Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I manifestanti occupano Hamilton Hall alla Columbia: aggiornamenti in tempo reale sulle proteste universitarie

I manifestanti occupano Hamilton Hall alla Columbia: aggiornamenti in tempo reale sulle proteste universitarie

L’occupazione dell’edificio nel campus della Columbia University all’inizio di martedì ha segnato 24 ore particolarmente tese di proteste filo-palestinesi in tutto il paese. .

La polizia ha iniziato ad arrestare i manifestanti che avevano occupato un edificio presso la California State Polytechnic University di Humboldt per più di una settimana. E alla Portland State University, nell’Oregon, gli studenti hanno preso possesso di una biblioteca.

A Manhattan, la presa di controllo della Hamilton Hall della Columbia è iniziata subito dopo mezzanotte, con i manifestanti che hanno marciato per il campus cantando “Palestina libera”. Nel giro di 20 minuti, i manifestanti hanno preso il controllo dell’Hamilton, un edificio di 118 anni che è stato il centro delle proteste nei campus fin dagli anni ’60. Un portavoce della Columbia non è stato immediatamente disponibile.

video

Tamilizzazione

Tamilizzazione

I manifestanti della Columbia hanno occupato un edificio nel campus

Quelli all'interno hanno bloccato le porte di Hamilton Hall con i mobili. All'esterno, i manifestanti hanno attaccato le braccia ai muri degli ingressi.

“La Palestina vivrà per sempre.” “Vai, ahimè.” “Palestina libera, libera”. “Palestina libera, libera, libera”. “Chiudilo.” “La Palestina sarà libera.” “Rilascia, ritirati, non ci fermeremo, non ci fermeremo.”

Quelli all'interno hanno bloccato le porte di Hamilton Hall con i mobili. All'esterno, i manifestanti hanno attaccato le braccia ai muri degli ingressi.debitodebito…Bing Guan per il New York Times

All'esterno dell'edificio neoclassico, i manifestanti, molti dei quali indossavano elmetti, occhiali protettivi, guanti e maschere, hanno assediato l'ingresso. Quelli all'interno hanno allineato sedie e tavoli all'ingresso. Un manifestante ha preso un martello per rompere il vetro di una porta. I manifestanti sembrano avere il libero controllo dell'edificio.

L’edificio, intitolato ad Alexander Hamilton, il primo ministro del Tesoro, è stato al centro dei movimenti almeno dal 1968.

Martedì si preannuncia un’altra giornata tesa nel campus della Columbia a Manhattan, con gli studenti pronti a intraprendere ulteriori azioni contro un accampamento filo-palestinese nel campus e gli amministratori in attesa di vedere se la loro decisione di sospendere i manifestanti che sono rimasti sul posto sedarà le proteste. .

Lunedì i manifestanti di Portland hanno preso il controllo della biblioteca della Portland State University, dove alcune parole dipinte come “Free Gaza”, un cartello proclamava “Gloria ai nostri martiri”, e gli attivisti hanno chiesto di recidere tutti i legami con l'università. La Boeing ha fornito armi all'esercito israeliano.

Bob Day, capo dell'ufficio di polizia di Portland, ha stimato che lunedì sera all'interno dell'edificio fossero presenti tra i 50 ei 75 manifestanti. Le autorità hanno esortato i manifestanti a lasciare l'area e hanno avvertito che le persone coinvolte potrebbero dover affrontare accuse penali

Martedì i manifestanti studenteschi hanno marciato intorno al campus della Columbia University.debito…Bing Guan per il New York Times

La Columbia ha annunciato lunedì sera di aver iniziato a sospendere gli studenti che non erano riusciti a lasciare il campo nel campus di Manhattan entro la scadenza fissata dall'università il giorno prima. Dopo una giornata di proteste e caos, la mossa riflette il difficile equilibrio che i dirigenti della Columbia stanno cercando di trovare.

Gli studenti del campo, insieme a centinaia di sostenitori, hanno trascorso un pomeriggio teso circondando il sito in forze per impedire la rimozione delle tende. Ma senza alcun segno di intervento della polizia, la maggior parte dei manifestanti ha cominciato a disperdersi nel tardo pomeriggio, lasciando diverse dozzine di studenti e circa 80 tende all'interno del campo.

Appena fuori, sono rimasti indietro anche una dozzina di insegnanti che indossavano giubbotti di sicurezza gialli e arancioni, molti dei quali affermavano di voler restare per la notte per garantire il diritto di protesta dei loro studenti.

La mossa della Columbia sembrava essere un tentativo di eliminare gradualmente l'accampamento aperto quasi due settimane prima della laurea dell'università del 15 maggio, piuttosto che sradicarlo con la forza, una mossa che gli amministratori temevano avrebbe scatenato ulteriori proteste. L'università ha detto di non aver identificato tutti gli studenti del campo ma di averne identificati alcuni. La sospensione verrà comunicata individualmente via e-mail.

“Abbiamo iniziato a sospendere gli studenti come parte della prossima fase degli sforzi per garantire la sicurezza del nostro campus”, ha detto il portavoce dell'università Ben Chang.

Secondo l’università, solo gli studenti che sono rimasti nel campo dopo le 14 di lunedì subiranno la sospensione immediata, non le centinaia che sono venute per proteggere il campo e mostrare il loro sostegno nel pomeriggio.

Almeno finora, una parte significativa degli studenti manifestanti ha promesso di restare. In una conferenza stampa, Sueda Polat, una studentessa organizzatrice del campo, ha detto che l'università non ha fatto concessioni significative per disinvestire da società legate all'occupazione israeliana di Gaza, una delle richieste chiave dei manifestanti. Anche la Colombia ha sospeso i negoziati. Di conseguenza, ha detto, gli studenti all'interno del campo “non saranno spostati se non con la forza”.

“Ci è stato chiesto di disperderci, ma era contro la volontà degli studenti”, ha detto. “Non stiamo cedendo alle pressioni universitarie. Stiamo agendo sulla base dei desideri degli studenti”, ha detto.

Fonte: Google Earth

Nota: foto scattata lunedì 29 aprile

Di Leanne Abraham; Foto di Ping Guan

Elka Castro, 47 anni, assistente professore presso il dipartimento di spagnolo del Barnard College, scuola gemella della Columbia, è tra i docenti e i membri dello staff che sorvegliano l'accesso alle tende. “Ho le mie opinioni su Gaza e sulla Palestina, ma sono qui principalmente per proteggere i miei studenti”, ha detto.

La signora Castro ha detto di non aver ricevuto alcuna informazione dalla Colombia sul fatto che gli insegnanti che partecipano alla protesta saranno soggetti a censura.

I manifestanti in Colombia hanno scatenato manifestazioni filo-palestinesi simili nei campus di tutto il paese. Centinaia di studenti sono stati arrestati.

Lunedì gli amministratori della New York University, di fronte a un rinnovato schieramento filo-palestinese, hanno intrapreso un’azione simile nei confronti della Columbia. Ha detto che stava “procedendo con un'azione disciplinare” contro gli studenti che non si sono dispersi, invece di chiamare la polizia per sgomberare l'accampamento, come ha fatto una settimana fa, cosa che ha portato a più di 100 arresti.

Lunedì sera alla Princeton University, nel New Jersey, un gruppo di manifestanti ha occupato brevemente Cleo Hall, sede della scuola di specializzazione. Tredici persone sono state arrestate, tra cui cinque studenti universitari, sei studenti laureati, un ricercatore post-laurea e una persona non affiliata all'università. Tutti gli arrestati hanno ricevuto una convocazione per violazione di domicilio e sono stati banditi dal campus. Gli studenti dovranno anche affrontare la disciplina universitaria, che potrebbe estendersi alla sospensione o all'espulsione, ha detto in una nota il presidente di Princeton Chris Eisgruber.

A circa 20 miglia a nord, gli studenti hanno montato tende dai colori al neon sul prato del campus del New Brunswick della Rutgers University dopo una manifestazione di mezzogiorno.

Alla Columbia, gli amministratori hanno distribuito un avviso al campo lunedì mattina dicendo che i colloqui con i leader della protesta studentesca erano in fase di stallo. Ha esortato gli studenti ad allontanarsi volontariamente per consentire alla scuola di preparare il prato per le cerimonie di laurea.

L'università sta cercando di evitare di richiamare la polizia il 18 aprile su richiesta degli amministratori della Columbia, il cui intervento ha portato all'arresto di più di 100 studenti e ha suscitato ondate di proteste rabbiose fuori dai cancelli della scuola, alcune delle quali includevano palese retorica antisemita. .

“Una volta abbiamo chiamato la polizia di New York per distruggere il campo”, ha scritto in una lettera il presidente della Columbia, Nemet Shafik. Rapporto I copresidenti del Consiglio di amministrazione della Columbia hanno co-firmato venerdì scorso per la comunità. “Ma sulla base delle discussioni che abbiamo avuto tutti nella nostra comunità e con esperti esterni, riportare indietro la polizia di New York in questo momento avrebbe un effetto negativo e esacerberebbe ulteriormente ciò che sta accadendo nel campus.”

Miniatura della pagina 1

Un avviso diffuso lunedì avvertiva gli studenti in protesta che “l'attuale accampamento non autorizzato e i disordini nel campus della Columbia University stanno creando un ambiente spiacevole per i membri della nostra comunità”.

Ha affermato che gli studenti non sarebbero stati penalizzati per la partecipazione al campo se avessero firmato un modulo in cui promettevano di non violare le regole universitarie entro la fine del prossimo anno accademico. Gli studenti del campo che hanno già subito sanzioni per precedenti violazioni non avranno diritto allo stesso trattamento, si legge nel documento.

La Columbia ha già sospeso circa 50 studenti per il campeggio originale su un prato vicino. Ma questa mossa non ha impedito a un gruppo più ampio di manifestanti di formare l’attuale campo.

La segnalazione ha contribuito Anna Betts, Erin Davis, Tracey Tully, Carla Marie Sanford, John Yoon E Mike Baker.

READ  Il leader di estrema destra Geert Wilders ha ottenuto il maggior numero di voti alle elezioni olandesi