Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I Knicks realizzano il miracolo in Gara 2 stordendo i 76ers

I Knicks realizzano il miracolo in Gara 2 stordendo i 76ers

NBA

Nix fu sepolto.

Jalen Brunson aveva appena mancato il suo sesto tiro consecutivo e il pubblico, che aveva ronzato tutta la sera, tacque.

Mortale silenzioso.

La loro opportunità per Gara 2 è venuta e se n'è andata. Il sipario stava calando.

E poi è avvenuto il miracolo.

Donte DiVincenzo #0 reagisce dopo aver segnato la tripla vincente su Nicolas Batum dei 76ers alla fine del quarto quarto. Charles Wenzelberg/New York Post

“Momento Reggie Miller”, ha detto Clyde Frazier in seguito nei corridoi di MSG. “È tutto destino, amico. È tutto destino.”

In un frenetico ed emozionante tratto di 14 secondi, i Knicks hanno trasformato un deficit di cinque punti in un punto di vantaggio, cavalcando quell'onda folle fino a vincere 104-101 sui Sixers all'MSG e portarsi in vantaggio per 2-0.

Il tiro potente è arrivato da Donte DiVincenzo, che ha segnato una tripletta a 13,1 secondi dalla fine della partita dando ai Knicks un punto di vantaggio.

Ma la sequenza richiede una contabilità completa:

Jalen Brunson ha giocato male per tutta la serata, riuscendo finalmente a mettere a segno una tripla – la sua prima del quarto quarto dopo sei errori consecutivi – per tagliare il vantaggio a 2 a 27 secondi dalla fine.

Il suo tiro ha richiesto un fortunato rimbalzo sul canestro.

A Philadelphia, l'eroe di Gara 2 Josh Hart ha spogliato Tyrese Maxey, che è caduto impotente sul campo.

Tyrese Maxey #0, perde la palla quando la guardia dei New York Knicks Josh Hart #3 e la guardia dei New York Knicks Jalen Brunson #11 stanno difendendo negli ultimi secondi della partita. Charles Wenzelberg/New York Post

Ha trovato DiVincenzo, che ha mancato una tripla, portando ad un rimbalzo offensivo di Isaiah Hartenstein.

La palla è poi passata da Hartenstein a OG Anunoby a DiVincenzo per il tiro più grande dei Knicks da anni.

READ  Gli animalisti Aimek Eko e Katia Shoukry interrompono il gioco Bells Rams

“Trova un modo”, ha detto Bronson.

Donte DiVincenzo #0 reagisce con Jalen Brunson #11, Myles McBride #2 e Josh Hart #3 dei New York Knicks dopo la seconda metà contro i Philadelphia 76ers in Gara 2 dei playoff del primo turno della Eastern Conference al Madison Square Garden. Immagini Getty

“Era molto rumoroso lì dentro”, ha aggiunto DiVincenzo. “Onestamente, dopo aver perso la prima parte, speravo davvero che Isaiah la capisse [the rebound] Poiché conoscevo la rotazione dell'intera cosa, avrei dato una seconda occhiata. Grazie a Dio ha ottenuto il rimbalzo offensivo.

Tuttavia, i Knicks avevano bisogno di qualche altra giocata importante per garantire la celebrazione – e Hartenstein ha dovuto fare una dura gara su un potenziale layup mancato di Tyrese Maxey con 7,6 secondi rimasti.

Anunoby ha raccolto la vittoria dalla lunetta.

Joel Embiid cerca una chiamata durante Gara 2 contro i Knicks Charles Wenzelberg/New York Post
Tyrese Maxey (0) annuisce dopo aver realizzato un canestro da 3 punti durante la seconda metà di Gara 2. AP

Quando la situazione si calmò, i Knicks superarono i Sixers 8-0 negli ultimi 27 secondi.

“Ci sono stati degli ottimi piazzamenti, ma questo era tra i migliori”, ha detto Tom Thibodeau. “Ti mostra semplicemente in cosa consistono i playoff. Molte volte, è un gioco frenetico qui, un gioco frenetico là, solo per trovare un modo per vincere. Stasera abbiamo fatto alcuni colpi importanti, giocate veloci, scendendo in campo, arrivando uscire con un recupero, uscire con un muro, effettuare tiri liberi abbiamo fatto di tutto.

“Non penso mai che le partite finiscano”, ha aggiunto l'allenatore. “E ti dimostra che puoi recuperare terreno molto velocemente. Ne arrivano 3, rubi, ne prendi altri 3 e loro ne perdono un paio – e subito dopo, il gioco sta cambiando. È così che le cose possono cambiare E ci vuole fortuna. In alcune volte la palla rimbalza nella tua direzione, e noi abbiamo avuto una palla che rimbalzava attorno al canestro ed entrava, quindi anche questo fa parte del gioco.

READ  Commercio di gemelli di Michael A. Taylor

I Knicks se la sono cavata con un'altra brutta partita di Brunson.

Jalen Brunson festeggia lunedì durante Gara 2 contro i 76ers. Charles Wenzelberg/New York Post

Ha fatto seguito a un fallimento in Gara 1 con un clunker in Gara 2, tirando 8 su 29 in totale, lasciandolo 16 su 57 nella serie.

Ma i suoi compagni di squadra hanno colto il problema, in particolare gli ex compagni di squadra del Villanova Hart (21 punti) e DiVincenzo (19).

Nel frattempo, i Sixers hanno ottenuto molto dalle loro stelle, anche se hanno resistito negli ultimi secondi. Joel Embiid e Maxi erano elencati come discutibili nel rapporto sugli infortuni prima della partita.

Josh Hart n. 3 dei New York Knicks tira la palla mentre Nicolas Batum n. 40 dei Philadelphia 76ers e n. 12 Tobias Harris difendono durante la seconda metà di Gara 2 dei playoff del primo turno della Eastern Conference al Madison Square Garden. Immagini Getty

Ed entrambi sembravano stare bene.

Maxey, che stava lottando contro un malore, è uscito con 35 punti e 10 assist. Ha preso il sopravvento nel quarto quarto, superando Brunson fino a quei fatidici 27 secondi finali.

Embiid, nervoso dopo essersi ripreso dall'intervento al ginocchio, ha perso 34 punti e 11 punti.

Nonostante questi numeri, i Knicks hanno comunque vinto. Sono tornati per la chiamata alla ribalta.

“Non credo che la nostra fiducia sia diminuita affatto”, ha detto DiVincenzo.

Carica altro…




https://nypost.com/2024/04/22/sports/knicks-pull-off-game-2-miracle-to-stun-76ers/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l'URL di condivisione