Giugno 17, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Dipartimento dell’Energia rifiuta una sovvenzione di 200 milioni di dollari al produttore di batterie dopo le critiche del Partito Repubblicano sui presunti legami con la Cina

Il Dipartimento dell’Energia rifiuta una sovvenzione di 200 milioni di dollari al produttore di batterie dopo le critiche del Partito Repubblicano sui presunti legami con la Cina

L’amministrazione Biden ha annullato i piani per una sovvenzione di 200 milioni di dollari a un produttore di batterie statunitense tra le critiche dei legislatori repubblicani sui presunti legami dell’azienda con la Cina.

Microvast, con sede in Texas, è stata una delle 20 aziende a vincere sovvenzioni per i semi per un totale di 2,8 miliardi di dollari per aumentare la produzione domestica di batterie. per auto elettriche. La società sta costruendo un impianto di batterie nel Tennessee ed era in trattativa con il Dipartimento dell’Energia per una sovvenzione di 200 milioni di dollari. Finanziato attraverso l’Infrastructure Act del 2021.

Martedì una portavoce del segretario all’Energia Jennifer Granholm ha confermato l’annullamento dei negoziati con Microfast, ma non ha fornito un motivo specifico.

Il DOE ha affermato in una dichiarazione che “mantiene un rigoroso processo di revisione prima di rilasciare qualsiasi fondo assegnato, e non è raro che le entità selezionate per partecipare alle negoziazioni di sovvenzione” alla fine rifiutino una sovvenzione federale.

“Il Dipartimento può confermare di aver scelto di annullare i negoziati e di non assegnare i fondi Microvast da questa opportunità di finanziamento competitiva”, ha dichiarato la portavoce del Dipartimento Charisma Troiano.

La società non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Repubblicani e Democratici hanno applaudito la decisione del dipartimento.

“Questo è un vantaggio per i contribuenti e le società americane”, ha dichiarato in una nota il presidente della House Science Committee Frank Lucas. “In nessun modo i nostri soldi delle tasse dovrebbero finanziare un’azienda con forti legami con il Partito Comunista Cinese. Questo denaro è destinato ad aumentare la produzione di batterie e la catena di approvvigionamento in America, non a rafforzare la morsa cinese su queste forniture”.

READ  La carenza di alloggi a prezzi accessibili sta colpendo il mercato immobiliare tra i più duri

Lucas e altri repubblicani hanno affermato di essere frustrati dal fatto che l’amministrazione Biden abbia impiegato più di sei mesi per “arrivare a una conclusione così chiara”. Lucas e altri legislatori del GOP si sono ripetutamente lamentati di quelli che chiamano i legami di Microvast con il Partito Comunista Cinese.

La decisione di revocare la sovvenzione “dimostra che il Dipartimento dell’Energia prende sul serio la sua supervisione del denaro dei contribuenti”, ha affermato Frank Pallone, R-NJ, il massimo democratico della commissione per l’energia e il commercio della Camera.

In un’audizione della commissione per l’energia del Senato a febbraio, il senatore John Barrasso, R-Wiyu, si è chiesto se una sovvenzione pianificata a Microvast andrebbe a vantaggio della Cina. Barrasso ha citato una società depositata presso la Securities and Exchange Commission in cui Microfast ha affermato che potrebbe non essere in grado di proteggere i propri diritti di proprietà intellettuale in Cina.

La Cina richiede spesso alle società straniere di collaborare con società cinesi per operare nel paese.

In una lettera del 1 maggio a Granholm, Barrasso ha affermato che il CEO di Microvast “si è vantato con i media cinesi dei forti legami di Microvast con la Repubblica popolare cinese”.

Legge sulle infrastrutture del 2021 Apparentemente, l’obiettivo era quello di sviluppare solide basi produttive nazionali e catene di approvvigionamento per veicoli elettrici e altra energia pulita, ha detto Barrasso.Per il Dipartimento dell’Energia distribuire 200 milioni di dollari in dollari dei contribuenti a una società unita alla Cina sarebbe ” una chiara contraddizione con l’intento della legge “Infrastrutture bipartisan”.

Barrasso ha definito la sovvenzione Microvast un esempio della “sindrome di Solyndra”, riferendosi a un programma dell’era Obama che ha pagato più di 500 milioni di dollari in garanzie di prestito alla fallita società di energia solare Solyndra. Lui e altri repubblicani hanno affermato che entrambi i casi hanno mostrato uno scarso controllo da parte delle amministrazioni democratiche.

READ  L'incubo dell'inflazione sta peggiorando: i prezzi alla produzione stanno esplodendo. Le regole della mentalità inflazionistica

Il programma di prestito si è in gran parte bloccato sotto il presidente Donald Trump, ma il presidente Joe Biden lo ha rilanciato. È separato dal finanziamento dell’Infrastructure Act assegnato in modo condizionale a Microvast e ad altre società.

Le sovvenzioni annunciate in ottobre avevano lo scopo di aiutare le aziende statunitensi a estrarre e lavorare litio, grafite e altri materiali per batterie. L’amministrazione Biden cerca di aumentare la produzione e le vendite di veicoli elettrici come parte fondamentale della strategia di Biden per rallentare il cambiamento climatico e sviluppare la produzione negli Stati Uniti.

“Questo è molto importante”, ha detto Biden a un evento alla Casa Bianca lo scorso anno, “perché il futuro delle auto è elettrico”. Le sovvenzioni del Dipartimento dell’Energia, insieme ad altre spese approvate nel Climate Act del 2022 – è uno sforzo per “assicurarci di tornare nel gioco (produzione di batterie) in grande stile”, ha detto Biden.