Aprile 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Guerra tra Israele e Hamas: un raid israeliano uccide 76 membri di una famiglia a Gaza

Guerra tra Israele e Hamas: un raid israeliano uccide 76 membri di una famiglia a Gaza

RAFAH (Striscia di Gaza) – Un attacco aereo israeliano ha ucciso 76 membri di una famiglia allargata, hanno detto sabato i funzionari dei soccorsi, un giorno dopo che il capo delle Nazioni Unite ha avvertito nuovamente che nessun posto a Gaza è sicuro e che l’offensiva israeliana in corso crea “enormi ostacoli”. davanti ai palestinesi. Distribuzione degli aiuti umanitari.

Mahmoud Basal, portavoce del Dipartimento della Protezione Civile di Gaza, ha detto che il raid di venerdì contro un edificio nella città di Gaza è stato tra gli attacchi più mortali nella guerra tra Israele e Hamas, che è ormai entrata nella sua 12a settimana. Ha fornito un elenco parziale dei nomi dei morti – 16 capifamiglia della famiglia Al-Mughrabi – e ha affermato che tra i morti figurano donne e bambini.

Tra i morti c'erano Issam al-Mughrabi, un veterano dell'UNDP, sua moglie e i loro cinque figli.

“La perdita di Issam e della sua famiglia ha colpito profondamente tutti noi. Le Nazioni Unite e i civili a Gaza non sono un obiettivo”, ha affermato Achim Steiner, capo dell'agenzia. “Questa guerra deve finire”.

Israele ha dichiarato guerra dopo che i militanti di Hamas hanno preso d'assalto il confine 7 ottobreDi conseguenza, furono uccise circa 1.200 persone e furono presi circa 240 ostaggi. Israele lo ha fatto Ha promesso di continuare a combattere Fino a quando Hamas non verrà distrutto e rimosso dal potere a Gaza e tutti gli ostaggi verranno rilasciati.

più di 20mila palestinesi furono uccisi Nella guerra che Israele sta conducendo per distruggere Hamas, più di 53.000 persone sono rimaste ferite, secondo i funzionari sanitari di Gaza, un territorio assediato che il gruppo islamico armato governa da 16 anni.

I palestinesi trasportano i corpi della famiglia Dhaheer, martirizzata nel bombardamento israeliano della Striscia di Gaza, durante il loro funerale a Rafah venerdì 22 dicembre 2023. (AP Photo/Hatim Ali)

Israele accusa Hamas per l'elevato numero di morti civili, sottolineando l'utilizzo da parte del movimento di aree residenziali affollate per scopi militari e dei suoi tunnel sotto le aree urbane. Ha lanciato migliaia di attacchi aerei dal 7 ottobre e si è in gran parte astenuto dal commentare attacchi specifici, inclusa la discussione sull’obiettivo previsto.

READ  Elezioni francesi: Emmanuel Macron e Marine Le Pen sulla buona strada per passare al ballottaggio, secondo i dati

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU lo ha adottato venerdì Decisione diluita Chiede l’immediata accelerazione della fornitura di aiuti ai civili disperati a Gaza.

Gli Stati Uniti hanno vinto la richiesta più dura per una “cessazione urgente delle ostilità” tra Israele e Hamas. Si è astenuto, così come la Russia, che ha voluto usare un linguaggio più forte. La risoluzione è stata la prima sulla guerra ad essere approvata dal Consiglio dopo che gli Stati Uniti avevano posto il veto a due precedenti risoluzioni che chiedevano una tregua umanitaria e un cessate il fuoco completo.

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha ribadito il suo appello di lunga data per un cessate il fuoco umanitario. Ha espresso la speranza che la decisione di venerdì possa contribuire a raggiungere questo obiettivo, ma ha detto che “è necessario fare di più immediatamente” per porre fine all'attuale “incubo” per la popolazione di Gaza.

In una conferenza stampa ha affermato che è sbagliato misurare l'efficacia dell'operazione umanitaria a Gaza dal numero di camion.

Ha aggiunto: “Il vero problema è che il modo in cui Israele sta gestendo questo attacco crea enormi ostacoli alla distribuzione degli aiuti umanitari all'interno di Gaza”. Secondo lui mancano i requisiti fondamentali per un'operazione di aiuto efficace: sicurezza, personale che possa lavorare in sicurezza, capacità logistica, soprattutto camion, e la ripresa dell'attività commerciale.

L’attacco aereo e terrestre lanciato da Israele è stato uno di questi attacchi Le campagne militari più distruttive della storia modernaCiò ha portato allo sfollamento di circa l'85% della popolazione di Gaza, pari a 2,3 milioni di persone, e alla rasa al suolo di vaste aree della Striscia. Piccola enclave costiera. Secondo il rapporto, più di mezzo milione di persone a Gaza – un quarto della popolazione – soffrono la fame Per segnalare Questa settimana dalle Nazioni Unite e da altre agenzie.

Un uomo palestinese trasporta il corpo di suo nipote, martirizzato nel bombardamento israeliano della Striscia di Gaza, all'ospedale di Rafah, a sud di Gaza, venerdì 22 dicembre 2023. (AP Photo/Fatima Shbair)

Un uomo palestinese trasporta il corpo di suo nipote, martirizzato nel bombardamento israeliano della Striscia di Gaza, all'ospedale di Rafah, a sud di Gaza, venerdì 22 dicembre 2023. (AP Photo/Fatima Shbair)

Protetto dall’amministrazione Biden, Israele ha finora resistito alle pressioni internazionali per un ridimensionamento. Il portavoce dell’esercito, l’ammiraglio Daniel Hagari, ha detto venerdì scorso che le forze stanno lavorando per espandere la loro offensiva di terra “per includere ulteriori aree nella Striscia, con particolare attenzione al sud”.

READ  La Bolivia taglia i legami con Israele; Altri paesi dell’America Latina richiamano i loro inviati Notizie sul conflitto israelo-palestinese

Ha aggiunto che le operazioni continuano anche nella metà settentrionale di Gaza, compresa Gaza City, che era il fulcro dell'offensiva di terra israeliana. L'esercito ha affermato di aver effettuato attacchi aerei contro i combattenti di Hamas in diverse località della città di Gaza.

Sabato l'esercito ha anche affermato di aver trasferito più di 700 presunti attivisti da Gaza in Israele per ulteriori interrogatori, di cui più di 200 nella scorsa settimana, fornendo rari dettagli sul processo di interrogatorio. Politica controversa Coinvolgenti arresti di massa di uomini palestinesi.

I palestinesi hanno riferito di tali arresti nelle aree del nord di Gaza, dove le forze di terra controllano, dicendo che questo di solito include tutti i ragazzi e gli uomini trovati in un sito perquisito dalle forze. Alcuni dei detenuti rilasciati hanno affermato di essere stati spogliati, fatta eccezione per la biancheria intima, picchiati e trattenuti per diversi giorni con una quantità minima di acqua. L'esercito ha negato le accuse di abuso e ha affermato che coloro che non avevano legami con i militanti sono stati rapidamente rilasciati.

Israele afferma di aver ucciso migliaia di attivisti di Hamas, di cui circa 2.000 nelle ultime tre settimane, ma non ha fornito prove a sostegno di tale affermazione. Si dice che 139 dei suoi soldati siano stati uccisi nell'attacco al suolo.

Dopo la decisione delle Nazioni Unite, non è stato immediatamente chiaro come e quando il processo di consegna degli aiuti sarebbe stato accelerato. Attualmente i camion entrano attraverso due valichi: Rafah al confine con l'Egitto e Kerem Shalom al confine con Israele.

Come parte della risoluzione approvata, gli Stati Uniti hanno negoziato la rimozione della clausola che avrebbe dato alle Nazioni Unite l’autorità di ispezionare gli aiuti destinati a Gaza, qualcosa che Israele dice di dover continuare a fare per garantire che il materiale non raggiunga Hamas.

L'ambasciatore di Israele presso le Nazioni Unite, Gilad Erdan, ha ringraziato gli Stati Uniti per il loro sostegno e ha fortemente criticato le Nazioni Unite per non aver condannato gli attacchi di Hamas del 7 ottobre. In ottobre gli Stati Uniti hanno posto il veto a una risoluzione che avrebbe comportato una condanna perché non affermava anche il diritto di Israele a difendersi.

Hamas ha affermato in un comunicato che la risoluzione dell'ONU avrebbe dovuto chiedere l'immediata sospensione dell'attacco israeliano, e ha accusato gli Stati Uniti di aver spinto per “svuotare la risoluzione della sua essenza” prima del voto del Consiglio di Sicurezza di venerdì.

___

Magdy ha riferito dal Cairo. La scrittrice dell'Associated Press Edith M. Lederer delle Nazioni Unite ha contribuito a questo rapporto.