Giugno 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I camionisti fanno causa a New York per il controverso pedaggio di 15 dollari per entrare a Manhattan

I camionisti fanno causa a New York per il controverso pedaggio di 15 dollari per entrare a Manhattan

metropolitana


Gli autisti di camion commerciali si sono uniti alla lunga lista di oppositori che hanno intentato azioni legali per bloccare un controverso pedaggio di congestione, il primo nella nazione, per entrare in alcune parti di Manhattan.

La Trucking Association di New York (TANY) ha criticato il programma di tariffazione della congestione come incostituzionale e “uno schema per il quale non esiste precedente in questo paese” in una causa intentata giovedì contro la Metropolitan Transportation Authority e lo stato presso il tribunale federale di Manhattan.

Gli automobilisti pagheranno un pedaggio di 15 dollari per entrare nel quartiere degli affari di Manhattan a sud della 60esima Strada, ma i camionisti pagheranno dai 24 ai 36 dollari a seconda delle dimensioni del loro veicolo.

I camionisti si sono uniti a una linea conga di oppositori che hanno intentato azioni legali per bloccare il controverso primo pedaggio di congestione della nazione per entrare nel quartiere degli affari di Manhattan a sud della 60esima Strada. Il Washington Post tramite Getty Images

Salvo intervento giudiziario, l’Autorità per le strade e i trasporti prevede di imporre le nuove tariffe il 30 giugno.

TANY sostiene che i prezzi di congestione violano la clausola commerciale della Costituzione degli Stati Uniti, che conferisce al Congresso il potere di regolare il commercio interstatale.

L’elevato numero “impone un onere finanziario… che è eccessivo”, afferma la causa.

“La politica dei prezzi di congestione prende di mira ingiustamente le società di autotrasporto e di logistica, che applicano tariffe molto più elevate rispetto ai veicoli passeggeri”, ha affermato la Trucking Association. Lo ha detto in un comunicato.

La Trucking Association di New York (TANY) ha criticato il programma di tariffazione della congestione definendolo incostituzionale e “uno schema per il quale non esistono precedenti in questo paese” in una causa intentata giovedì. Helen Seidmann

“TANY e i suoi membri non sono fondamentalmente contrari alla tariffazione della congestione. TANY sta lottando per abrogare l’attuale versione di questo piano e spera di migliorare il piano per ridurre i suoi impatti negativi e portare la parità nel settore della logistica”.

READ  I segnali indicano un anno di viaggi eccezionale nel 2024

Il gruppo di autotrasporti ha affermato che “le riforme possibili” includono un’esenzione completa dai dazi per le industrie essenziali, un limite ai pedaggi giornalieri sui camion o “un approccio di compromesso che offrirebbe la parità di prezzo tra camion e veicoli passeggeri”.

La causa del camionista segue le cause intentate dal presidente del distretto di Staten Island Vito Fossella, dalla Federazione unita degli insegnanti, dai residenti di Lower Manhattan, dalle piccole imprese e dal governatore del New Jersey Phil Murphy.

Recentemente sono state ascoltate argomentazioni orali nei casi giudiziari di New York.

La MTA ha rifiutato di commentare la causa dei camionisti.

Gli automobilisti pagheranno un pedaggio di 15 dollari per entrare nel quartiere degli affari di Manhattan a sud della 60esima Strada, ma i camionisti pagheranno dai 24 ai 36 dollari a seconda delle dimensioni del loro veicolo. Matteo McDermott

Ma la Coalizione Pro-Transit Congestion Pricing Now ha affermato: “L’azione legale dell’undicesima ora della New York Trucking Association ignora completamente i fatti”.

“I camion hanno un impatto sproporzionato sulla congestione del traffico e sull’inquinamento atmosferico, giustificando tariffe più elevate. L’addebito di tariffe aggiuntive per i camion è una pratica comune che riflette maggiori costi infrastrutturali e ambientali.

Il gruppo rileva che i camionisti, come gli automobilisti, pagheranno molto meno con tariffe ridotte durante le consegne negli orari non di punta.

Un grafico che mostra i pedaggi di congestione a Manhattan New York Post

“Garantire tempi di consegna più rapidi per gli imprenditori e ridurre la congestione diurna è un vantaggio per le aziende, i camionisti e i newyorkesi”.

La tariffazione della congestione è implementata a causa di una legge statale sostenuta dall’ex governatore Andrew Cuomo e dalla legislatura controllata dai democratici nel 2019. Il governatore Kathy Hochul ha sostenuto il pedaggio per ridurre la congestione e l’inquinamento del centro, generando al contempo entrate per aumentare il trasporto di massa.

La causa del camionista segue le cause intentate dal presidente del distretto di Staten Island Vito Fossella, dalla Federazione unita degli insegnanti, dai residenti di Lower Manhattan, dalle piccole imprese e dal governatore del New Jersey Phil Murphy. AP

L’MTA ha affermato che le nuove tariffe genererebbero 1 miliardo di dollari all’anno per pagare nuovi treni della metropolitana, riparazioni dei segnali, una nuova espansione della metropolitana della Second Avenue a East Harlem e altri importanti progetti, riducendo al contempo la congestione del centro.

READ  La Bank of America avverte dei ritardi nei depositi nel settore bancario

I critici sostengono che queste perdite dirotteranno il traffico e l’inquinamento altrove e distruggeranno i portafogli degli automobilisti e delle imprese, consegnando i loro dollari a un’agenzia molto colpita con un record documentato di massicce spese eccessive in progetti di capitale rispetto ad altri grandi sistemi di trasporto in tutto il mondo.

Un recente sondaggio ha mostrato che gli elettori di New York si sono opposti in modo schiacciante al nuovo pedaggio sulla congestione.




Carica altro…









https://nypost.com/2024/05/30/us-news/truckers-sue-ny-over-controversial-15-congestion-toll-to-enter-manhattan/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site 20% bottoni

Copia l’URL di condivisione