Giugno 17, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Iniziano i nuovi scavi per salvare 40 uomini intrappolati nel tunnel indiano per il quinto giorno

Iniziano i nuovi scavi per salvare 40 uomini intrappolati nel tunnel indiano per il quinto giorno

Uttarkashi, India (Reuters) – I soccorritori hanno rinnovato giovedì i loro sforzi per raggiungere 40 uomini intrappolati all’interno di un tunnel autostradale crollato in India per il quinto giorno, facendo lenti progressi mentre iniziavano a scavare tra rocce e detriti del terreno.

Le autorità hanno affermato di essere fiduciose che una perforatrice avanzata arrivata da Nuova Delhi accelererà l’operazione di salvataggio nel sito, nello stato settentrionale dell’Uttarakhand.

Il piano è quello di scavare e creare spazio per un tubo che gli uomini intrappolati possano utilizzare per strisciare verso la salvezza.

Giovedì mattina lo scavo aveva penetrato circa 3 metri di detriti, hanno detto i funzionari, aggiungendo che dovevano coprire una distanza totale di circa 60 metri.

Ranjit Sinha, responsabile statale per la gestione dei disastri, ha affermato che la macchina può scavare dai 2 ai 2,5 metri di roccia all’ora.

Due operai edili intrappolati sono stati curati per nausea e mal di testa mentre sono rimasti confinati per un quinto giorno in un piccolo spazio dietro le macerie, hanno detto i funzionari.

“C’è elettricità, acqua e stiamo inviando cibo. La nuova macchina, più potente e più veloce è stata dispiegata”, ha detto ai giornalisti sul posto VK Singh, vice ministro sindacale per i trasporti stradali e le autostrade e comandante dell’esercito in pensione.

Ha aggiunto: “La nostra priorità è salvarli tutti. Il morale delle persone intrappolate all’interno è alto. Siamo molto ottimisti sulla possibilità di tirarli fuori”.

READ  L'Ucraina affonda due navi da sbarco russe in Crimea: personale militare

Singh ha detto che le agenzie indiane coinvolte nei soccorsi stavano consultando esperti in Austria, Norvegia e Tailandia, ma non hanno fornito dettagli.

Alla domanda sui resoconti dei media locali secondo cui l’India avrebbe consultato esperti tailandesi coinvolti nel salvataggio di 12 ragazzi intrappolati in un complesso di grotte nel 2018, il primo ministro dell’Uttarakhand Pushkar Singh Dhami ha dichiarato: “Sono stati consultati anche esperti tecnici che hanno affrontato tali situazioni in India. “. “.

Un progetto ambizioso

Il tunnel di 4,5 km fa parte della Char Dham Expressway, uno dei progetti più ambiziosi del governo del primo ministro Narendra Modi. Il progetto da 1,5 miliardi di dollari mira a collegare quattro luoghi di pellegrinaggio indù tramite 890 km di strade.

Dopo il crollo del tunnel, gli uomini intrappolati ricevono cibo, acqua e ossigeno tramite un tubo e sono in contatto con i soccorritori tramite walkie-talkie.

“A due di loro, che lamentavano nausea e lievi mal di testa, sono stati somministrati medicinali attraverso un tubo e ora stanno bene”, ha detto Arpan Yaduvanshi, un agente di polizia locale.

I media locali hanno riferito che vicino al tunnel è stato allestito un ospedale temporaneo con sei letti per fornire tutte le cure mediche di cui gli uomini potrebbero aver bisogno una volta salvati.

Le autorità non hanno spiegato il motivo del crollo del tunnel, ma la zona è vulnerabile a frane, terremoti e inondazioni. Il progetto dell’autostrada ha dovuto affrontare alcune critiche da parte degli esperti ambientali e alcuni lavori sono stati interrotti a gennaio dopo che centinaia di case lungo le strade erano state danneggiate a causa del cedimento.

READ  Luci sismiche in Marocco: lo strano fenomeno luminoso che precede alcuni terremoti è un mistero di vecchia data

Il governo federale ha affermato di aver utilizzato tecniche rispettose dell’ambiente nella progettazione per rendere più sicuri i tratti geologicamente instabili.

Reporting di Saurabh Sharma, scritto da YP Rajesh e Tanvi Mehta

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda