Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La CBS sequestra i file riservati del giornalista licenziato in seguito alla storia del laptop di Hunter Biden in un modo “senza precedenti”

La CBS sequestra i file riservati del giornalista licenziato in seguito alla storia del laptop di Hunter Biden in un modo “senza precedenti”

Una popolare corrispondente della CBS che stava indagando sullo scandalo del laptop Hunter Biden prima di essere licenziata la scorsa settimana ha visto i suoi file personali sequestrati dalla rete con una mossa “senza precedenti”, hanno detto fonti al The Post giovedì.

Kathryn Herridge – che era nel mezzo di un caso del Primo Emendamento seguito da vicino dai giornalisti di tutto il paese – era tra i 20 dipendenti di CBS News licenziati come parte di una più ampia epurazione di centinaia di dipendenti presso la società madre Paramount Global.

Il suo licenziamento ha sbalordito i colleghi, ma la decisione della rete di conservare il suo materiale personale, insieme a un laptop da lavoro dove potrebbe avere altre informazioni riservate, ha lasciato scossi molti dipendenti, secondo addetti ai lavori.

La CBS ha confiscato il computer e i file riservati di Catherine Herridge, che è stata estromessa la scorsa settimana nell'ambito di un vasto piano di licenziamenti. Nathan Posner/Shutterstock

“È davvero straordinario”, ha detto al Post una fonte a conoscenza della situazione, sottolineando che i file – che ora sono presumibilmente di proprietà di CBS News – probabilmente contengono materiale riservato dal mandato di Herridge sia alla Fox che alla CBS.

La fonte ha detto che la rete aveva archiviato tutti i suoi effetti personali, ad eccezione degli appunti e dei file di Herridge, e le aveva detto che avrebbe deciso cosa, se non altro, le sarebbe stato restituito.

“Non sequestrano mai i documenti [when you’re let go]Lo ha detto una seconda fonte vicina alla rete. “Vogliono vedere quali documenti dannosi ha.”

Un portavoce della CBS ha risposto alle affermazioni secondo cui la rete intende conservare qualsiasi informazione sensibile su Herridge.

“Abbiamo rispettato la sua richiesta di non visualizzare i file e, per preoccupazione per le fonti riservate, l'ufficio che occupava è rimasto sicuro da quando se n'è andata”, ha detto il rappresentante al Washington Post.

READ  Chris Mason: Politica di difesa in un mondo pericoloso

“Siamo pronti a imballare immediatamente il resto dei suoi file per suo conto, con il suo rappresentante presente come richiesto.”

Le fonti temono che le azioni della rete potrebbero avere un impatto sul caso del Primo Emendamento di Herridge perché i suoi documenti potrebbero contenere conversazioni privilegiate che ha avuto con i suoi avvocati o l'identità delle fonti.

Herridge è sotto accusa per non aver rispettato l'ordine del giudice distrettuale americano Christopher Cooper di rivelare come è venuta a conoscenza di un'indagine federale su uno scienziato sino-americano che gestiva un corso di laurea in Virginia.

La giornalista potrebbe presto essere accusata di oltraggio alla corte per non aver rivelato la sua fonte in un articolo investigativo scritto nel 2017 quando lavorava presso Fox News.

Potrebbe essere tenuta a pagare di persona multe che potrebbero ammontare fino a $ 5.000 al giorno.

Addetti ai lavori hanno affermato che c'erano preoccupazioni sul fatto che la CBS potesse essere citata in giudizio per rivelare l'identità della sua fonte, il che minaccerebbe i principi di una stampa libera.

Katherine Herridge è nel bel mezzo di un caso del Primo Emendamento che viene seguito da vicino dai giornalisti di tutto il paese a causa dello scandalo del laptop Hunter Biden.

“Questa è un'azienda che gioca solo a dama. Non gioca a scacchi”, ha detto la seconda fonte. “Non capiscono le conseguenze delle loro azioni”.

Herridge non ha risposto alle richieste di commento.

Il Washington Post ha contattato Fox, che secondo fonti sta pagando la consulenza legale di Herridge, per un commento sulle preoccupazioni sollevate riguardo al sequestro.

La rete, di proprietà della società sorella di The Post, non ha risposto.

Herridge ha dovuto affrontare ostacoli da parte di alti funzionari per la sua copertura di Hunter Biden e si è scontrata anche con la presidente della CBS News Ingrid Cibrian Matthews, una dirigente aspra che è stata indagata – e assolta – nel 2021 per nepotismo e pratiche discriminatorie di assunzione e gestione, ha riferito il Post.

READ  Hamas afferma che due ostaggi israeliani sono morti, mentre l'esercito israeliano descrive i video come "torture psicologiche" per le famiglie dei prigionieri

La seconda fonte ha ipotizzato che la rete possa credere che Herridge abbia informazioni nei suoi file che potrebbero portare a una causa per licenziamento illegittimo.

Gli addetti ai lavori sono rimasti scioccati dal rilascio di Herridge, una nota giornalista, aggiungendo che il sequestro dei suoi file è stato “senza precedenti”. AP

Jonathan Turley – Ricercatore legale ed ex analista legale della CBS, che per primo ha riferito del sequestro dei documenti di Herridge V. Articolo d'opinione per The Hill Ha detto che il momento del licenziamento del giornalista solleva dubbi.

“Stava seguendo storie che non sono state accolte con favore dalla Casa Bianca di Biden e da molte forze democratiche, incluso il rapporto Hur sulla ridotta capacità mentale di Joe Biden, lo scandalo sulla corruzione di Biden e il laptop di Hunter Biden”, ha scritto Turley.

In circostanze normali, i giornalisti hanno diritto al loro feedback e a rendere i file disponibili se necessario in un futuro collegamento, ma lasciare documenti sensibili nelle mani di funzionari anonimi della CBS potrebbe mettere a rischio molte altre fonti riservate di Herridge.

Violerebbe anche potenzialmente le leggi HIPAA, poiché i suoi file potrebbero contenere anche cartelle cliniche personali e familiari.

Herridge sta attualmente combattendo il caso del Primo Emendamento, proteggendo l'identità della fonte. Catherine Herridge/X

Turley ha detto che “l'approccio draconiano” della CBS ai file è stato un “terribile errore” e che “ha inviato un segnale agghiacciante tra i ranghi” della rete.

Una fonte vicina alla questione ha affermato che SAG-AFTRA, il sindacato che rappresenta i dipendenti della CBS, è “preoccupato” per la mossa della CBS e per come potrebbe influenzare le pratiche giornalistiche e la riservatezza delle fonti.

Un rappresentante della SAG-AFTRA non ha risposto immediatamente alle richieste di commento, ma ha detto a Turley: “È una questione di principio. È una questione di grave preoccupazione. Stiamo considerando tutte le nostre opzioni”.

READ  Xi Jinping parla con l'ucraino Zelensky per la prima volta dall'invasione russa