Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I Celtics battono i Bulls per la seconda volta – NBC Sports Chicago

I Celtics battono i Bulls per la seconda volta – NBC Sports Chicago

Inserito dall'agente delle assicurazioni nazionali Jeff Vukovich

I Chicago Bulls hanno iniziato la loro stagione dopo la pausa All-Star con una sconfitta per 129-112 contro la capolista NBA Boston Celtics giovedì allo United Center.

È la settima vittoria consecutiva dei Celtics, e nella loro seconda vittoria in due tentativi in ​​una serie in questa stagione con un incontro rimanente a marzo, ha dimostrato in modo definitivo il divario tra queste squadre.

“Quando hanno aumentato il loro vantaggio nel terzo quarto, non siamo riusciti a tenere il loro passo”, ha detto Nikola Vucevic.

Ecco 10 note:

— I Bulls, in numero ridotto, faranno affidamento sui loro principali marcatori per superare un programma estenuante. Per tre quarti, DeMar DeRozan e Coby White si sono uniti per tirare 9 su 27. Hanno terminato un combinato 13 su 34. I Bulls hanno bisogno di più di loro.

— Jayson Tatum ha segnato cinque punti nel primo tempo ma ha segnato 15 dei suoi 25 punti nel terzo quarto mentre i Celtics correvano e si nascondevano. Boston ha trasformato uno svantaggio di tre punti nel primo tempo in un vantaggio di 13 punti all'inizio del quarto quarto.

— Luke Kornet ha segnato i suoi primi cinque canestri con una schiacciata, correndo lungo la zona di difesa e facendo una mossa celebrativa dopo uno. Dopo il suo secondo rimbalzo consecutivo nel quarto, White ha colpito il montante del canestro per la frustrazione e DeRozan ha ricevuto un fallo tecnico.

— I Celtics realizzano più triple nella NBA, con una media di 16,2 su 42,7 tentativi. Hanno segnato 3 punti nei loro primi quattro possedimenti e hanno finito 23 su 37 da oltre l'arco. Hanno superato i Bulls di 39 punti da oltre l'arco.

READ  Gli Earthquakes segnano una vittoria storica, fai attenzione ai Whitecaps e altro dal Round 11

“Questo è quello che fanno. Sono davvero un'ottima squadra di tiro. I loro cinque titolari possono davvero tirare la palla”, ha detto Vucevic. “Sapevamo che sarebbe arrivato.”

— Boston non è solo una squadra offensiva d'élite. Sono entrati con il terzo miglior punteggio difensivo e hanno fermato sei tiri su 11 solo nel primo quarto. Derrick White ha effettuato tre stoppate nel primo periodo, di cui una enfatica mentre affrontava Vucevic sul palo. Il bianco era ovunque con 28 punti e anche cinque triple.

— Con tutta la potenza del gol a disposizione, l'allenatore Billy Donovan è tornato alla formazione titolare composta da White, Ayo Dosunmu, Alex Caruso, DeRozan e Vucevic.

— Ecco tutto quello che c'è da sapere sull'attuale situazione di profondità dei Bulls grazie all'infortunio di Torrey Craig durante la pausa All-Star, che si unisce a Patrick Williams e Zach LaVine in abiti civili: Julian Phillips è stato il sesto uomo.

— I Bulls hanno fornito assist su 15 dei loro primi 16 field goal e hanno concluso con 29 assist complessivi. Ayo Dosunmu ha registrato sei assist nel primo tempo e ha raggiunto per la prima volta nella sua carriera almeno 10 punti, cinque rimbalzi e cinque assist nel primo tempo. Dosunmu ha disputato una partita forte con 14 punti, otto assist e sette rimbalzi.

— A proposito di primati, Vucevic ha segnato 20 punti nel primo tempo, la prima volta in carriera. Ma Vucevic non ha segnato di nuovo fino a metà del quarto periodo – i suoi unici punti del secondo tempo – e ha chiuso con 22 punti e 14 rimbalzi per i suoi 30 punti. Doppia debolezza.

READ  Il giocatore dei Lakers LeBron James conferma il suo ritorno per la 21esima stagione in NBA

“Nel secondo quarto, quando tutto è iniziato davvero, stavamo giocando a un ritmo più veloce e sono stato in grado di effettuare molti tiri in tasca, palle perse, blocchi e tiri quando la loro difesa non era pronta”, ha detto Vucevic. “Nel terzo quarto, con loro che tiravano molti tiri e noi dovevamo togliere la palla dall'area, il gioco ha rallentato. Ci sono venuti addosso e ci hanno tolto le cose dalle tasche. Devo guardare per vedere cosa succede.” Vedi se posso essere più aggressivo. Ma è così che mi sentivo.”

— La serata ha dato a Donovan un'altra possibilità di vedere Al Horford, con il quale ha vinto due titoli NCAA consecutivi in ​​Florida nel 2006 e nel 2007.

“Sono stato molto benedetto e fortunato a stare con lui quando era giovane. Ma immagino che probabilmente stia ancora facendo le stesse cose adesso. Ha un'incredibile capacità di influenzare le vittorie e influenzare lo spogliatoio. L'unica cosa che penso che tutti direbbero è… Riguardo a lui come compagno di squadra è che è eccezionale: “Non c'è alcuna intenzione personale da parte sua se non quella di vincere”.

Clicca qui per seguire il podcast di Bulls Talk.