Giugno 17, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Fonte: i capi del Mossad e della CIA incontrano il primo ministro del Qatar a Doha per discutere l’accordo sugli ostaggi a Gaza

Fonte: i capi del Mossad e della CIA incontrano il primo ministro del Qatar a Doha per discutere l’accordo sugli ostaggi a Gaza

Il direttore della CIA William Burns testimonia davanti a un’audizione del Senate Intelligence Committee sulle “minacce globali” a Capitol Hill a Washington, USA, l’8 marzo 2023. REUTERS/Mary F. Calvert/file Photo Ottenere i diritti di licenza

Doha, 9 novembre (Reuters) – I direttori della Cia e del Mossad israeliano si sono incontrati giovedì a Doha con il primo ministro del Qatar per discutere i parametri di un accordo per liberare gli ostaggi e fermare i combattimenti tra Hamas e Israele a Doha. Una fonte vicina all’incontro ha detto a Reuters nella Striscia di Gaza.

L’esito dei colloqui non era chiaro, ma la Casa Bianca ha successivamente annunciato che Israele aveva accettato una pausa temporanea.

Il Qatar, dove hanno sede molti leader politici di Hamas, sta guidando la mediazione tra Hamas e funzionari israeliani per rilasciare più di 240 ostaggi. Sono stati rapiti dai militanti di Hamas quando hanno invaso Israele il 7 ottobre, e secondo Israele sono state uccise 1.400 persone.

Israele ha poi lanciato bombardamenti prolungati sulla Striscia di Gaza governata da Hamas, e alla fine del mese scorso ha iniziato un’invasione corazzata dell’enclave, in cui sono state uccise più di 10.000 persone, il 40% delle quali bambini, secondo funzionari palestinesi.

David Barnea, capo dei servizi segreti israeliani del Mossad, il direttore della CIA William Burns e il primo ministro del Qatar Sheikh Mohammed bin Abdul Rahman Al Thani si sono incontrati dopo che i mediatori del Qatar hanno incontrato mercoledì sera i funzionari dell’ufficio politico di Hamas e hanno discusso le possibili caratteristiche dell’accordo. .

Un funzionario americano, che ha parlato a condizione di anonimato, ha confermato che Burns ha incontrato Barnea e il primo ministro del Qatar per discutere della possibile liberazione degli ostaggi da parte di Hamas. Il funzionario ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli.

READ  I manifestanti si riuniscono in tutto il Nord America nel terzo anniversario dell'abbattimento del PS752 da parte dell'Iran

Il vantaggio dell’incontro è quello di riunire le tre parti attorno allo stesso tavolo in tempo reale per accelerare il processo, ha spiegato la fonte.

I colloqui includevano anche una discussione sulla possibilità di consentire le importazioni di carburante umanitario a Gaza, che Israele ha finora rifiutato per paura che potessero essere dirottate verso Hamas per scopi di combattimento.

Mercoledì una fonte ha detto a Reuters che i colloqui prevedevano il rilascio di 10-15 ostaggi in cambio di una tregua umanitaria per un giorno o due nella devastante guerra a Gaza.

Giovedì sera, l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamad Al Thani, si è diretto negli Emirati Arabi Uniti, dove ha incontrato ad Abu Dhabi il presidente degli Emirati, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan.

Con l’emiro ha viaggiato anche il primo ministro del Qatar.

Lo sceicco Mohammed ha scritto sui social media che i due leader si sono incontrati per rafforzare le richieste degli Emirati Arabi Uniti e del Qatar per un cessate il fuoco immediato, un accesso umanitario senza ostacoli e la protezione di tutti i civili.

Ha aggiunto: “Gli Emirati Arabi Uniti e il Qatar restano fermi nel chiedere la necessità di rafforzare gli sforzi per fermare l’escalation e garantire una pace giusta, duratura e globale nella regione”.

(Reporting aggiuntivo di Andrew Mills, Reporting aggiuntivo di Jonathan Landay a Washington) Scritto da Maha El Dahan e Alexander Cornwell. Montaggio di Toby Chopra, Mark Heinrich e Grant McCall

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda