Maggio 26, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Draymond Green incoraggia i Warriors a vincere la 17a mischia di Tech

Draymond Green incoraggia i Warriors a vincere la 17a mischia di Tech

Kendra AndrewsESPN5 minuti per leggere

Draymond, Ingram riceve i tecnici dopo la serie chippy tra i Pels-Warriors

Draymond Green e Brandon Ingram hanno entrambi ricevuto falli tecnici dopo uno stretto allungamento tra Pelicans e Warriors.

San Francisco — Draymond Green sapeva di aver bisogno di rimettere in sesto la sua squadra nel secondo quarto della partita dei Golden State Warriors contro i New Orleans Pelicans martedì sera.

Nel bel mezzo di un primo tempo deludente in una partita che ha avuto un impatto significativo sulla corsa ai playoff, ai Warriors sono mancate energia e concentrazione. Finora hanno collezionato 14 palle perse. Non potevano rallentare i pellicani. Erano avanti di 19.

Quindi Green ha dato fuoco.

“Draymond voleva che vincessimo stasera”, ha detto l’allenatore dei Warriors Steve Kerr dopo la vittoria per 120-109. “Solo l’intensità, la frustrazione all’inizio per il modo in cui stavamo giocando. La follia del mondo, le urla contro tutti – la panchina, la nostra panchina, me – e onestamente ce lo meritiamo”.

La prima scintilla di Green è arrivata a 3:45 dalla fine del secondo quarto quando ha commesso il suo 17esimo fallo tecnico.

Dopo che l’attaccante dei Pelicans Brandon Ingram ha ricevuto la palla all’interno del perimetro, Green è apparso per abbassare la spalla e spingere Ingram. Mentre Ingram si faceva strada dalla linea di fondo al campo, si avvicinò a Green ei due si scambiarono parole, provocando un lieve rimescolamento.

Sono stati chiamati per un doppio tecnico e a Green è stato inflitto un flagrante fallo di 1 per il push.

Sì, verrà multato di $ 5.000 se la tecnologia non verrà demolita entro le prossime 24 ore, cosa che secondo Green dovrebbe accadere. Ma anche se non lo fosse, ne è valsa la pena.

“È stato eccellente. Perfettamente eseguito”, ha detto Green. “Sembravamo morti in quei primi 18 minuti. Dovevamo trovare un po’ di energia da qualche parte. Semplicemente non arrivava, soprattutto dopo aver perso la partita come abbiamo fatto l’ultima partita; poteva continuare. Mi sentivo come se fosse successo. dovuto.” Facciamo qualcosa e lo facciamo rapidamente prima che il gioco vada fuori controllo.”

Circa 20 secondi dopo, Green ha quasi preso un altro tecnico dopo un incidente con Herbert Jones. Quando Green è andato in layup, si è scontrato con Jones e, dopo che Jones è caduto a terra, Green è atterrato sopra di lui. I due si aggrovigliarono, con le gambe di Green che avvolgevano il busto di Jones mentre Jones cercava di alzarsi.

Ne è seguito un altro rimescolamento da parte di diversi giocatori prima che la mischia fosse interrotta dagli arbitri e dalla sicurezza della squadra. Dopo una lunga revisione video, non sono stati valutati difetti tecnici.

“Devo giocare duro come cerco di giocare ogni volta che entro in campo”, ha detto Green. “Non posso preoccuparmene. Per me, se ho intenzione di cambiare il mio livello di intensità, perché dovrei essere lì?”

Green non dice solo una cosa per spingere in avanti i suoi compagni di squadra. E non lo fa per fede cieca. Ha bisogno di sapere che i suoi compagni di squadra gli copriranno le spalle, qualcosa di cui ha ammesso di non essere sicuro all’inizio della stagione dopo il suo alterco con Jordan Paul.

“Nel momento in cui mi metterò così, speri che i ragazzi mi supportino”, ha detto Green. “In caso contrario, la nostra stagione è comunque finita.”

Dopo l’incontro di Green con Jones, Stephen Curry è stato coinvolto in una mischia, urlando contro i giocatori dei Pelicans e facendo anche lui alcune flessioni.

“Sa che i ragazzi gli danno le spalle”, ha detto Carey. sono sicuro [Green] Non andrebbe su un’isola come questa se non avesse quella sicurezza. … Ci sono momenti in cui ho dovuto tenerlo sotto controllo e riportarlo indietro quando girava nella direzione sbagliata, nel senso di rimanere concentrato sulla vittoria”.

I Warriors hanno perso ben 20 punti, 17 nel primo tempo. Ma hanno superato i Pelicans 74-46 nel secondo tempo, compreso il tiro del 70% sulla strada per la loro seconda più grande rimonta della stagione.

Curry ha segnato 22 dei suoi 38 punti nel secondo tempo. Segnati o assistiti su 58 dei 120 punti dei Warriors – 48% – di cui 37 su 74 nel secondo tempo, esattamente il 50%.

Era la principale fonte di creazione di tiri dei Warriors, realizzando 8 su 14 da terra dal dribbling mentre i suoi compagni di squadra tiravano 8 su 11 dei suoi passaggi.

Quando l’ho alzato un po’, [Curry] “Alzalo di altre due tacche”, disse Green… Ci mettemmo tutti in fila e lo seguimmo, e lui chiuse a chiave. Nessuno lo ha fermato. “

La partita di martedì ha avuto un’energia decisiva, sia per la delicatezza delle due squadre, sia per l’atmosfera all’interno del Chase Center o per l’importanza del gioco per entrambe le squadre.

Con la vittoria, Golden State è tornato al sesto seme nella Western Conference e ha un vantaggio di metà partita sui Minnesota Timberwolves al settimo posto.

Ma ogni partita d’ora in poi avrà un’atmosfera e una pressione post-stagione.

“Sembra che siamo in un playoff da due settimane ormai”, ha detto Curry. “L’unica differenza è che giochi con una squadra diversa ogni sera. Ma è lo stesso tipo di scarica di adrenalina che riceviamo noi. Ogni partita conta”.

READ  I leader della CFP sono pronti ad approvare la nuova estensione e la ripartizione delle entrate di ESPN. L'espansione non è stata ancora completata