Giugno 14, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Kentucky conclude l'accordo per assumere Mark Pope dalla BYU per sostituire John Calipari: Fonte

Il Kentucky conclude l'accordo per assumere Mark Pope dalla BYU per sostituire John Calipari: Fonte

Consideriamo questa fumata bianca: c'è un nuovo papa, come il vecchio papa, in Kentucky. I Wildcats, con una mossa sorprendentemente rapida, stanno finalizzando un accordo per assumere l'ex giocatore della Gran Bretagna e attuale allenatore della BYU Mark Pope per sostituire John Calipari come prossimo allenatore di basket del programma, ha confermato giovedì una fonte vicina alle discussioni.

Calipari ha annunciato questa settimana che lascerà il Kentucky dopo 15 anni per assumere l'incarico di allenatore in Arkansas. Il direttore atletico Mitch Barnhart ha fatto due grandi cambiamenti negli allenatori vincitori del campionato nazionale – è stato rifiutato sia da Scott Drew del Baylor che da Dan Hurley del Connecticut – e almeno ha stretto legami con l'allenatore dei Chicago Bulls Billy Donovan, che in precedenza aveva portato la Florida a due titoli nazionali.

Barnhart si ritrovò con un allenatore molto meno competente in Pope, che vinse più di 20 partite sei volte in nove anni ma non vinse mai una partita del torneo NCAA. Aggiungilo a una lunga lista di modi, nello stile e nella sostanza, in cui Popeye è l'anti-Calipari, che, nonostante le recenti difficoltà, ha portato il Kentucky a sette Elite Eight, quattro Final Four e un campionato nazionale.

Ma Calipari è stato anche il re delle squadre individuali e delle squadre guidate dalle matricole, un approccio che è stato meno efficace negli ultimi quattro anni. Bob si avvicina alla creazione del roster in modo molto diverso.

Bollettino del polso

Aggiornamenti sportivi giornalieri gratuiti direttamente nella tua casella di posta. sottoscrizione

Aggiornamenti sportivi giornalieri gratuiti direttamente nella tua casella di posta. sottoscrizione

Lui compraAcquista la newsletter di Pulse

Quando gli è stato chiesto prima del torneo NCAA di quest'anno come ha gestito il portale trasferimenti, ha risposto L'atleta“La nostra prima priorità è trattenere i nostri giocatori, quindi quando inizi da quello spazio, tutto diventa un po' più semplice. Hai una certa continuità e puoi identificare alcuni pezzi, alcuni pezzi più profondi che devi aggiungere.

Pope è così abile nel perforare il portale – e dovrà farlo se il Kentucky vuole schierare una squadra competitiva la prossima stagione – che la BYU ha avuto quattro trasferimenti nella sua rotazione quest'anno, guidati dall'ex guardia di Texas A&M e Arkansas Jackson Robinson (che ha ancora l'idoneità). . Ma Pope ha ribadito: “La cosa più importante per noi è trattenere i nostri giocatori. Ci pensiamo ogni giorno”.

READ  Deon Dawkins: il giocatore dei Buffalo Bills descrive il momento in cui si è reso conto che "qualcosa non andava" dopo che Damar Hamlin è crollato

Allora addio porta girevole a Lexington? È davvero una nuova era, iniziata da un volto familiare.

Il 51enne Pope ha giocato due stagioni con i Wildcats ed è stato capitano della squadra del campionato nazionale del Kentucky nel 1996, una delle più grandi squadre universitarie di tutti i tempi. È stato una scelta al secondo turno del draft NBA e ha giocato parti di sei stagioni nel campionato, poi ha avuto periodi di assistente allenatore in Georgia, Wake Forest e BYU.

Il suo primo incarico da capo allenatore è stato allo Utah Valley, dal 2015 al 2019, dove ha vinto 23 partite nel terzo anno e 25 partite nel quarto anno. Si è poi trasferito alla Brigham Young University, dove ha registrato un record di 110-52 in cinque stagioni. Comprese due apparizioni nel torneo NCAA. I Cougars sono passati dalla West Coast Conference ai più impegnativi Big 12 in questa stagione e sono andati 23-11, comprese le vittorie su Baylor, Texas, Iowa State e Kansas. La BYU era una testa di serie numero 6 nel torneo NCAA, ma è stata sconvolta dalla testa di serie numero 11 Duquesne al primo turno.

I fan del Kentucky si aspettavano di trovare qualcuno più provato nella postseason, e hanno riacceso le loro speranze quando i primi tre nomi emersi quando Calipari era uscito sono stati Drew, Hurley e Donovan. Dopo il rifiuto di Drew e Hurley giovedì, c'era la speranza diffusa che Barnhart avrebbe fatto di tutto per Donovan. Ciò non è accaduto.

Lo ha detto una fonte britannica che ha familiarità con il processo di reclutamento L'atleta Giovedì sera tardi, è stata fatta un'offerta a Donovan, che non era interessato, ma molti altri punti vendita hanno riferito che Donovan sarebbe stato interessato se il Kentucky fosse stato disposto ad aspettare fino alla fine della stagione NBA, all'inizio di mercoledì prossimo, per impegnarsi in discussioni più serie.

I fan dei Wildcats che speravano in qualche notizia sono rimasti sorpresi quando giovedì sera è uscito il nome di Pope. Prima che la sua candidatura potesse essere pienamente elaborata, divenne chiaro che lo era già IL Uomo. C'è stata, e ci sarà, una forte reazione da parte dei fan, non per colpa di Pope, ma perché credono che Barnhart non sia riuscito a esaurire tutte le opzioni di alto livello prima di assumere Pope pochi giorni dopo la partenza di Calipari.

READ  Charvarius Ward si unirà ai San Francisco 49ers con un contratto di 3 anni

Il fatto è che Bob è un ragazzo che ama teneramente il Kentucky – il suo compagno di squadra al college era Jeff Sheppard, il cui figlio ha recitato per i Wildcats in questa stagione – ed è ampiamente considerato una brillante mente da allenatore. Ci sono dubbi sulla possibilità che possa reclutare ad un livello sufficientemente alto e si teme che un calo nel livello di talenti che può attrarre rispetto a quello che Calipari ha portato ogni anno sarebbe un grave shock per il sistema. Ma i Wildcats volevano il cambiamento, e questo è il cambiamento. e allora Lui è KFC capito?

Per cominciare, un ragazzo molto intelligente, ha frequentato la facoltà di medicina alla Columbia University dopo la sua carriera da giocatore, prima di iniziare la carriera da allenatore. Bob sta affrontando tutte le nuove sfide legate all'essere un allenatore di basket universitario nel 2024, compresi i nuovi grattacapi del NIL e del portale di trasferimento. Solo che non li considera degli inconvenienti.

“Questa è la differenza tra college e NBA”, ha detto Pope il mese scorso. “Nella NBA, devi concentrarti sempre sul basket. Al college, sei sempre multitasking. È parte del motivo per cui amo questo lavoro. È più come un CEO che viene trascinato continuamente in 100 direzioni diverse che un esperto di livello mondiale in uno specifico segmento del campo.

“E lo adoro. Adoro questo lavoro. È molto, ma è per questo che amiamo questo lavoro.”

E il basket vero e proprio? Qui L'atletaC.J. Moore, che ha studiato approfonditamente la Brigham Young University, fornisce un breve riassunto:

Le squadre di Pope hanno sempre giocato veloci. Quest'anno i Cougars hanno eseguito molte transizioni a tre e D, e a metà campo hanno eseguito molti tiri da cinque punti, costruiti attorno a routine di zoom e una forte dose di dribbling di passaggi e giocando attraverso la posizione. Erano al meglio con il centro di passaggio per primo Ali Khalifa (che ha diritto) in campo grazie alla sua capacità di colpire i taglierini, leggere le guardie e rispondere al modo in cui ha giocato la difesa.

Questo è stato un cambiamento per le sue squadre in passato. Bob ha eseguito attacchi consistenti sullo schermo di palla per gran parte della sua carriera, ma qualunque sia l'attacco che esegue, le sue squadre sono sempre state ben istruite e divertenti da guardare. Dall'acume di X e O, questo è un enorme miglioramento rispetto a dove si trovava il Kentucky.

Buono anche il track record dal punto di vista dell’efficienza. Tre delle sue cinque squadre alla BYU sono finite tra le prime 25 in termini di attacco corretto, e la sua ultima squadra nella Utah Valley è finita tra le prime due nel WAC in termini di efficienza offensiva. Ha sicuramente dimostrato di essere un allenatore offensivo e qualcuno che può adattarsi al suo talento e costruire roster in base al modo in cui vuole giocare.

I suoi Cougars sono stati scelti per finire 13 ° nella loro prima apparizione nei Big 12 in questa stagione, ma sono finiti quinti, a pari merito con il numero 1 del Kansas prima della stagione. Hanno vinto anche all'Allen Fieldhouse, cosa che poche squadre fanno, e sono classificati al 13° posto nella top 25 dell'Athletic all'inizio della prossima stagione grazie a tutto il loro talento di ritorno. La squadra di Pope non ha mai vinto la West Coast Conference, ma è arrivata seconda dietro Gonzaga due volte, e quelle squadre Bulldog sono arrivate seconde al KenPom nel 2020 e seconde a livello nazionale nel 2021.

Bob è un allenatore intelligente, premuroso e umile, e la descrizione del lavoro – una posizione di CEO multitasking – parla del suo approccio e del fatto che non troverà scuse per le circostanze con cui si confronta, il che potrebbe rivelarsi utile nel suo primo anno al Kentucky.

Lettura obbligatoria

(Foto: Jeffrey Swinger/USA Today)

READ  Rosenthal: l'acquisto di Wilson Contreras da parte dei Cardinals è sempre stata una scelta discutibile