Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dietro la sospensione di Morgan Rielly e cosa ci aspetta per il difensore dei Maple Leafs

Dietro la sospensione di Morgan Rielly e cosa ci aspetta per il difensore dei Maple Leafs

Con un'intera giornata per digerire la notizia che il Dipartimento per la sicurezza dei giocatori della NHL ha lasciato aperta la possibilità che Morgan Rielly venisse sospeso per sei o più partite per il suo controllo incrociato su Ridly Greig di Ottawa, i Toronto Maple Leafs non hanno potuto nascondere il loro sgomento. risoluzione.

“Abbiamo trascorso molto tempo osservando quasi tutti i controlli avvenuti negli ultimi anni, e quelli che pensavo fossero di natura simile a Morgan non erano nemmeno vicini a chiederlo”, ha detto lunedì l'allenatore Sheldon Keefe. “Allo stesso tempo, penso che ci sia anche una storia di eventi accaduti a Toronto e con i Leafs che ricevono più attenzione e più clamore che portano a qualcosa del genere.

“A tal fine, non è sorprendente.”

Dato il tempo che di solito l’organizzazione impiega per restare al di sopra della mischia ed evitare commenti tipo bacheca, era un segno di crescente frustrazione dietro le quinte.

L'udienza di Riley si terrà martedì presso l'ufficio della NHL a New York alle 13:00 ET. Sfortunatamente, non sarà registrato affinché tutti possano vederlo.

I Leafs non avrebbero mai immaginato che il loro miglior difensore sarebbe stato messo da parte per un massimo di due settimane quando l'autobus è uscito dal Canadian Tire Centre sabato sera.

Dopo aver visto Gregg sparare un potente tiro a porta vuota suggellando la vittoria per 5-3 di Ottawa, Rielly ha immediatamente cercato vendetta per l'insulto che aveva commesso contro la sua squadra. Ha controllato la testa di Greg abbastanza forte da farlo cadere a terra ed è stato espulso con pochi secondi rimasti sul cronometro.

“Penso che valga sicuramente la pena reagire”, ha detto l'attaccante dei Leafs Auston Matthews. “Ovviamente Morgan non è un giocatore sporco o una persona sporca in alcun modo. Penso che il suo avvicinarsi a (Gregg) fosse qualcosa che doveva succedere, e qualcuno lo avrebbe fatto, soprattutto dopo una giocata del genere”.

“Non penso che sia davvero necessario andare laggiù e combattere duramente a rete.”


A Morgan Rielly è stata inflitta una penalità maggiore di cinque minuti e una cattiva condotta di gioco dopo aver controllato Ridly Greig. (Chris Tannoy/Fotografia gratuita/Getty Images)

Rielly non ha precedenti di disciplina accessoria e Gregg non ha subito un infortunio apparente mentre giocava. Lunedì ha partecipato a pieno titolo alle esercitazioni dei senatori.

READ  Classifiche Fantasy Football settimana 11: dormienti, titolari, sedute | Brian Robinson, Greg Dolch e altri

Se il Dipartimento per la sicurezza dei giocatori della NHL avesse deciso di condurre l'udienza disciplinare di Rielly telefonicamente, non avrebbe potuto emettere una sospensione per più di cinque partite. Hanno invece esteso la possibilità di un'audizione di persona per lui, il che era un chiaro segno che il gruppo di George Barros si stava orientando verso qualcosa di più lungo.

“Pensavo che sarebbe stata una bella multa, a dire il vero”, ha detto l'attaccante veterano dei Leafs Ryan Reaves. “Una multa e forse una (sospensione della partita).” Ma vengo da un'epoca diversa nell'hockey, dove non penso nemmeno che sarebbe una buona cosa, ad essere sincero.

“Forse l’altro ragazzo ha ricevuto una telefonata e ha detto: ‘Sii furbo’”.

Mentre Rielly si prepara per la sua sessione a New York, ecco uno sguardo ai fattori che determineranno per quanto tempo rimarrà fuori dalla formazione dei Leafs:

Come funziona questo processo?

Vale la pena notare che Rielly è stata scelta per accettare l'offerta della NHL per un incontro di persona. Si recherà a New York con il suo agente (J.B. Barry della CAA Hockey), membri del management dei Leafs e rappresentanti della NHL Players Association per sostenere il suo caso.

Dopo la pandemia di coronavirus, i giocatori hanno avuto la possibilità di condurre udienze “di persona” da remoto tramite Zoom e molti hanno scelto di farlo, incluso l’attaccante dei Detroit Red Wings David Perron quando è stato sospeso per sei partite per controllo a dicembre. .

Rielly applicherà un tocco più personale.

Si ritiene che l'aspetto più sfavorevole sia il fatto che i suoi cross venivano effettuati dopo il gioco, dopo che era stato segnato un goal, piuttosto che durante il gioco normale. Si prevede che cercherà di spiegare a Barros cosa stava pensando mentre inseguiva Greg e come gli è sfuggita la commedia.

READ  Brandon Lowe colpisce un homer per i raggi in una vittoria storica

“Morgan ha appena chiarito che non aveva alcuna intenzione di come sono andate le cose, ma andrà (a New York) solo per sottolineare che non lascerà che tutto ciò vada via.” Keefe ha detto.

Negli ultimi anni il Dipartimento per la sicurezza dei giocatori della NHL ha emesso una serie di sanzioni diverse per il controllo delle violazioni: dalla sospensione di una partita per Alex Chiasson di Edmonton nel 2021 alla sospensione di quattro partite per Evgeni Malkin di Pittsburgh nel 2022 fino alla sospensione di Perron per sei partite. .

Sebbene l'udienza di persona consenta alla sicurezza del giocatore di concedere a Rielly sei o più partite, ha la facoltà di scendere al di sotto di tale limite.

Ogni partita in cui la sua squalifica potrebbe essere revocata è preziosa, sia per i Leafs che continuano a lottare per un posto nei playoff, sia per Rielly, che perderà più di $ 39.000 di stipendio a partita, finendo per essere sospeso.

I paragoni con l’incidente di Perón sono inevitabili. Ha fatto appello alla sua sospensione per sei partite al commissario della NHL Gary Bettman, solo perché fosse confermata, e quest'estate porterà il caso davanti a un arbitro neutrale.

Bettman ha osservato nella sua sentenza che Peron aveva altre opzioni quando ha scelto di difendere un compagno di squadra infortunato piuttosto che controllare il difensore dei senatori Artem Zub al lato della testa.

Avrebbe potuto spingerlo, dargli un pugno o addirittura fargli cadere i guanti per combattere, ma non lo fece. “Se avesse fatto altre scelte per sostenere il suo compagno di squadra, avrebbe potuto essere disciplinato, ma l'episodio avrebbe potuto concludersi senza disciplina supplementare”, ha scritto Pittman.

Lo stesso vale senza dubbio per la decisione presa da Reilly.

E la storia di Reilly?

Riley non infrange spesso le regole.

È apparso in 800 partite della stagione regolare nella NHL e ha segnato un totale di 100 rigori nella lega minore. Per contesto, Hampus Lindholm, che è stato selezionato dopo Rielly nel draft del 2012, ha preso 205 minori giocando 45 partite in meno.

READ  Sembra che Mike Tyson abbia picchiato il suo collega

Quaranta outfield hanno giocato almeno 700 partite dall'inizio della carriera di Rielly nella stagione 2013-14 ad oggi. Solo cinque – Mark-Edouard Vlasic, Jared Spurgeon, Cody Ceci, Nick Leddy e Cam Fowler – hanno preso meno dei minori.

Rielly è arrivato quarto nella votazione per il Lady Byng Trophy nel 2019, dopo una stagione che lo ha visto fischiato per soli sette rigori minori mentre giocava più di 23 minuti a notte. Rielly era sulla buona strada per vivere un'altra stagione simile a Lady Byng quest'anno, con solo quattro penalità minori nelle prime 50 partite. Non ha preso la prima palla fino alla 41esima partita.

“Non credo che Muhammad abbia mai fatto nulla di pericoloso”, ha detto il compagno di squadra William Nylander. “Che cosa ha, tipo tre rigori quest'anno o qualcosa del genere?”

Riley è stato convocato per soli tre major da cinque minuti nel corso della sua carriera, compreso quello ottenuto dopo aver esaminato Gregg sabato.

La scorsa stagione, quando i Leafs giocarono contro i Jets in ottobre, a Rielly furono concessi cinque minuti per rissa e due minuti di penalità per comportamento antisportivo quando affrontò il difensore di Winnipeg Josh Morrissey.

Morrissey aveva appena investito il giovane compagno di squadra di Reilly, Nick Robertson.

Come con Gregg durante il fine settimana, Rielly ha difeso la sua squadra.

Quali sono le opzioni se Reilly non vuole accettare la sua punizione?

C'è un'alta probabilità che questa sospensione porti ad un ricorso.

Secondo i termini del contratto collettivo, i giocatori hanno 48 ore di tempo dopo la decisione per presentare formalmente una decisione scritta. Rimangono sospesi se il periodo di sospensione è ancora in corso e Pittman deve esaminare i ricorsi con urgenza.

Se il commissario conferma una sospensione di sei o più partite, la Sezione 18.13 della CBA consente al giocatore di sottoporre il suo caso a un arbitro neutrale. Deve presentare ricorso entro sette giorni dalla sentenza di Pittman.

Mentre Reilly attende il suo destino, spera che non ci sia motivo per cui il suo caso debba arrivare a questo.

(Immagine in alto: Richard A. Whittaker/Icon Sportswire tramite Getty Images)