Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il premier britannico Boris Johnson si scusa per la rabbia alla festa di Lockdown Drinks

Il primo ministro Boris Johnson il 10 gennaio 2022 a Oxbridge, a ovest di Londra.

Dominic Lipinski – PA Immagini | Immagini PA | Getty Images

LONDRA – Mercoledì il primo ministro britannico Boris Johnson si è scusato per aver ammesso di aver partecipato a una festa “porta il tuo liquore” al Downing Street Garden nel maggio 2020.

L’attentato ha scatenato una massiccia reazione pubblica e ha destabilizzato nuovamente la carica di primo ministro di Johnson.

Parlando con i legislatori alla Camera dei Comuni, Johnson ha detto che voleva scusarsi per le sue azioni ed era consapevole che c’erano coloro che erano arrabbiati con lui e il suo governo per quella che chiamava corruzione “partygate”.

“C’erano cose che non andavamo bene e devo assumermi la responsabilità”, ha detto Johnson.

Il Primo Ministro ha ammesso di aver partecipato al Downing Street Garden Party il 20 maggio 2020, momento in cui ha affermato di “credere che fosse un evento di lavoro”. Ha aggiunto che guardando indietro, tutti avrebbero dovuto essere rimandati dentro.

Il leader laburista dell’opposizione Khair Stormer ha accusato Johnson di “imbrogliare e ingannare per mesi” e di aver esortato il primo ministro a “fare qualcosa di decente e dimettersi”.

Stormer ha descritto l’argomento di Johnson secondo cui non si rendeva conto che l’evento era una festa, “per offendere il pubblico britannico”.

I dettagli della festa sono emersi per la prima volta lunedì sull’emittente britannica ITV Pubblicato E-mail trapelata dal principale segretario personale di Johnson, Martin Renault.

Dalle 18:00 del 20 maggio 2020, più di 100 dipendenti di Downing Street hanno ricevuto un’e-mail per “approfittare di questo bel clima e bere alcuni drink sponsorizzati dalla comunità al Garden No. 10”. Questo messaggio è stato inviato in un momento in cui sono in vigore le regole di blocco. Il Regno Unito ha vietato i grandi raduni all’aperto.

READ  Funzionari statunitensi hanno confermato che la Russia ha lanciato potenti missili ipersonici contro l'Ucraina. Ecco cosa sappiamo

“Porta il tuo liquore!” Reynolds ha firmato l’e-mail chiamando lo staff.

Entro un’ora dalla programmazione del Downing Street Garden Party, il governo ha tenuto una conferenza stampa quotidiana con il segretario alla cultura Oliver Dow, ricordando al pubblico che dovrebbero incontrarsi all’aperto solo in coppia.

Notizie del cielo Segnalato Sia il Primo Ministro che Gary Johnson sono stati avvistati il ​​20 maggio nel giardino di Downing Street con circa 40 dipendenti. Il portavoce di Johnson ha rifiutato di commentare i dettagli.

Segue diversi scandali separati che coinvolgono Johnson ei suoi funzionari, comprese altre accuse di parti che violano le regole di Downing Street e l’assegnazione di lucrativi contratti governativi del governo. Ristrutturazione dell’appartamento di Johnson a Downing Street.

La vicepresidente laburista Angela Rainer ha suggerito che se Johnson fosse nel partito, la sua posizione sarebbe “inaccettabile” se avesse mentito al riguardo. Rainer ha chiamato la polizia metropolitana per indagare sulle affermazioni. Il dipartimento meteorologico ha detto che era in trattative con l’ufficio di gabinetto.

Alcuni legislatori del Partito conservatore al potere hanno chiesto a Johnson di dimettersi se si scopre che ha violato leggi severe introdotte dal suo stesso governo per frenare la diffusione del governo.

Johnson in precedenza aveva affermato che l’alto funzionario del governo Sue Gray non avrebbe potuto commentare le accuse fino al completamento di un’indagine interna.

L’inizio della fine di Johnson?

“È importante notare che questa non è l’unica fonte di frustrazione all’interno del Partito conservatore per la leadership di Boris Johnson”, ha detto mercoledì a Street Science Europe della CNBC Matthew Goodwin, professore di politica all’Università del Kent.

Goodwin ha citato l’insoddisfazione della spina dorsale conservatrice per il mancato utilizzo della Brexit, la mossa per aumentare le tasse e la mancanza di strategia quando si tratta di “stabilizzazione” – lo slogan politico frequentemente utilizzato da Johnson nel suo tentativo di migliorare le infrastrutture nel nord dell’Inghilterra.

Inoltre, l’aumento globale dei prezzi del gas all’ingrosso e le crescenti pressioni inflazionistiche stanno esercitando maggiori pressioni sul governo Johnson.

“Non deve essere la fine, ma per Boris Johnson sta iniziando a sembrare la fine”, ha detto Goodwin.

“C’è sempre stata una domanda se Boris Johnson fosse primo ministro, se avesse davvero la visione del suo primo ministro in primo luogo e in secondo luogo. [whether he] Aveva le qualità di leadership necessarie per essere primo ministro. Infatti, se queste due cose si scontrano, potrebbe dimettersi in poche settimane”, ha aggiunto.

“Naturalmente, farebbe ripiombare la politica britannica nel caos”.

Screenshot di Oliver Dowden, Segretario per il digitale, la cultura, i media e lo sport, durante la conferenza stampa del governo a Downing Street, Londra, il 20 maggio 2020.

Video PA – Immagini PA | Immagini PA | Getty Images

Tuttavia, non tutti credono che le ultime rivelazioni indichino che i giorni del mandato di Johnson siano contati.

Mujtaba Rahman, amministratore delegato dell’Eurasia Group, ha affermato che il “partygate” ha messo Johnson sotto grande pressione e che, sebbene sia probabile che venga sostituito nella seconda metà dell’anno, è comunque improbabile che il primo ministro si riprenda. Fino al 2022.

“Le conseguenze di questo ultimo scandalo si riverbereranno per qualche tempo a venire e sarà una priorità di Johnson mantenere il rapporto tra i vari partiti tenuti al numero 10”, ha affermato Rahman.

“Ma la più grande risorsa di Johnson è la sua straordinaria capacità di recuperare. Aggiunto.