Giugno 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il molo americano per aiutare Gaza è stato danneggiato dal mare agitato

Il molo americano per aiutare Gaza è stato danneggiato dal mare agitato

Martedì il Pentagono ha dichiarato che un molo temporaneo costruito e installato dalle forze armate statunitensi per fornire gli aiuti umanitari tanto necessari a Gaza è crollato in mezzo al mare agitato.

Il recente disastro che ha colpito il progetto del porto ha avuto giorni particolarmente cupi a Gaza, dove le forze israeliane hanno intensificato i loro attacchi contro la città di Rafah appena due giorni dopo aver effettuato un raid mortale che ha ucciso decine di persone.

“Sfortunatamente, abbiamo avuto una tempesta perfetta in condizioni di alto mare e poi, come ho già detto, contemporaneamente è arrivato anche il sistema meteorologico in Nord Africa, che non ha creato un ambiente ideale per operare”, ha affermato Sabrina Singh, il vice addetto stampa del Pentagono. Lo ha detto in una conferenza stampa.

Ha aggiunto che gli ingegneri dell’esercito stanno lavorando per ricostruire il molo, e i funzionari del Dipartimento della Difesa sperano che sia “pienamente operativo in poco più di una settimana”.

All’inizio di marzo, il presidente Biden ha sorpreso il Pentagono annunciando che l’esercito americano avrebbe costruito un molo per Gaza. I funzionari della difesa hanno subito anticipato che ci sarebbero stati problemi logistici e di sicurezza.

Nei giorni successivi all’apertura del porto, il 17 maggio, i camion sono stati saccheggiati mentre erano in viaggio verso un magazzino, costringendo il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite a sospendere le sue operazioni. Dopo che le autorità hanno aumentato le misure di sicurezza, il tempo è peggiorato. I funzionari statunitensi speravano che le onde del mare non sarebbero iniziate più tardi durante l’estate.

Sabato, due piccole navi militari statunitensi che facevano parte dell’operazione sono state costrette a sbarcare dalle forti onde in Israele. I funzionari hanno detto che domenica una parte del molo è stata completamente disattivata, compresa un’area di parcheggio più ampia per lo scarico delle provviste trasportate dalle navi. Questa parte dovrà essere ricollegata.

READ  Panico durante l'evacuazione dell'ospedale Al-Shifa a Gaza, e l'esercito israeliano nega di avergli ordinato di farlo Notizie sul conflitto israelo-palestinese

La signora Singh ha detto che il molo è stato ora rimosso dalla costa di Gaza per riparazioni dopo essere stato danneggiato dalle onde del mare agitato. Nei prossimi due giorni verrà rimorchiato e trasportato ad Ashdod, nel sud di Israele, per le riparazioni.

Il fatto che il molo da 320 milioni di dollari sia stato in grado di trasportare 1.000 tonnellate di aiuti a Gaza prima di crollare dimostra che può funzionare, ha detto.

La politica della Casa Bianca non consente alle truppe americane di restare a Gaza, quindi il Pentagono ha potuto iniziare la missione ma non completarla.

Mentre il progetto del porto incontra difficoltà, la situazione a Gaza rimane disastrosa. Secondo i funzionari sanitari della regione, anche prima dei mortali raid israeliani di domenica, più di 34.000 persone erano state uccise e più di 77.000 ferite.