Giugno 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Erdogan chiede la fine “immediata” della guerra in Ucraina durante una telefonata con Putin

Erdogan chiede la fine “immediata” della guerra in Ucraina durante una telefonata con Putin

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha chiesto la fine “immediata” della guerra in Ucraina durante una telefonata con il presidente russo Vladimir Putin sabato.

Erdoğan “ha sottolineato l’importanza che la Turchia attribuisce all’immediata cessazione dei conflitti russo-ucraino attraverso i negoziati” e “ha ringraziato il presidente Putin per la sua posizione positiva riguardo all’estensione della Black Sea Grain Initiative”, secondo il rapporto. dichiarazione Dalla direzione delle comunicazioni turca.

La Black Sea Grain Initiative, mediata lo scorso luglio dalle Nazioni Unite e dalla Turchia, consente alle esportazioni di grano ucraino di viaggiare in sicurezza attraverso il Mar Nero.

La Russia ha accettato di rinnovare l’accordo per altri 60 giorni alla fine della scorsa settimana, ma ha avvertito che qualsiasi ulteriore proroga richiederebbe l’allentamento delle sanzioni occidentali, secondo quanto riferito. Reuters.

Mentre la Turchia ha in gran parte mantenuto legami economici con la Russia durante la sua guerra durata un anno in Ucraina, il mese scorso Ankara ha ordinato alle aziende di interrompere il trasferimento di merci in Russia, che è stata sanzionata dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea. bloomberg menzionato.

L’appello di Erdogan per un cessate il fuoco e i negoziati segue un appello simile per la fine delle ostilità fatto da Cina e Bielorussia all’inizio di questo mese. Tuttavia, gli sforzi dei due paesi sono stati messi in discussione dall’Occidente, poiché entrambi sembrano essere sempre più vicini alla Russia.

Copyright 2023 Nextstar Media Inc. Tutti i diritti riservati. tutti i diritti sono salvi. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

READ  Edward Snowden lancia l'allarme per il rapporto sulla campagna di "disinformazione" del Pentagono