Aprile 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Guerra Israele-Hamas: ICJ sull'occupazione israeliana delle terre palestinesi

Guerra Israele-Hamas: ICJ sull'occupazione israeliana delle terre palestinesi

L’AIA, Paesi Bassi (AP) – Lunedì l’Alta Corte delle Nazioni Unite avvia le storiche udienze sulla legalità dell’occupazione israeliana della terra per lo Stato palestinese, durata 57 anni, il conflitto palestinese.

Sono previsti sei giorni di udienze presso la Corte internazionale di giustizia, durante i quali parteciperà un numero senza precedenti di paesi, mentre Israele continua la sua devastazione. Attacco a Gaza.

Sebbene il caso si svolga sullo sfondo della guerra tra Israele e Hamas, si concentra invece sull'aperta occupazione da parte di Israele della Cisgiordania, di Gaza e di Gerusalemme Est.

I rappresentanti palestinesi, parlando per primi lunedì, sosterranno che l’occupazione israeliana è illegale perché viola tre principi chiave del diritto internazionale, ha detto mercoledì ai giornalisti il ​​Comitato Legale Palestinese.

Annettendo ampie aree del territorio occupato, Israele ha violato il divieto di conquista territoriale, ha violato il diritto dei palestinesi all’autodeterminazione e ha imposto un sistema di discriminazione etnica e apartheid, dicono.

“Vogliamo sentire nuove parole dalla corte”, ha detto Omar Awadallah, capo della divisione organizzazioni delle Nazioni Unite presso il Ministero degli Affari Esteri palestinese.

“Hanno dovuto prendere in considerazione la parola genocidio nel caso sudafricano”, ha detto Un caso separato davanti al tribunale. “Ora vogliamo che prendano in considerazione l'apartheid.”

Awadallah ha affermato che il parere consultivo della corte “ci fornirà molti strumenti per affrontare le illegalità dell'occupazione, utilizzando metodi e strumenti pacifici e legali internazionali”.

Potrebbero volerci diversi mesi prima che il tribunale emetta una sentenza. Ma anche se la decisione non è giuridicamente vincolante, gli esperti dicono che avrà un profondo impatto sulla giustizia internazionale, sugli aiuti internazionali a Israele e sull’opinione pubblica.

READ  Wordle 335 20 maggio Note - Stai lottando con il Wordle di oggi? Tre indizi per trovare la risposta | Gioco | Divertimento

“Data la guerra e l'ambiente internazionale già altamente polarizzato, questo caso porrà davanti alla corte una serie di accuse, accuse e rimostranze che sono imbarazzanti e scomode per Israele”, ha detto Yuval Shani, professore di diritto all'Università Ebraica. e Senior Fellow presso l'Israel Democracy Institute.

Non è previsto che Israele parli durante l'udienza, ma potrebbe presentare una dichiarazione scritta. Shani ha detto che Israele giustificherebbe l’occupazione in corso per ragioni di sicurezza, soprattutto in assenza di un accordo di pace.

Potrebbe indicare un attacco del 7 ottobre da parte di militanti guidati da Hamas da Gaza attraverso il sud di Israele, uccidendo 1.200 persone e riportando nel territorio 250 ostaggi.

“Le aree da cui Israele si sta ritirando, come Gaza, potrebbero diventare rischi molto seri per la sicurezza”, ha detto Shani. “Se non altro, il 7 ottobre sottolinea la tradizionale logica di sicurezza israeliana per giustificare un’occupazione senza fine”.

Ma i palestinesi e Principali gruppi per i diritti L’aggressività va oltre le misure difensive. Dicono che si sia evoluto in un sistema di apartheid progettato per mantenere la supremazia ebraica dal fiume Giordano al Mar Mediterraneo, con insediamenti costruiti nelle terre occupate, dando ai palestinesi uno status di seconda classe. Israele respinge l'accusa di apartheid.

Il caso arriva in tribunale nel dicembre 2022, dopo che l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha chiesto a stragrande maggioranza alla Corte mondiale un parere consultivo non vincolante. Una delle controversie più lunghe e spinose del mondo. Questa richiesta è stata promossa dai palestinesi e fortemente contrastata da Israele. Cinquanta paesi non hanno partecipato al referendum.

In una dichiarazione scritta prima del voto, l'ambasciatore israeliano all'ONU Gilad Erdan ha definito la mossa “atroce”, l'ONU “moralmente fallita e politicizzata” e ogni possibile decisione della corte “assolutamente illegittima”.

READ  Rumors MLB: Javier Báez, Corey Seager, Max Scherzer Annunci in diretta di frenesia da free agent come trovare nuove case

Dopo che i palestinesi avranno presentato le loro argomentazioni, 51 paesi e tre organizzazioni – la Lega degli Stati arabi, l’Organizzazione per la cooperazione islamica e l’Unione africana – si rivolgeranno a una giuria nell’aula di legno del tribunale.

Israele conquistò la Cisgiordania, Gerusalemme Est e Gaza nella guerra del Medio Oriente del 1967. I palestinesi cercano uno stato indipendente per tutti e tre i territori. Israele considera la Cisgiordania un territorio conteso il cui futuro dovrà essere determinato nei negoziati.

Secondo il gruppo di controllo Peace Now, ha creato 146 insediamenti che ospitano più di 500.000 immigrati ebrei. Secondo un gruppo pro-immigrazione, il numero di immigrati in Cisgiordania è cresciuto di oltre il 15% negli ultimi cinque anni.

Israele annette anche Gerusalemme Est e considera l’intera città la sua capitale. Altri 200.000 israeliani vivono in insediamenti costruiti a Gerusalemme Est, che Israele considera la periferia della sua capitale. I palestinesi che vivono in città affrontano una discriminazione sistemica, È difficile per loro costruire nuove case o ampliare quelle esistenti.

La comunità internazionale considera in gran parte questi insediamenti illegali. L'annessione di Gerusalemme Est, che ospita i luoghi santi più importanti della città, da parte di Israele non è riconosciuta a livello internazionale.

Questa non è la prima volta che alla corte viene chiesto di dichiarare illegali le politiche o l’occupazione israeliane.

Nel 2004, la corte ha stabilito che la costruzione da parte di Israele di una barriera di separazione attraverso Gerusalemme Est e parti della Cisgiordania era “contraria al diritto internazionale”. Ha inoltre invitato Israele a fermare immediatamente la costruzione. Israele ha ignorato la sentenza.

In un caso del 1971 del Comitato legale palestinese, la corte emise un parere consultivo che ritenne illegale l'occupazione sudafricana della Namibia e ordinò al Sudafrica di lasciare immediatamente il paese.

READ  Guerra Russia-Ucraina: aggiornamenti in tempo reale - The New York Times

E, alla fine del mese scorso, la corte ha ordinato a Israele di fare tutto ciò che è in suo potere per prevenire la morte, la distruzione e qualsiasi altra cosa Atti di genocidio Nella sua campagna a Gaza. Il Sudafrica ha intentato una causa accusando Israele di genocidio, cosa che Israele nega.

Martedì è previsto un intervento della delegazione sudafricana. Il partito al governo del paese, l’African National Congress, ha a lungo paragonato le politiche di Israele a Gaza e in Cisgiordania al governo dell’apartheid della minoranza bianca in Sud Africa, che confinava la maggior parte dei neri nelle “patrie” prima della sua fine nel 1994.

___

Frankel ha riferito da Gerusalemme.

___

Scopri di più sulla copertura di AP https://apnews.com/hub/israel-hamas-war