Giugno 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Esclusivo: i Paesi Bassi rispondono alla politica statunitense nei confronti della Cina con un piano per limitare le esportazioni di tecnologia dei semiconduttori

Esclusivo: i Paesi Bassi rispondono alla politica statunitense nei confronti della Cina con un piano per limitare le esportazioni di tecnologia dei semiconduttori

AMSTERDAM/WASHINGTON, 8 marzo (Reuters) – Il governo dei Paesi Bassi ha dichiarato mercoledì che prevede nuove restrizioni sulle esportazioni di tecnologia dei semiconduttori per proteggere la sicurezza nazionale, unendo gli sforzi degli Stati Uniti per limitare le esportazioni di chip verso la Cina.

Gli Stati Uniti a ottobre hanno imposto ampie restrizioni all’esportazione sulle spedizioni di strumenti per la produzione di chip statunitensi in Cina, ma affinché le restrizioni siano efficaci, è necessario che altri fornitori chiave nei Paesi Bassi e in Giappone, che sovrintendono anche alla tecnologia chiave per la produzione di chip, siano d’accordo. I paesi alleati sono in trattative su questo tema da mesi.

Il ministro del Commercio olandese Liese Schrenemacher ha annunciato la decisione in una lettera al parlamento, affermando che le restrizioni sarebbero state introdotte prima dell’estate.

La sua lettera non menzionava la Cina, il principale partner commerciale olandese, né nominava ASML Holding NV (ASML.AS), la più grande azienda tecnologica d’Europa e uno dei principali fornitori di produttori di semiconduttori, ma entrambi sarebbero interessati. Ha identificato una tecnologia che potrebbe essere interessata dalla litografia “DUV”, la seconda macchina più avanzata che ASML vende ai produttori di chip per computer.

Ultimi aggiornamenti

Visualizza altre 2 storie

“Poiché i Paesi Bassi ritengono necessario per motivi di sicurezza nazionale che questa tecnologia sia soggetta a censura a pieno regime, il Consiglio dei Ministri presenterà una lista di controllo nazionale”, si legge nella lettera.

ASML ha affermato nella sua risposta che prevede di dover richiedere licenze per esportare la parte più avanzata tra i suoi DUV, ma ciò non influirà sulla guida fiscale per il 2023.

READ  I futures su azioni scendono a partire da settembre quando il mercato si riprende dai timori sui tassi di interesse

Il mercato dei sistemi di litografia è dominato da ASML, che sono macchine multimilionarie che utilizzano potenti laser per creare microcircuiti per chip di computer.

La società prevede che le vendite in Cina rimarranno stabili a 2,2 miliardi di euro nel 2023, il che significa una contrazione relativa poiché la società prevede che le vendite complessive crescano del 25%. I principali clienti ASML come Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. e Intel sulle espansioni di capacità.

ASML non ha mai venduto le sue macchine “EUV” più avanzate a clienti in Cina e la maggior parte delle vendite di DUV in Cina va a produttori di chip relativamente meno avanzati. I suoi maggiori clienti in Corea del Sud, Samsung e SK Hynix, hanno una significativa capacità produttiva in Cina.

L’annuncio olandese lascia senza risposta importanti domande, tra cui se ASML sarà in grado di servire gli oltre 8 miliardi di euro di macchine DUV che ha venduto ai clienti in Cina dal 2014.

Schrenemacher ha affermato che il governo olandese ha deciso di adottare misure “il più delicate e precise possibile… per evitare inutili interruzioni delle catene del valore”.

“È importante che le aziende sappiano cosa stanno affrontando e abbiano il tempo di adeguarsi alle nuove regole”, ha scritto.

Il Giappone dovrebbe rilasciare un aggiornamento sulle sue politiche di esportazione di apparecchiature per chip già questa settimana.

Segnalazione di Toby Sterling; Montaggio di Mark Potter, Anna Driver e Mark Porter

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.