Giugno 24, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I repubblicani alla Camera hanno litigato sulle regole per la scelta di un nuovo oratore

I repubblicani alla Camera hanno litigato sulle regole per la scelta di un nuovo oratore

I repubblicani alla Camera, divisi e demoralizzati dopo la cacciata del loro presidente questa settimana, stanno ora litigando silenziosamente su come scegliere un successore.

La controversia scoppiata venerdì suggerisce che le stesse divisioni che hanno portato alla caduta dell’ex presidente Kevin McCarthy continuano ad agitarsi all’interno dei ranghi del GOP, ponendo le basi per una corsa potenzialmente dura quando i legislatori sceglieranno la prossima settimana. Il suo sostituto.

In questione c’è la richiesta avanzata venerdì da più di 90 repubblicani alla Camera di modificare temporaneamente le regole interne del partito per la nomina di un oratore. Il portavoce ad interim Patrick D. della Carolina del Nord. In una breve lettera a McHenry e al presidente della conferenza, la deputata Elise Stefanik di New York, il gruppo ha richiesto una “riunione speciale dell’agenzia” per considerare il cambiamento. Il New York Times ha ottenuto una copia della lettera.

In quella lettera hanno chiesto di aumentare temporaneamente il limite per la presentazione delle candidature e di modificarlo. I sostenitori del cambiamento sollecitano un voto unanime della convenzione repubblicana invece dell’attuale maggioranza.

Sig. Hanno lanciato l’idea come un modo per promuovere l’unità dopo la cacciata di McCarthy, profondamente controversa.

Ciò, in teoria, eviterebbe il ripetersi della confusione pubblica che si è verificata a gennaio, quando i repubblicani hanno finalmente eletto Mr. Il paese ha visto la Camera vacillare durante 15 tornate di votazioni per appello nominale attorno a McCarthy.

Ma i sostenitori del leader della maggioranza alla Camera, il rappresentante Steve Scalise della Louisiana, che è in corsa per la presidenza, si affrettano a gridare allo scandalo, sostenendo che il cambiamento renderà più difficile per lui essere eletto.

READ  Le insolite abitudini telefoniche di Trump complicano l'indagine del 6 gennaio

La fratturata convenzione del GOP ha votato all’unanimità per Mr. Anche l’idea di schierarsi dietro Scalise o l’altro candidato annunciato, il rappresentante Jim Jordan dell’Ohio, è quasi impensabile.

Ma il Sig. Gli alleati di Scalise, incluso Mr. Si ritiene che Jordan otterrà la maggioranza, mettendolo in una posizione forte per sconfiggere il repubblicano dell’Ohio alla Camera secondo le regole attuali.

“Cambiare le regole creerebbe confusione e andrebbe a vantaggio solo dei candidati che non riescono a ottenere il 51% dei voti a porte chiuse”, ha affermato il deputato Lance Gooden del Texas.

Il rappresentante Ann Wagner del Missouri, Mr. Un sostenitore di Scalise ha affermato che “un cambiamento affrettato e dell’ultimo minuto delle regole non è proprio ciò di cui la convenzione ha bisogno in questo momento”.

“Abbiamo bisogno di unità, abbiamo bisogno di leadership”, ha detto. “Dovremmo essere tutti pronti a sostenere il candidato scelto dalla maggioranza”.

“Niente è vincolante” nel voto in teleconferenza, ha aggiunto. “L’unica votazione nell’aula della Camera dei Rappresentanti si svolge in piena trasparenza”, ha affermato.

I repubblicani alla Camera avrebbero dovuto nominare un nuovo candidato per il ruolo di relatore martedì a porte chiuse in uno scrutinio segreto, e una votazione potrebbe tenersi già il giorno successivo.

sotto corrente Regolamento della Convenzione del Partito Repubblicano, vince chi esce dallo scrutinio segreto con la maggioranza semplice. Cambiare le regole potrebbe portare a un processo più lungo in cui entrambi i candidati dovrebbero lottare per ottenere il sostegno dell’intera convenzione.

Sig. Gli alleati di Scalise hanno chiamato l’iniziativa Mr. La candidatura della Giordania è vista come un tentativo da parte dei promotori. Sig. Il deputato Chip Roy del Texas, che sosteneva la Giordania, era tra coloro che guidavano la carica per il cambiamento.

READ  In uno sviluppo scioccante, Bob Iger è stato nominato CEO della Disney

Sig. Anche gli alleati di McCarthy hanno fatto pressione sui membri affinché aderiscano, sostenendo che il cambiamento delle regole aiuterebbe a mantenere eventuali lotte intestine a porte chiuse. Ex Presidente per lungo tempo Sig. E il signor La sensazione tra i sostenitori di Scalise è che vogliono che Mr. Hanno tutto l’interesse ad aiutare a eleggere Jordan come presidente.

I membri che hanno firmato la lettera provengono da tutte le fazioni della convenzione repubblicana. Includevano il rappresentante Garrett Graves della Louisiana, un fedele alleato di McCarthy, e il rappresentante Bob Good della Virginia, uno degli otto membri di estrema destra che hanno votato per estrometterlo.