Gennaio 27, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il presidente della Fed Waller sostiene un aumento dei tassi di un quarto di punto alla prossima riunione

Christopher Waller, candidato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump alla carica di governatore della Federal Reserve, ascolta durante un’audizione di conferma per il Comitato bancario del Senato a Washington, D.C., giovedì 13 febbraio 2020.

Andrea Harrier | fioreberg | Immagini Getty

Il governatore della Federal Reserve Christopher Waller ha dichiarato venerdì di essere favorevole a un aumento di un quarto di punto percentuale dei tassi di interesse alla prossima riunione, in attesa di ulteriori prove che l’inflazione stia andando nella giusta direzione.

assicurarsi previsione di mercatoIl funzionario della banca centrale ha dichiarato durante un evento del Council on Foreign Relations a New York che la Fed potrebbe ridurre i suoi aumenti dei tassi.

Ma ha anche detto che non è il momento di dichiarare vittoria sull’inflazione, paragonando la politica monetaria a un aereo che è salito più velocemente ed è ora pronto per una graduale discesa.

“In linea con questa logica e sulla base dei dati disponibili al momento, sembra esserci un po’ di turbolenza in arrivo, quindi attualmente sono favorevole a un aumento di 25 punti base alla prossima riunione del FOMC alla fine di questo mese”, Waller detto in osservazioni preparate. “Oltre a ciò, abbiamo ancora molta strada da fare verso il nostro obiettivo di inflazione del 2% e mi aspetto di sostenere il continuo inasprimento della politica monetaria”.

Non ha specificato fino a che punto ha visto salire i prezzi e avrebbe dovuto partecipare a una sessione di domande e risposte dopo il discorso delle 13:00 ET.

Altri funzionari, come il presidente della Fed di Filadelfia Patrick Harker, hanno indicato un aumento di 0,25 punti percentuali dal 31 gennaio al 31 febbraio. Prima riunione del FOMC, ma Waller è chiaramente il membro di rango più alto.

READ  Elon Musk dice che vuole rimanere in salute, ma non ha paura della morte

Mentre il mercato e la Federal Reserve sembrano essere sulla stessa pagina di dove si stanno dirigendo i prezzi a breve termine, c’è dell’altro nella differenza.

I banchieri centrali hanno ampiamente affermato di vedere i tassi di interesse stabili a un livello elevato fino alla fine dell’anno, mentre i mercati registrano un picco in estate per poi scendere poco dopo.

La differenza, ha detto Waller, ha in gran parte a che fare con le percezioni di dove andrà l’inflazione.

“Il mercato ha una visione molto ottimista sul fatto che l’inflazione scomparirà. Ci sarà pura inflazione”, ha detto Steve Leisman della CNBC durante una sessione di domande e risposte dopo il discorso. “Noi abbiamo una visione diversa. L’inflazione non scomparirà miracolosamente. Sarà più lento e più difficile abbattere l’inflazione, quindi dobbiamo mantenere i tassi più alti più a lungo e non iniziare ad abbassare i tassi entro la fine dell’anno”.

Waller è stato generalmente ottimista sull’economia, osservando che l’attività è rallentata in alcune aree chiave come la produzione, la crescita dei salari e la spesa dei consumatori. Ha sottolineato che l’obiettivo della Fed non è quello di “fermare l’attività economica”, ma piuttosto di riequilibrarla in modo che l’inflazione cominci a diminuire.

Negli ultimi mesi, le misure dell’inflazione come l’indice dei prezzi al consumo e l’indice dei prezzi core PCE preferito dalla Fed sono diminuite rispetto ai massimi della scorsa estate. Ma ha notato che mentre l’IPC core è sceso dello 0,1%, l’indice esclusi cibo ed energia era ancora in aumento dello 0,3% “e ancora molto vicino a dove era un anno fa”.

“Quindi, mentre potresti prendere un mese o tre mesi di dati e dipingere un quadro roseo, ti metterei in guardia dal farlo”, ha detto. “Più breve è la tendenza, più grande è il granello di sale quando si inghiotte una storia sul futuro.”

READ  I futures su azioni sono leggermente diminuiti poiché gli investitori attendono guadagni dalle grandi banche

Ma Waller ha detto di vedere ancora un possibile “atterraggio morbido” per l’economia, uno scenario che vedrebbe “progressi sull’inflazione senza danneggiare seriamente il mercato del lavoro”.

“Finora siamo stati in grado di farlo e sono ottimista sul fatto che questo progresso possa continuare”, ha affermato.