Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Commento di Kyrie Irving: Jaylen Brown afferma che l’NBPA ha problemi con i requisiti di restituzione della guardia di Nets

Commento di Kyrie Irving: Jaylen Brown afferma che l'NBPA ha problemi con i requisiti di restituzione della guardia di Nets

Boston Celtics Jaylen Brown, vicepresidente della National Basketball Players Association, afferma che il sindacato ha problemi con i requisiti specifici per riportare Kyrie Irving in Reti di Brooklyn. Inoltre, la Players Association prevede di presentare ricorso contro la sospensione di Irving.

in incontrandosi con Globo di Boston di lunedi Prima della partita di squadra contro Memphis GrizzlyBrown ha detto di aver discusso con Irving, il commissario NBA Adam Silver e il direttore esecutivo dell’NBPA Tamika Trimaglio sulla situazione.

“Non credo che Kyrie Irving sia un antisemita”, ha detto Brown. “Non credo che le persone nei nostri organi di governo pensino che sia antisemita. Ha commesso un errore. Capiamo da una prospettiva esterna quanto sia importante la sensibilità nel non perdonare l’incitamento all’odio e non perdonare nulla del genere. È sensibilità al tono in giro non vogliamo difendere qualcuno Quello che non condanno nemmeno l’incitamento all’odio, ma non penso che Kyrie Irving sia antisemita, e spero che l’NBA la pensi allo stesso modo.

“C’è un’interessante differenza tra ciò che qualcuno dice oralmente e ciò che qualcuno pubblica come collegamento su una piattaforma senza una descrizione dietro”, ha detto Brown. “Alcune persone diranno che non c’è differenza e alcuni sosterranno che c’è una differenza. Non c’è un linguaggio nel nostro CBA. Non ci sono regole contro di esso. Questo è un territorio inesplorato per tutti e tutti stanno cercando di distinguere tra il Due.”

I Nets hanno sospeso Irving per almeno cinque partite il 3 novembre per la sua ripetuta incapacità di rinnegare l’antisemitismo e scusarsi per aver pubblicato un collegamento a un film contenente tropi antisemiti. Da allora, Irving si è scusato su Instagram, ma È inoltre necessario soddisfare un elenco di sei requisiti Per entrare a far parte della squadra. L’elenco secondo Shams al-Shaaraniyah:

  • Si è scusato e ha condannato il film che ha promosso.
  • Dona $ 500.000 a cause contro l’odio.
  • Allenamento completo sulla sensibilità.
  • Formazione completa sull’antisemitismo.
  • Incontra l’ADL e i leader ebrei.
  • Incontra il proprietario del team Joe Tsai per dimostrare la tua comprensione della situazione.
READ  Jake Paul batte Anderson Silva in un incontro di boxe in casa e fuori

Irving ha giocato due partite su squalifica e la prima volta che è riuscito a tornare è stato il 13 novembre contro Los Angeles Lakers. Non è chiaro dove si trovi in ​​quella lista di controllo, tuttavia, ci sono alcuni nella lega che credono che sia stato creato con l’aspettativa che non l’avrebbe completato, aprendo la strada al rilascio, Secondo Mark Stein. Se il sindacato dei giocatori riprenderà la sospensione, questo cambierà ovviamente la situazione. Irving e Silver dovrebbero avere un incontro faccia a faccia martedì.

La Players Association ha rilasciato una dichiarazione il 1 ° novembre in cui condanna l’antisemitismo, ma non ha menzionato Irving per nome.

“L’antisemitismo non ha posto nella nostra società”, afferma la dichiarazione. “L’NBPA si concentra sulla creazione di un ambiente in cui tutti siano accettati. Ci impegniamo ad aiutare i giocatori a capire che determinate parole possono portare alla diffusione di ideologie di odio. Continueremo a lavorare per identificare e combattere tutti i discorsi di odio ovunque appaiano”.

Bear Brown, la preoccupazione della Players Association è che senza linee guida specifiche in atto come questa, Irving ha ricevuto una penalità e una penalità eccessiva.

“Le condizioni per il suo ritorno sembrano essere molte e molti giocatori hanno espresso la loro insoddisfazione per le condizioni”, ha detto Brown.

“Ha commesso un errore. Ha postato qualcosa. Non c’è stata discriminazione. Forse possiamo andare avanti, ma le condizioni che deve soddisfare per tornare, non credo solo di parlare a nome mio, parlando da vicepresidente di un molti dei nostri giocatori, non eravamo d’accordo con i termini che erano richiesti”. Per lui tornare e avremo un incontro martedì per vedere cosa succede. Ma andremo da lì. Questo è tutto ciò che farò dire.”

READ  Classifiche di fantacalcio per la settimana 10, 2022: la modella dice di iniziare JuJu Smith-Schuster, ma Justin Herbert