Novembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La CNN visita i villaggi ucraini distrutti dalle truppe russe

(CNN)

Nei villaggi ucraini a est della capitale Kiev, dove le forze russe si sono ritirate, i residenti stanno lentamente scomparendo e la nuova realtà che devono affrontare non è altro che una catastrofe.

Clarissa Ward della CNN ha visitato un paio di villaggi occupati dai russi per più di un mese. Ha detto che hanno trovato “resoconti infiniti di orrore, esecuzioni, detenzioni arbitrarie e altro”.

Una scuola locale è stata rilevata dall’esercito invasore di Vladimir Putin, utilizzata come base e distrutta dopo essere stata saccheggiata dalle truppe.

Ci sono macchie di sangue sull’ingresso principale dove il preside della scuola si chiede come sia potuto accadere una cosa così orribile.

“Noi siamo per l’educazione. L’istruzione è il futuro. I nostri studenti “, ha detto la donna a Ward. “È un peccato che i nostri occupanti non lo capiscano. Perché rubare tutto? Questa è una scuola.

Una lavagna in un reparto di un’aula precedentemente occupata dai russi diceva: “Scusateci, non vogliamo questa guerra”.

Nelle vicinanze, i corpi di sei uomini ucraini sono stati trovati in un cimitero locale, dicono i funzionari, il primo giorno in cui sono arrivati ​​i russi.

“Abbiamo scavato troppo in fretta in modo che non ci sparassero”, ha detto una donna alla CNN. “Ma c’erano spari e pesanti bombardamenti”.

Tra i morti c’erano una coppia di fratelli, Igor e Oleg. La loro madre è sopravvissuta, ma ora è in lutto.

“Sono ragazzi molto simpatici”, ha detto. “Voglio vedere come stanno di nuovo.”

Una madre ucraina ha detto a Ward che sua figlia è stata portata via il 25 marzo. Due settimane dopo non aveva idea di dove fosse, o se fosse sopravvissuta all’invasione russa.

READ  Il Brent è salito a quasi $ 140 quando West Mulls è stato bandito dalla Russia

“Hanno detto di aver trovato informazioni sulle loro forze al telefono”, ha detto la mamma a Ward. “Mi hanno detto che è in una casa calda. Sta lavorando con loro e tornerà presto a casa.

Ma come ha rivelato Ward, “Victoria non è mai tornata a casa”.

Tra i rischi definitivi di morte, Il reparto ha detto che i residenti ucraini si sono aggrappati l’un l’altro e, con il loro senso di orgoglio, una donna ha trovato conforto tra le linee blu e gialle.

“Ce l’avevamo, ce l’avevamo”, dice la donna a Ward, mostrando al marito la bandiera ucraina data per il servizio militare. “L’abbiamo nascosto”.

Ora che le forze russe si sono ritirate, la bandiera potrebbe essere nascosta ed uscire. Il villaggio è stato distrutto, ma per ora è di nuovo libero.

Vedi i rapporti sui Ward Grounds: