Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La morte di una balena smarrita in una baia giapponese solleva interrogativi sulle cause e sui costi per sbarazzarsene

La morte di una balena smarrita in una baia giapponese solleva interrogativi sulle cause e sui costi per sbarazzarsene

TOKYO (AP) – Una balena grande quanto una carrozza ferroviaria, morta dopo essersi smarrita in una baia giapponese, sarà sepolta naturalmente in modo che possa diventare un esemplare scheletrico per un museo locale.

È il terzo anno consecutivo che le balene vengono spiaggiate nella baia di Osaka, sollevando interrogativi sulle cause e sui costi per affrontare tali incidenti.

L'animale, che si ritiene sia un capodoglio maschio, è lungo circa 12 metri e pesa circa 20 tonnellate, ed è stato precedentemente avvistato nel porto di Sakai Sembuku a metà gennaio.

Da allora, è stata avvistata in diverse località della baia di Osaka, fino a domenica, quando il capitano della barca ha informato la guardia costiera che la balena non respirava. Funzionari ed esperti del Governatorato sono saliti a bordo di una barca per esaminare la balena e lunedì ne hanno confermato la morte, molto probabilmente dovuta alla fame.

Toshihiro Yamawaki, funzionario del dipartimento ambientale della prefettura, ha detto che i funzionari di Osaka hanno deciso di seppellire la balena morta in una sezione di un complesso di smaltimento dei rifiuti industriali dopo che esperti di cetacei hanno condotto un'autopsia e raccolto campioni per determinare la causa della morte della balena.

Le riprese televisive hanno mostrato la balena morta sollevata con cautela da una gru e trasportata nel luogo di sepoltura, dove rimarrà sottoterra per alcuni anni finché non si trasformerà naturalmente in uno scheletro. I funzionari lo dissotterreranno e lo doneranno al museo naturale locale.

La causa della delinquenza è sconosciuta.

Yamawaki ha detto che le balene sono state avvistate dentro e fuori dal Giappone non solo nella baia di Osaka ma in tutto il Giappone, sottolineando il punto di vista degli esperti secondo cui le balene generalmente seguono il movimento della calda marea di Kuroshio. Gli scienziati ritengono che coloro che in qualche modo hanno calcolato male la distanza e si sono avvicinati troppo alla costa potrebbero rimanere incagliati.

READ  Marjorie Taylor Greene accusa David Cameron di chiamare i repubblicani "Hitler" e lei si schiera dalla sua parte

In media, ogni anno in Giappone vengono segnalati più di 300 spiaggiamenti di balene, anche se il numero varia ogni anno. Nel 2020 sono stati segnalati più di 370 spiaggiamenti di balene, mentre l’anno scorso il numero è sceso a 116, secondo il sito web del Museo Nazionale di Natura e Scienza.

Il caso di Osaka ha coinvolto un singolo animale, così come la maggior parte degli altri spiaggiamenti, anche se a volte sono state viste diverse balene spiaggiate sulle coste vicine.

Gli esperti hanno indicato una serie di possibili cause per l'arenamento della nave, tra cui le fluttuazioni delle maree, le malattie e il cambiamento climatico, ma sono ancora oggetto di indagine.

Alcuni esperti hanno sottolineato che la struttura della baia di Osaka, che presenta molti passaggi stretti, potrebbe rendere difficile il ritorno in mare delle balene smarrite.

Una volta avvistata la balena, i funzionari della contea hanno iniziato a discutere su cosa fare se fosse morta nel Golfo. Hanno imparato la lezione nel modo più duro l'anno scorso, quando un altro capodoglio, chiamato Yudo-chan, è morto appena quattro giorni dopo essere emerso e ha iniziato a decomporsi, costando al tesoro pubblico più di 80 milioni di yen (533.000 dollari). Sollevare critiche.

Il costo di una sepoltura in mare aperto è stato quasi 10 volte superiore all’importo speso nel 2021 per un’altra balena randagia sepolta sulla terraferma.

Il governatore di Osaka Hirofumi Yoshimura ha rassicurato i residenti che “questa volta il costo sarà molto più basso”.