Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Incontra i vincitori del concorso Wildlife Photographer of the Year di quest’anno

Incontra i vincitori del concorso Wildlife Photographer of the Year di quest'anno

Ti sei mai chiesto come ci si sente a guardare la danza riproduttiva di una gigantesca stella marina, guardare un albero di corna (da una distanza di sicurezza), fissare funghi macchiati dal sole in una foresta fantastica o guardare un orso polare attraverso la finestra di una casa abbandonata? Ora puoi, grazie ai vincitori del Wildlife Photographer of the Year Awards 2022.

Il Museo di Storia Naturale di Londra, che gestisce il concorso, ha annunciato questa settimana le foto vincitrici e le esporrà in una mostra che aprirà venerdì. Alla fine farà un tour in tutto il Regno Unito e altrove in Europa, oltre che in Nord America (inclusi Texas e Michigan), Australia e Nuova Zelanda.

In un comunicato stampa, il museo ha affermato che una giuria internazionale di esperti ha selezionato 19 finalisti tra oltre 38.000 voci provenienti da quasi 100 paesi, in base alla loro “originalità, narrativa, eccellenza tecnica e pratica etica”. Successivamente, hanno assegnato a due di questi vincitori – uno per ogni categoria di età – il primo premio.

La fotografa dell’anno per la fauna selvatica americana Karen Aigner è stata scelta per un primo piano di “una palla di api cactus che rotea sulla sabbia calda di una fattoria in Texas” che lei chiama il “grande cicalino”.

Tutti i maschi tranne uno sono intenzionati ad accoppiarsi con un’ape femmina al centro, spiega il museo, aggiungendo che le api sono minacciate da pesticidi, cambiamenti climatici, perdita di habitat e pratiche agricole dirompenti.

Aigner è la quinta donna a vincere il titolo nei quasi sei decenni di storia della competizione, secondo gli organizzatori.

READ  La guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale - The New York Times

Iscriviti alle notizie quotidiane!

Tieniti informato con la newsletter e-mail WPR.

Il premio Young Wildlife Photographer of the Year è stato assegnato a Kattanyu e Techittanakorn, 16 anni, dalla Thailandia, che hanno catturato una foto quasi astratta di una balena di Bryde che galleggiava vicino alla sua barca mentre si nutriva di piccole acciughe. Il suo titolo è “Jamal Palin”.

Wuttichaitanakorn è stato influenzato dai colori e dalle trame contrastanti della “pelle scura e delle gengive rosa della balena e dalla massa di fanoni a forma di pennello che pende dalla sua mascella superiore”, afferma il museo, riferendosi alle lastre di fanoni che alcune specie di balene usano quando corrono -alimentazione, al fine di filtrare le piccole prede dall’oceano.

“I fotografi di fauna selvatica ci offrono scorci indimenticabili sulla vita delle specie selvatiche, condividendo dettagli invisibili, comportamenti affascinanti e rapporti iniziali sulle crisi climatiche e della biodiversità”, ha affermato il dottor Doug Gurr, direttore del Museo di storia naturale. “Queste immagini mostrano il loro stupore e apprezzamento per il mondo naturale e l’urgenza di agire per proteggerlo”.

Gli organizzatori accetteranno le iscrizioni per La competizione del prossimo anno – Da fotografi di tutte le età, livelli di esperienza e nazionalità – tra il 17 ottobre e l’8 dicembre, nel frattempo, dai un’occhiata ad alcuni dei campioni di quest’anno:

Il Wildlife Photographer of the Year di quest’anno è stato sviluppato e prodotto dal Natural History Museum di Londra.