Aprile 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I mutui in scadenza quest’anno minacciano di affondare l’economia americana poiché migliaia di posti di lavoro rimangono vuoti

I mutui in scadenza quest’anno minacciano di affondare l’economia americana poiché migliaia di posti di lavoro rimangono vuoti
  • Centinaia di prestiti per edifici adibiti ad uffici stanno per scadere in un momento molto brutto
  • I prestiti sono stati contratti in un periodo di bassi tassi di interesse e ora sono difficili da rifinanziare
  • Troppi prestiti inesigibili possono portare a una crisi bancaria e danneggiare l’economia

Miliardi di dollari in prestiti su edifici per uffici in scadenza potrebbero danneggiare l’economia americana dopo l’aumento dei tassi di interesse.

Secondo la Mortgage Bankers Association, quest'anno dovrebbero scadere circa 117 miliardi di dollari che dovranno essere pagati o rifinanziati.

Gran parte di esso è a rischio di default e costa a banche e sviluppatori ingenti somme, portandone alcuni alla bancarotta.

I proprietari di spazi per uffici in tutto il paese hanno contratto i loro prestiti quando i tassi di interesse erano la metà di quelli attuali, e potrebbero non essere in grado di rifinanziarli a tassi più alti.

I mutui commerciali, a differenza dei mutui immobiliari, vengono sempre pagati solo con gli interessi, lasciando il tasso originale da pagare alla fine, o rifinanziato per ricominciare il processo.

Allo stesso tempo, i ricavi derivanti dagli uffici sono diminuiti poiché molte aziende hanno ridimensionato i propri edifici e molti dei loro dipendenti lavorano da casa dopo la pandemia.

Gli economisti hanno scoperto il mese scorso che il 40% dei prestiti per uffici nei bilanci delle banche erano sottovalutati, ossia dovevano pagare più del valore della proprietà.

Le piccole banche regionali che hanno prestato denaro per acquistarle potrebbero essere a rischio se i prestiti andassero in default perché non sono abbastanza grandi per gestire le perdite.

Moody's Analytics stima che 224 dei 605 prestiti che scadranno a breve saranno difficili da rimborsare o rifinanziare perché i proprietari hanno troppi debiti o gli edifici non fruttano abbastanza soldi.

READ  Le azioni fluttuano dopo che i posti di lavoro negli Stati Uniti hanno riportato una svendita

Gli analisti prevedono che gli edifici dovranno generare almeno il 9% del loro debito in termini di reddito annuo, altrimenti i proprietari avranno difficoltà a rifinanziarsi.

Un esempio è il Seagram Building in Park Avenue a Manhattan, ipotecato per 760 milioni di dollari nel 2012.

Il prestito presupponeva che l’edificio avrebbe generato entrate per 74 milioni di dollari all’anno, ma il massimo ottenuto è stato di 69 milioni di dollari nel 2018 – e solo 27 milioni di dollari nel 2022, secondo Financial Times.

La luce alla fine del tunnel per i proprietari di uffici è che si prevede che la Federal Reserve inizierà a tagliare i tassi di interesse prima del previsto.

I tassi di interesse sono stati aumentati all'attuale livello del 5,5% per contenere l'elevata inflazione negli ultimi due anni.

Ma ora che l’inflazione, che ha devastato i bilanci delle famiglie, si è attenuata prima del previsto, i tassi di interesse potrebbero iniziare a scendere.

I ricavi derivanti dagli uffici sono diminuiti poiché molte aziende hanno ridimensionato i propri edifici e molti dei loro dipendenti lavorano da casa dopo la pandemia.
Gli alti tassi di interesse volti a soffocare l’inflazione continuano a spingere verso il basso il valore degli immobili scoraggiando gli acquirenti – un fenomeno esacerbato dai persistenti uffici vacanti.

Gli analisti di mercato sperano che ciò limiterà i danni, poiché nei prossimi due anni scadranno 1,5 trilioni di dollari di mutui.

Mentre quell’evento si avvicina, le grandi banche come Wells Fargo hanno già iniziato a ridurre le perdite preparandosi a scaricare il debito con uno sconto anche se i mutuatari sono aggiornati sugli ultimi sviluppi – un segno della loro mancanza di fiducia nei mercati commerciali, un tempo forti. mercato immobiliare.

Nel frattempo, gli alti tassi di interesse volti a soffocare l’inflazione continuano a spingere verso il basso il valore degli immobili scoraggiando gli acquirenti – un fenomeno esacerbato dalla persistente disponibilità di posti vacanti.

Questo fenomeno innescato dalla pandemia arriva mentre il lavoro a distanza ha mantenuto la sua importanza sin dalla sua comparsa durante la pandemia: la sua comparsa ha avuto un duro colpo sugli uffici e ora le banche offrono loro mutui.

READ  JetBlue e Spirit Airlines annullano una fusione da 3,8 miliardi di dollari per ostacoli antitrust.

La volontà di alcuni istituti di credito di subire perdite sui mutui erogati fino ad oggi deriva dal fatto che molti esperti continuano ad avvertire che questa asset class è “la prossima scarpa da abbandonare”.

Sulla scia delle recenti turbolenze nel settore bancario, ciò ha aumentato le probabilità di un’altra recessione dei mutui subprime.

Sebbene questa sia una brutta notizia per i proprietari che cercano un nuovo contratto di locazione per i loro edifici adibiti ad uffici, il rischio di inadempienze diffuse e il conseguente calo della domanda potrebbero soffocare la costruzione e lo sviluppo nelle principali città americane, molte delle quali stanno ancora lottando per riprendersi dopo la crisi. . L'epidemia.