Aprile 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli avvocati che hanno sostenuto con successo che il pacchetto retributivo di Musk da 56 miliardi di dollari per Tesla era eccessivo, stanno chiedendo una sbalorditiva parcella di 6 miliardi di dollari.

Gli avvocati che hanno sostenuto con successo che il pacchetto retributivo di Musk da 56 miliardi di dollari per Tesla era eccessivo, stanno chiedendo una sbalorditiva parcella di 6 miliardi di dollari.

Gli avvocati che hanno sostenuto con successo che il pacchetto salariale di 56 miliardi di dollari del CEO di Tesla, Elon Musk, era eccessivo, stanno chiedendo a un giudice del Delaware di assegnare loro quasi 6 miliardi di dollari.

Se concesso, uno straordinario giorno di paga per le aquile legali – che chiedono di essere pagate in azioni del produttore di auto elettriche – distruggerebbe i record precedenti per le spese legali.

“Riconosciamo che le tariffe richieste non hanno precedenti in termini assoluti”, hanno affermato i tre studi legali in una richiesta di risarcimento presso la Delaware Chancery Court.

Gli avvocati che hanno sostenuto con successo che il pacchetto retributivo di 56 miliardi di dollari del CEO di Tesla, Elon Musk, era eccessivo, chiedono un bonus di quasi 6 miliardi di dollari. Immagini Getty
Elon Musk ha criticato la richiesta degli avvocati, definendola “penale”. Reuters

Hanno notato che le tariffe proposte si traducono in una tariffa oraria di $ 288.888.

Elon Musk Gli avvocati hanno criticato la proposta Ha ricevuto un premio “criminale”, scrivendo sulla sua piattaforma di social media X che “gli avvocati che non hanno fatto altro che danneggiare Tesla vogliono 6 miliardi di dollari”.

Il team legale rappresenta l’azionista di Tesla Richard Tornetta, che era un batterista della band Dawn of Correction con sede a Filadelfia e che ha citato in giudizio Musk nel 2018 per il suo pacchetto retributivo principesco.

La causa, intentata da Tornetta per conto di altri azionisti, sosteneva che Musk avesse infine controllato il processo di approvazione per determinare i termini del suo pacchetto di compensi e che il consiglio avesse ingannato gli investitori che alla fine votarono sulla manna del CEO.

A gennaio, il giudice Kathleen McCormick della corte si è pronunciata a favore della causa invalidando il pacchetto salariale di Musk, ritenendo il suo compenso un “importo insondabile” che è stato assegnato attraverso un processo “profondamente imperfetto”.

READ  Home Depot batte i profitti in mezzo al crollo immobiliare; Basso in coperta
Gli avvocati degli azionisti di Tesla hanno sostenuto che Tesla dovrebbe pagare le parcelle perché ha beneficiato della vittoria attraverso i rendimenti azionari.

Gli avvocati hanno sostenuto che Tesla dovrebbe pagare le ingenti commissioni perché la casa automobilistica ha beneficiato della loro vittoria, che vedrebbe restituiti 266 milioni di azioni al produttore di auto elettriche.

Le azioni Tesla hanno chiuso venerdì a 202,62 dollari, il che significa che il blocco di azioni vale circa 53,9 miliardi di dollari.

“Questa struttura ha il vantaggio di legare il premio direttamente agli interessi generati ed evita di prelevare un centesimo dal bilancio di Tesla per pagare la commissione”, hanno scritto gli avvocati.

Hanno indicato che le tariffe saranno deducibili dalle tasse.

Il record precedente per le spese legali più elevate era di 688 milioni di dollari, assegnato nel 2008 ad avvocati che avevano vinto un risarcimento di 7,2 miliardi di dollari in un caso di frode in titoli a seguito del crollo di Enron.

Secondo il Bloomberg Billionaires Index, Musk è attualmente l’uomo più ricco del mondo, con un patrimonio di 215 miliardi di dollari.

Si prevede che farà appello contro la sentenza e ha affermato che sta cercando di spostare la sede della fondazione di Tesla dal Delaware, che circa il 70% delle principali aziende chiama casa, al Texas dopo la causa.

Ha spostato la fondazione di SpaceX in Texas due settimane fa.

Tre studi legali hanno rappresentato gli azionisti di Tesla nella causa: Bernstein Litowitz Berger & Grossman e Friedman Oster & Tegtel, entrambi di New York; e Andrews & Springer di Wilmington, DE.

Con fili postali.