Luglio 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Israele ha diffuso il video di un uomo armato di Hamas che giustizia una donna il 7 ottobre

Israele ha diffuso il video di un uomo armato di Hamas che giustizia una donna il 7 ottobre

GERUSALEMME (Reuters) – Israele ha diffuso lunedì il filmato di una telecamera di sicurezza datato 7 ottobre che mostra uomini armati di Hamas che entrano in Israele inseguendo persone provenienti da un festival musicale all’aperto, e uno di loro uccide una donna a distanza ravvicinata.

Israele sta cercando di respingere le critiche internazionali per la sua risposta all’attacco di Hamas che ha portato a una guerra devastante a Gaza. Nonostante le crescenti richieste di cessate il fuoco, Israele ha affermato che continuerà la sua campagna finché Hamas non sarà eliminato.

“Questa è una guerra tra il bene e il male”, si legge in un post condiviso sui social insieme al video da un account legato al ministero degli Esteri israeliano.

Il video mostra persone in fuga dagli uomini armati di Hamas mentre tentavano di scappare da un festival vicino al confine il 7 ottobre che si è trasformato in un massacro.

Alla fine del video, sullo sfondo, una delle donne inseguite è accovacciata a terra, con accanto un uomo armato. Qualche istante dopo, l’uomo armato ha alzato la pistola e ha sparato alla donna caduta a distanza ravvicinata.

Il video non aveva audio, ma una nuvola di polvere si alzò da terra quando premette il grilletto.

La donna non è stata identificata per nome.

Reuters ha verificato la posizione del filmato, vicino al Kibbutz Alumim, con la disposizione della strada, degli alberi e di un edificio vicino che corrispondeva alle immagini satellitari della zona.

READ  Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez viene convocato per testimoniare in merito alle accuse di corruzione contro la moglie

Aumentano le pressioni su Israele affinché accetti un cessate il fuoco a Gaza, dove il governo guidato da Hamas afferma che almeno 13.300 persone sono state uccise, tra cui almeno 5.600 bambini.

I funzionari israeliani affermano di essere determinati a rimanere concentrati sull’uccisione di circa 1.200 persone da parte di Hamas, la maggior parte delle quali civili, e sulla cattura di altre 240 persone durante il giorno più sanguinoso dei 75 anni di storia di Israele.

C’è stato un forte sostegno e simpatia per Israele da parte dei governi occidentali e di molti cittadini per gli attacchi di Hamas, ma la risposta israeliana ha anche suscitato rabbia.

Reporting di Ari Rabinowitz, montaggio di Rosalba O’Brien

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda