Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli assistenti di volo inscenano una protesta all'aeroporto internazionale di Los Angeles come parte del “Giorno dell'azione”

Gli assistenti di volo inscenano una protesta all'aeroporto internazionale di Los Angeles come parte del “Giorno dell'azione”

Los Angeles (KABC) — Gli assistenti di volo hanno tenuto una manifestazione in diversi aeroporti nel sud della California e in dozzine di altri in tutto il paese come parte della Giornata d'azione internazionale degli assistenti di volo, chiedendo migliori salari e condizioni di lavoro.

Martedì i manifestanti erano all'aeroporto internazionale di Los Angeles, all'aeroporto John Wayne di Santa Ana e all'aeroporto internazionale di Ontario.

Si prevede che nessun volo sarà interessato dalla protesta.

“Questa è una lotta per gli assistenti di volo e una guerra contro l'avidità aziendale”, ha affermato in una nota l'Associazione degli assistenti di volo professionisti. “Stiamo lottando per far rispettare il nostro ruolo; stiamo lottando per rivendicare il nostro valore come esseri umani; stiamo lottando per il lavoro dedicato alla sicurezza e al comfort del pubblico dell'aviazione.”

I sindacati che rappresentano più di 100.000 assistenti di volo di compagnie aeree tra cui American, Alaska, Frontier, Southwest e United chiedono benefici pensionistici e orari più flessibili.

I sindacati vogliono anche che gli assistenti di volo siano pagati per tutto il loro orario di lavoro. La maggior parte di loro non viene risarcita per il tempo trascorso in attesa tra un volo e l'altro in aeroporto e nemmeno per il tempo di imbarco.

“Gli assistenti di volo sono una parte importante del movimento operaio”, afferma la dichiarazione dell'APFA. “In tutto il paese e nel mondo, siamo un lavoro organizzato che ha un impatto reale sulla vita delle famiglie che lavorano oggi. Abbiamo bisogno del rispetto dei nostri datori di lavoro sotto forma di lavori che paghino salari dignitosi per il tempo che trascorriamo al lavoro, con benefici tutti gli americani avranno bisogno per sé e per le loro famiglie; e regole di lavoro che dimostrano che siamo apprezzati tanto quanto gli altri lavoratori dell'aviazione; E un migliore controllo sui nostri programmi per permetterci di vivere una vita pienamente umana”.

READ  Il Giappone osserva l'adozione dell'IA mentre il CEO di OpenAI visita il Primo Ministro Kishida, parla dell'espansione interna

Eyewitness News ha contattato diverse compagnie aeree, inclusa la United. Un portavoce della compagnia aerea ha dichiarato in una nota:

“Il mediatore federale richiesto dall'AFA ha programmato la prima sessione di negoziazione per il 19 marzo. Non vediamo l'ora di lavorare con l'AFA per restringere il campo delle questioni in modo da poter continuare a lavorare per un accordo leader del settore per i nostri assistenti di volo.”

La manifestazione è iniziata all'aeroporto internazionale di Los Angeles alle 11 del mattino e gli assistenti di volo hanno picchettato anche gli aeroporti di Dallas, Seattle, Las Vegas, New York, San Diego, Portland, Regno Unito e Guam, tra gli altri luoghi.

Copyright © 2024 KABC Television, LLC. Tutti i diritti riservati.