Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Biden rivendica i privilegi esecutivi sui suoi file audio prima del procedimento di oltraggio della Camera contro Garland

Biden rivendica i privilegi esecutivi sui suoi file audio prima del procedimento di oltraggio della Camera contro Garland

Eduardo Munoz/Pool/Getty Images/File

Il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland pronuncia il discorso di apertura mentre incontra il procuratore degli Stati Uniti Damian Williams e altri leader delle forze dell’ordine federali, statali e locali presso gli uffici del distretto meridionale di New York il 27 novembre 2023 a New York City.



CNN

Giovedì mattina il presidente Joe Biden ha affermato il privilegio esecutivo sui verbali della sua intervista con il procuratore speciale Robert Hoore su documenti riservati, poche ore prima che i repubblicani della Camera accusassero il procuratore generale Merrick Garland di disprezzare il Congresso. Registrazioni audio.

Ciascuna Commissione di Vigilanza e Giustizia della Camera avrà nei rispettivi rapporti delle note che raccomandano un disprezzo della risoluzione del Congresso contro Garland per non aver rispettato un mandato di comparizione del Congresso. Se approvate dalle commissioni, le risoluzioni passano poi alla Camera per il voto dell’intera Camera. Non è noto quando si svolgerà il sondaggio.

Prima dei ricarichi, Biden aveva affermato l’autorità esecutiva sui documenti, secondo una lettera del Dipartimento di Giustizia ai repubblicani della Camera.

“Scrivo per informarvi che il Presidente ha affermato il potere esecutivo sulle registrazioni audio richieste e la protezione del privilegio sui restanti materiali in risposta a mandati di comparizione che non sono stati ancora presentati”, Carlos Uriarte, vice procuratore generale per gli affari legislativi, ha detto in una lettera giovedì.

Poco dopo che Hurr aveva concluso la sua indagine sulla gestione dei documenti riservati da parte di Biden a febbraio, i repubblicani hanno citato in giudizio il Dipartimento di Giustizia per diversi documenti e informazioni, comprese le registrazioni audio delle interviste del procuratore speciale con Biden e il suo ghostwriter, Mark Zwonitzer.

READ  Christian Oliver famoso per Valkyrie, le sue due figlie morirono in un incidente aereo Hollywood

Anche se l’indagine di Harr non ha portato ad alcuna accusa contro il presidente, i repubblicani si sono impadroniti di quello che Harr ha descritto nel suo rapporto finale come un “vecchio demente e ben intenzionato”.

CNN Denunciato per l’accesso Trascrizioni delle interviste degli investigatori federali a Biden nell’indagine ormai chiusa sulla sua gestione di documenti riservati.

Attraverso i loro mandati di comparizione al Dipartimento di Giustizia, i repubblicani della Camera hanno sostenuto che le registrazioni audio sono cruciali per le indagini penali su Biden, le cui possibilità di finire con un atto d’accusa sono sempre più compromesse. Senza i voti della loro ristretta maggioranza o senza prove di illeciti ineccepibili, i repubblicani sono ora alle prese con come concludere le loro indagini e cercando modi per prendere di mira altri membri dell’amministrazione Biden.

Il dipartimento ha fornito la maggior parte del materiale citato in giudizio ai repubblicani della Camera, comprese le trascrizioni delle interviste del procuratore speciale con Biden e il suo ghostwriter, ma ha raddoppiato la sua decisione di non rilasciare i file audio delle interviste repubblicane. Non stabilisce uno scopo legale legittimo per richiedere questi record.

Nelle loro dichiarazioni di disprezzo, i repubblicani hanno affermato che il Dipartimento di Giustizia non può determinare quali informazioni siano utili alle loro indagini e hanno sostenuto che le sfumature verbali di una registrazione audio forniscono una visione unica di una questione non riflessa nella trascrizione.

“La Costituzione non autorizza il ramo esecutivo a dirigere il Congresso su come procedere o condurre la supervisione di un’indagine di impeachment”, si legge nella nota.

In una recente lettera ai comitati guidati dai repubblicani, il viceprocuratore generale del DOJ Carlos Uriarte ha scritto Alle commissioni di supervisione e magistratura della Camera è stato detto che i repubblicani non avevano bisogno delle registrazioni audio mentre il Dipartimento di Giustizia ha consegnato le trascrizioni, che avrebbero affrontato le accuse repubblicane come parte della loro indagine sull’impeachment.

READ  Esami NBA, scommessa migliore: ci si può aspettare che i Celtics battano in gara 6, bucando un biglietto per la finale

“Più informazioni ottieni, meno soddisfazione e meno giustifichi il disprezzo, più ti precipiti verso di esse”, ha scritto Uriarte.

Il Dipartimento di Giustizia ha inoltre sottolineato le peculiari preoccupazioni sulla privacy relative alla registrazione audio di un’intervista rispetto a una trascrizione scritta, e come il rilascio di tale file audio potrebbe scoraggiare la futura cooperazione dei testimoni nelle indagini penali.

Sollevando la preoccupazione che i repubblicani vogliano questi file audio per scopi politici, ha aggiunto: “L’incapacità dei gruppi di identificare la necessità di questi file audio sulla base di scopi legislativi o di impeachment solleva preoccupazioni su quali altri scopi potrebbero servire”.

Nel frattempo, i repubblicani hanno sostenuto nel loro rapporto che le trascrizioni delle interviste riflettono ciò che è stato detto, “non riflettono un contesto verbale importante come il tono o il tempismo, o un contesto non verbale come le pause o la velocità del discorso”.

Tali pause e intrusioni, dicono i repubblicani, “possono fornire indicazioni sulla capacità di un testimone di ricordare eventi, o che l’individuo è intenzionalmente evasivo o non risponde agli investigatori”.

I repubblicani hanno citato un esempio recente in cui la trascrizione del presidente e la registrazione audio differivano, in un discorso del mese scorso in cui Biden ha letto ad alta voce una nota del teleprompter durante il suo discorso, che si è riflessa in una registrazione dell’evento. Il testo di apertura del suo intervento.

Il comitato di sorveglianza della Camera ha rinviato l’inizio del markup di giovedì in modo che i repubblicani potessero partecipare al processo di impeachment dell’ex presidente Donald Trump a New York City, hanno detto alla CNN due fonti vicine alla pianificazione.

READ  Incendi in Texas: gli incendi mortali del Texas bruciano 1 milione di acri – i più grandi nella storia dello stato – e mentre l’inferno infuria fuori controllo

Quando è stato chiesto un commento sul motivo del cambio di programma, un portavoce del comitato di supervisione ha detto alla CNN: “A causa di conflitti di programma dei membri, il markup ora inizia in un momento diverso per soddisfare i programmi dei membri”.