Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Confermato. Una grande corrente nell'Oceano Atlantico sta per rompersi. Avviso scientifico

Confermato.  Una grande corrente nell'Oceano Atlantico sta per rompersi.  Avviso scientifico

L’anno scorso, uno studio allarmante ha suggerito che una delle principali correnti oceaniche della Terra è destinata al collasso. Sfortunatamente, i nuovi dati ora supportano questo.

“I cambiamenti della temperatura, del livello del mare e delle precipitazioni avranno un impatto grave sulla società e sul mondo I cambiamenti climatici non possono essere fermati Su scale temporali umane”, hanno affermato gli autori dell’ultimo studio Avvertenza nell'articolo Per conversazione.

Si tratta di una prospettiva terrificante, e una delle parti più importanti del nuovo studio è il sistema di allarme rapido, identificato dall’oceanografo dell’Università di Utrecht René van Westen e dai suoi colleghi.

Questo sguardo al futuro potrebbe fornire al mondo almeno una certa capacità di prepararsi per ciò che verrà.

“Siamo stati in grado di sviluppare un segnale di allarme precoce osservabile basato sulla fisica che include il trasporto di salinità al confine meridionale dell’Oceano Atlantico”, hanno affermato van Westen e il suo team. Lui spiega.

Ciclo di ribaltamento atlantico (Amok) è un vasto sistema di correnti oceaniche che trasportano acqua calda e salata verso nord. Quest'acqua si raffredda mentre si snoda verso nord, rendendola più densa. Man mano che l’acqua fredda affonda, l’acqua viene prelevata da altri oceani per riempire la superficieche spinge nuovamente il sistema circolatorio a sud.

L’AMOC ha subito un notevole rallentamento dalla metà del XX secolo.

Man mano che gli apporti di acqua dolce aumentano a causa dello scioglimento dei ghiacciai e dell’aumento delle precipitazioni, le concentrazioni di sale nell’acqua di mare diminuiscono e l’acqua salata diventa meno densa, interrompendo il processo di affondamento e indebolendo l’intero ciclo fisico.

READ  Sono state scoperte antiche formazioni avvolte attorno al nucleo terrestre
AMOC fa circolare l'acqua sia verticalmente che orizzontalmente. Una bolla blu in raffreddamento nel Nord Atlantico rivela un sistema in rallentamento. (Cesare et al., natura 2018)

Ora, modellando questi sistemi oceanici, van Westen e i suoi colleghi hanno trovato un modo per rilevare quando il “punto critico” nell’AMOC è vicino: il declino della salinità rallenterà ai limiti più meridionali dell’Oceano Atlantico.

“Una volta raggiunta questa soglia, il punto di svolta probabilmente arriverà entro uno o quattro decenni”. Lui dice Autori.

L’AMOC è stato osservato direttamente solo dal 2004, quindi non è un periodo abbastanza lungo per comprendere l’intero percorso dell’attuale tendenza al rallentamento. Di conseguenza, gli scienziati hanno utilizzato indicatori indiretti come i livelli di salinità per cercare di colmare le loro lacune di conoscenza.

Van Westen e il suo team non hanno ancora combinato tutti i fattori per prevedere con precisione quando si verificherà il collasso dell’AMOC, ma ritengono che il momento catastrofico sia molto più vicino di quanto indichino molte simulazioni attuali.

La nuova modellazione esplora il punto critico stesso dell’acqua dolce, piuttosto che cercare di prevederne i tempi. Ma i dati risultanti suggeriscono che l’AMOC è più sensibile ai cambiamenti di quanto la maggior parte dei modelli climatici abbia preso in considerazione.

“Il nuovo studio conferma sistematicamente le precedenti preoccupazioni sui modelli climatici La stabilità è sopravvalutata AMOC”, ha detto il climatologo Stefan Rahmstorf dell'Università di Potsdam, che non è stato coinvolto nello studio. Spiegato a RealClimate.

border-frame=”0″allow=”accelerometro; riproduzione automatica; scrittura negli appunti; supporto crittografato; giroscopio; immagine nell'immagine; condivisione web”allowfullscreen>

L’AMOC influenza gran parte del clima terrestre, quindi è uno degli elementi cardine del sistema climatico terrestre a cui i ricercatori sono maggiormente interessati. Crollo dell’AMOC Succede periodicamente Nel corso di un milione di anni, e sulla base di eventi passati, sappiamo che l’Artico avrebbe dovuto estendersi verso sud durante questo periodo, abbassando le temperature nell’Europa nordoccidentale fino a 15°C, interrompendo i monsoni tropicali e riscaldando ulteriormente l’emisfero meridionale.

READ  Giove e Venere, SpaceX e Relativity: notizie spaziali di marzo

Le seguenti reazioni a catena influenzeranno gravemente interi ecosistemi Sicurezza alimentare globale.

“Il nuovo studio accresce in modo significativo la crescente preoccupazione per il crollo dell'AMOC in un futuro non troppo lontano”, ha affermato Rahmstorf Raccontare IL Agenzia di stampa. “Lo ignoreremo a nostro rischio e pericolo”.

Questa ricerca è stata pubblicata in Progresso della scienza.