Settembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Con la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi, la Cina celebra una vittoria senza divertimento

Con la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi, la Cina celebra una vittoria senza divertimento

PECHINO – Da sempre le autorità cinesi hanno insistito sul fatto che i Giochi Olimpici non riguardano la politica, ma lo sport. Alla fine, polemiche e scandali hanno perseguitato anche quelli.

Nonostante tutti gli sforzi della Cina per continuare i Giochi invernali in uno spirito festivo, Pechino 2022 Si è svolto come uno spettacolo di indifferenza: costretto da una catastrofe sanitaria globale, irto di tensioni geopolitiche, contaminato di nuovo da accuse di doping e oscurato da La crisi in Ucraina.

Gli atleti hanno marciato allo stadio Bird’s Nest di Pechino domenica sera al suono della Nona Sinfonia di Beethoven, che si è spenta Il più controverso delle Olimpiadi Negli anni con l’esibizione dei tradizionali nodi cinesi e lanterne rosse e un ultimo colpo di fuochi d’artificio che illuminavano una notte fredda e limpida.

Tra lo sfarzo della cerimonia di chiusura, la Cina ha potuto festeggiare l’abbandono dei Giochi nei tempi previsti, nonostante tutto. Tuttavia, è un successo, come misurato dal basso livello di evitare il disastro completo.

Il Comitato Olimpico Internazionale, che ha passato anni a respingere i dubbi sulla scelta di un Paese autoritario come ospite, ha passato la maggior parte delle ultime due settimane a schivare le polemiche a Pechino.

Oltre alle preoccupanti questioni sollevate dall’episodio di Valieva, ha dovuto affrontare interrogativi sulle condizioni degli atleti che erano stati messi in quarantena dopo essere risultati positivi al Covid; riguardo a Il destino di Peng Shuai, l’ex tennista e olimpionico che ha accusato un alto funzionario cinese di violenza sessuale; Sull’inevitabile iniezione della politica in un evento destinato ad elevarsi al di sopra di loro.

“Che cosa si può dire, a parte un sospiro”, ha affermato Orville Schell, direttore del Center on US-Cina Relations presso l’Asia Society di New York. “Questa solenne occasione, progettata per promuovere l’apertura, la buona sportività e la solidarietà transnazionale, è finita per essere un’emulazione dell’ideale olimpico così fragile, fragile e simile a Potemkin”.

Da allora il Comitato Olimpico Internazionale ha rivisto Processo di selezione Per le città ospitanti, anche per evitare la possibilità di un nuovo patto faustiano come quello avvenuto sette anni fa, quando Pechino ha superato Almaty, ex capitale di un altro stato autoritario, il Kazakistan.

READ  Gli Astros hanno segnato 5 partite casalinghe nel secondo tempo contro i Red Sox

Durante la cerimonia di domenica, il sindaco di Pechino Chen Jining ha consegnato la bandiera olimpica ai sindaci di due città italiane, Milano e Cortina d’Ampezzo, che ospiteranno le Olimpiadi invernali del 2026.

I prossimi Giochi estivi si terranno a Parigi nel 2024, a Los Angeles nel 2028 e a Brisbane, in Australia, nel 2032, luoghi in cui si spera che le questioni relative ai diritti umani non dominino i preparativi.

La Cina divenne il primo paese ad organizzare corsi invernali ed estivi nella stessa città, un risultato considerato una vittoria per il potere del Partito Comunista. Il leader del paese, Xi Jinping, ha partecipato alla cerimonia di chiusura, così come all’inaugurazione 16 giorni prima, ricevendo un uguale ruggito solo quando è entrata la squadra senior cinese.

Le Olimpiadi estive del 2008, tenutesi in molte delle stesse sedi della capitale cinese, suonavano come un appello al rispetto dopo decenni di povertà e caos politico.

Per i critici cinesi, questi giochi sembravano una pretesa.

Funzionari cinesi hanno accusato gli Stati Uniti e altri paesi di politicizzare le Olimpiadi, denunciando il boicottaggio diplomatico del presidente Biden come una “farsa”. Tuttavia, la Cina ha anche iniettato i propri elementi politici.

Il signor Xi ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin poche ore prima della cerimonia di apertura, Offri supporto Di fronte alle minacce occidentali di punire Mosca se le sue forze invadessero l’Ucraina.

La Cina ha scelto un soldato ferito mentre portava la torcia olimpica scontro di confine mortale Con l’India nel 2020. Accendi la fiamma olimpica A Sciatore di fondo dello Xinjiangla contea che soffre Una massiccia campagna di arresti e rieducazione Gli Stati Uniti lo hanno descritto come un genocidio.

Un funzionario del Comitato Organizzatore di Pechino avvisare i partecipanti Non violare le disposizioni della Carta Olimpica non facendo dichiarazioni politiche. Un altro funzionario lo ha violato riaffermando le affermazioni della Cina su Taiwan, l’autogoverno della democrazia insulare e denunciando le critiche alle sue politiche nello Xinjiang come bugie.

READ  Tiger Woods fatica nel secondo turno del Masters dopo un'ottima apertura dopo una lunga assenza per infortunio

Questi commenti hanno spinto Thomas Bach, presidente del Comitato Olimpico Internazionale, a farli rimprovero pubblico Dai padroni di casa, anche se leggeri. Il rispetto per la commissione in generale ha suscitato aspre critiche da parte dei critici cinesi, che hanno affermato che ai Giochi è stato permesso di “lavare lo sport” di gravi violazioni dei diritti fondamentali.

In tutto questo, lo sport ha brillato.

La Norvegia, un paese di non più di cinque milioni di persone, ho ribadito straordinario successo Alle Olimpiadi invernali, ha superato il medagliere con 16 medaglie, un record e 37 medaglie in totale. Elaine Jo, una pattinatrice di 18 anni di San Francisco che ha gareggiato in Cina, è diventata L’astro nascente dell’evento.

Alcuni atleti, che si sono concentrati soprattutto sui loro sport, hanno elogiato i preparativi della Cina. Nick Baumgartneril veterano pattinatore americano che, con Lindsey senza Giacobbeche ha vinto una medaglia d’oro nella Ice Cross, ha descritto i percorsi di montagna a nord-ovest di Pechino come “sorprendenti”.

“Dirò, delle quattro Olimpiadi a cui ho partecipato, la manicure e quanto tutto sia preciso e bello, eclissa l’aldilà”, ha detto dopo aver vinto la gara a Zhangjiakou.

Gli eventi si sono svolti all’interno di quello che gli organizzatori hanno definito un sistema “a circuito chiuso” che ha trasformato hotel e luoghi di ritrovo in isole in un arcipelago olimpico, separate dai cinesi ordinari da recinzioni e posti di blocco improvvisati. Tutti all’interno hanno ricevuto un test giornaliero per Covid.

come strumento per la Cina.zero covidSolo pochi atleti hanno dovuto saltare le loro gare, e alla fine ci sono stati giorni in cui non c’era nessun test positivo. Molti atleti hanno accettato queste misure. Alcuni visto il rialzo Compreso.

“Onestamente, ti fai un tampone orale ogni giorno e hai la tua camera da letto”, ha detto la pattinatrice canadese medaglia di bronzo Merita Auden, riferendosi alla decisione di non incaricare i suoi coinquilini di ridurre i contatti stretti. “Era davvero bellissimo.”

Dopo lo spettacolo finale alla cerimonia di chiusura, le squadre sono rimaste sul campo illuminato, destinato a somigliare a una calotta glaciale, come desiderose di far durare un po’ più a lungo il momento.

READ  John Daniels è stato espulso dai Rangers

Al di fuori del circuito chiuso, l’atmosfera intorno a Pechino era calma. Gli spettatori stranieri non erano ammessi e potevano partecipare solo visitatori cinesi appositamente invitati e proiettati.

“Sono le Olimpiadi invernali che rendono felice la leadership cinese”, ha affermato Wu Qiang, analista politico indipendente a Pechino. “Non ha nulla a che fare con il pubblico”.

Le arene semivuote raramente pulsano di eccitazione, anche se gli atleti cinesi sono stati accolti dai fan. La squadra cinese aveva Miglior numero di medaglie Alle Olimpiadi invernali ha vinto nove medaglie d’oro, 15 in totale.

Forse è stato il risultato dell’impegno del signor Xi di creare una nazione di oltre 300 milioni di appassionati di sport invernali in un paese con poche tradizioni.

Il signor Bach, presidente del Comitato Olimpico Internazionale, ha salutato il risultato domenica. “L’eredità positiva di questi Giochi Olimpici è assicurata”, ha affermato.

Al di fuori della Cina, è probabile che i giochi abbiano scarso impatto sulla percezione del mondo. “Ottenere una copertura positiva, o almeno una copertura meno negativa, non si traduce necessariamente in un cambiamento nella percezione pubblica sulla Cina”, ha affermato Maria Rybnikova, esperta presso la Georgia State University sul “soft power” cinese.

Nils van der Poel, pattinatore di velocità svedese Chi ha vinto due medaglie d’oro, ha detto che è stato “terribile” dare alla Cina le Olimpiadi e ha fatto riferimento all’hosting dei giochi da parte della Germania nazista nel 1936. “Penso che sia molto irresponsabile darlo a un paese che viola palesemente i diritti umani come i cinesi il regime lo fa” Lo ha detto a un giornale.

Nel 2008, l’organizzazione cinese dei Giochi Olimpici ha effettivamente portato a opinioni più negative sul paese, secondo i sondaggi di opinione globali, con l’attenzione internazionale che ha fatto luce sulla natura del sistema politico.

All’epoca, molti si chiedevano se ospitare le Olimpiadi avrebbe portato un cambiamento positivo nel Paese. Questa volta, poche persone avevano tali speranze.

Claire Vogue Contribuisci alla ricerca. Keith Bradsher Contribuire alla redazione dei rapporti.