva in un “punto critico” della guerra.

Washington e Berlino hanno dichiarato in una dichiarazione congiunta che forniranno a Kiev rispettivamente i veicoli da combattimento della fanteria Bradley e Marder.

L’ordine di cessate il fuoco di Putin è arrivato il giorno dopo che Mosca ha portato a 89 il bilancio delle vittime, la peggiore singola perdita da un attacco ucraino.