Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il presidente dell’ULA afferma che il razzo Vulcan slitterà al 2024 a causa di problemi con il sistema di terra

Il presidente dell’ULA afferma che il razzo Vulcan slitterà al 2024 a causa di problemi con il sistema di terra
Ingrandire / Il razzo Vulcan dell’ULA si sposta sulla rampa di lancio per i test.

Alleanza di lancio unita

La United Launch Alliance non vedrà il debutto del suo razzo Vulcan di prossima generazione nel 2023, come precedentemente previsto.

L’amministratore delegato dell’azienda, Tori Bruno, ha annunciato il ritardo Sul sito di social networking X Domenica. La United Launch Alliance stava lavorando al primo volo del booster la vigilia di Natale, dalla stazione spaziale di Cape Canaveral in Florida.

Bruno ha fatto l’annuncio dopo che la compagnia ha tentato di completare un test di rifornimento dell’intero razzo, noto come prova sul bagnato.

“L’auto si è comportata bene”, ha scritto Bruno. “Il sistema di terra presentava alcuni problemi (di routine), (sono in fase di correzione). Abbiamo eseguito il programma per molto tempo, quindi non abbiamo ancora finito. Vorrei un WDR completo prima del nostro primo volo, quindi probabilmente sarà finito la vigilia di Natale. Peregrine Next Window È l’8 gennaio.”

Peregrine è il carico utile principale del razzo, un lander lunare costruito da Astrobotic che mira a portare esperimenti scientifici della NASA e altri carichi utili sulla Luna. Ha finestre di lancio specifiche per raggiungere la Luna e tentare l’atterraggio in condizioni di illuminazione ideali.

Dalle informazioni contenute nel commento di Bruno, sembra che il lavoro per correggere i sistemi di rifornimento di terra di Vulcano – il propellente del primo stadio è metano, con cui la United Launch Alliance non ha mai lavorato prima – richiederà abbastanza tempo da impedire un’altra operazione di rifornimento. Test in vista della finestra di lancio del razzo di fine dicembre. Pertanto, il prossimo tentativo di lancio avverrà probabilmente entro e non oltre l’8 gennaio.

READ  La navicella spaziale Lucy della NASA fa una scoperta “straordinaria” durante il sorvolo dell’asteroide Dinkenish

Ritmo leggero

È stato un anno lento per la United Launch Alliance, che dieci anni fa dominava il settore dei lanci negli Stati Uniti. La compagnia lancerà solo tre razzi quest’anno solare: la missione segreta NROL-68 su un razzo Delta IV Heavy a giugno, la missione “Silentbarker” del National Reconnaissance Office su un razzo Atlas V a settembre e due satelliti Project Kuiper. Per Amazon Atlas V in ottobre.

Questo è il numero totale di lanci più basso della società dalla sua fondazione nel 2006, quando le attività missilistiche di Lockheed Martin e Boeing furono unite.

Parte del motivo del totale inferiore è che la United Launch Alliance sta passando dalla sua storica flotta di razzi Delta e Atlas a Vulcan, che mira ad essere più competitiva in termini di prezzi con altre offerte commerciali, come Falcon 9 e Falcon Heavy di SpaceX. Missili. Il Vulcan sarà molto richiesto una volta che inizierà a volare regolarmente.

Tuttavia, un altro fattore è che il basso costo e l’affidabilità dei razzi Falcon hanno distolto il lavoro di lancio commerciale e governativo dalla United Launch Alliance. SpaceX è cresciuto costantemente negli ultimi dieci anni mentre la United Launch Alliance ha lottato per competere.

Mentre Bruno ha lanciato solo tre razzi nel 2023, SpaceX in una manciata di occasioni ha lanciato tre razzi in tre giorni durante quest’anno solare. SpaceX probabilmente chiuderà l’anno con tra 95 e 100 lanci.