Febbraio 27, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I Green Day prendono di mira Trump e un infelice Elon Musk

I Green Day prendono di mira Trump e un infelice Elon Musk

“Non faccio parte dell'agenda MAGA…” ATTENZIONE: questo articolo contiene un linguaggio che alcune persone potrebbero trovare offensivo.

annuncio

Sarà un grande anno per la band punk-pop americana Green Day, e inizieranno il 2024 nell'unico modo che conoscono: con un botto controverso.

Oltre al rilascio Prossimo 14esimo album “Saviors” Il 19 gennaio, la band celebra il 230esimo anniversario del loro debutto “Dookie” (1994) e quest'anno del loro album acclamato dalla critica “American Idiot” (2004).

20 anni dopo l’uscita di “American Idiot” e del suo singolo, che originariamente conteneva il testo “Beh, forse sono io quello gay, America/ Non fa parte dell'agenda dei redneck/ Ora tutti fanno propaganda/ Cantano con l'era della paranoia“, la band ha cambiato i testi per riflettere l'attuale clima politico negli Stati Uniti.

Lo hanno fatto durante la loro esibizione al New Year's Rockin' Eve di Dick Clark, dove hanno cambiato il testo in: “Beh, forse sono io il gay, l'America/Non faccio parte dell'agenda del MAGA/Ora tutti fanno propaganda/Cantano con l'era della paranoia.

Guarda il momento qui sotto:

La canzone è stata originariamente scritta sulla guerra in Iraq, sulla copertura giornalistica acritica dell'invasione statunitense e come un colpo contro George W. Bush; E ora i Green Day hanno Trump e il suo slogan presidenziale “Make America Great Again” (MAGA) nella loro visiera.

E quale momento migliore per lanciare qualche frecciatina a Trump, mentre l’ex presidente si prepara per una seconda candidatura alla Casa Bianca?

Questa non è la prima volta che attaccano Trump, in particolare agli American Music Awards nel 2016, dove hanno cantato “No Trump, No Ku Klux Klan, No Fascist USA” per protestare contro l'elezione dell'allora presidente. candidato. . Nel 2018, la cantante Billie Joe Armstrong disse alla folla al concerto dei Cannes Lions: “Odio così tanto Donald Trump. Stavo urlando: “Ho odiato George Bush”. Questo è un po' diverso. Questo è brutto, come se l'acido fosse andato a male.

READ  "Dynasty" annullato: nessun riavvio della sesta stagione per The CW

In una certa misura, lo scorso anno la band ha anche pubblicato merchandise in edizione limitata che includeva un'immagine dell'ex presidente e lo descriveva come “il Nimrod definitivo” – un richiamo all'album del 1997 della band “Nimrod”.

Dopo il cambio di testo in New Year's Rockin' Eve di Dick Clark, qualcuno aveva qualcosa da dire al riguardo…

No, non Trump, ma qualcuno altrettanto disperato di essere ascoltato e con un ego altrettanto grande.

Avete indovinato: Elon Musk ha dovuto intervenire.

Musk ha accusato la band di essere passata “dall'essere arrabbiato con la macchina all'essere molto arrabbiato con essa”.

Com'è incasinato.

Musk, che non ha una storia coerente di sostegno al Partito repubblicano o democratico, negli ultimi anni si è allineato maggiormente con la politica conservatrice.

Il 2023 è stato l’anno perfetto per Elon Musk, scomparso Nuovo nome X; Durante il suo periodo come proprietario ha visto la metà del valore della piattaforma precedentemente nota come Twitter; I ricavi pubblicitari sono diminuiti dell'89%; Ha consolidato il suo status di simbolo dei razzisti online.

Lo scorso novembre, infatti, è stato pubblicato un nuovo rapporto… Centro per la lotta all'odio digitale (CCDH)Lo ha affermato , un'organizzazione no-profit impegnata nella lotta alla disinformazione e all'incitamento all'odio online

L’anno scorso ha visto anche Musk entrare nel Guinness dei primati per aver registrato la più grande perdita di patrimonio netto nella storia della finanza, pari a quasi 200 miliardi di dollari.