Maggio 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La corte blocca la sentenza sul copyright da 1 miliardo di dollari che punisce l'ISP per aver piratato i suoi utenti

La corte blocca la sentenza sul copyright da 1 miliardo di dollari che punisce l'ISP per aver piratato i suoi utenti

Immagini Getty | Ocus Fox

Una corte d'appello federale ha annullato oggi il verdetto di 1 miliardo di dollari di una giuria per pirateria contro il fornitore di servizi Internet via cavo Cox Communications nel 2019. I giudici hanno respinto l'affermazione di Sony secondo cui Cox avrebbe beneficiato direttamente della violazione del copyright commessa dagli utenti della sua rete via cavo a banda larga.

I giudici della corte d'appello non hanno liberato completamente Cox dai guai, ma hanno annullato il risarcimento dei danni e ordinato un nuovo processo per danni, che dovrebbe comportare il pagamento di una somma molto inferiore a Sony e agli altri detentori dei diritti d'autore. Anche Universal e Warner sono querelanti nel caso.

Un detto. “Affermiamo le conclusioni della giuria sulla violazione intenzionale del contributo.” Decisione unanime Da un collegio di tre giudici della Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Quarto Circuito. “Ma revochiamo la sentenza sulla responsabilità indiretta e richiediamo un nuovo processo per danni perché Cox non ha beneficiato delle violazioni commesse dai suoi abbonati, un requisito legale fondamentale per la responsabilità indiretta”.

Se nel tribunale distrettuale fosse stato utilizzato lo standard legale corretto, “nessuna giuria ragionevole potrebbe ritenere che Cox abbia ottenuto un vantaggio finanziario diretto dalla violazione dei diritti d'autore dei querelanti da parte dei suoi abbonati”, hanno scritto i giudici.

Il caso è iniziato quando Sony e altri detentori di copyright musicali hanno citato in giudizio Cox, sostenendo che non aveva combattuto adeguatamente la pirateria sulla sua rete e non era riuscito a eliminare i trasgressori recidivi. Una giuria del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto orientale della Virginia ha ritenuto un ISP responsabile della violazione di 10.017 opere protette da copyright.

READ  SpaceX tenterà di lanciare la nave 4/20

I detentori del copyright vogliono che gli ISP disconnettano gli utenti

L'appello di Cox è stato sostenuto da gruppi di pressione preoccupati che la sentenza ricca di soldi potesse costringere gli ISP a disconnettere più utenti Internet esclusivamente sulla base di accuse di violazione del copyright. Anche gruppi come la Electronic Frontier Foundation hanno definito la sentenza giuridicamente viziata.

“Quando queste società musicali hanno fatto causa a Cox Communications, un fornitore di servizi Internet, la corte ha applicato erroneamente la legge.” EFF ha scritto nel 2021. “Ha effettivamente deciso che l'unico modo per un ISP di evitare la responsabilità per violazione da parte dei suoi utenti era quello di chiudere l'account di una famiglia o di un'azienda dopo alcune accuse, forse solo due.” La corte ha anche consentito una formula di risarcimento che potrebbe comportare ” danni virtualmente illimitati.” Non ha nulla a che fare con qualsiasi danno reale. “Se questa decisione non verrà annullata, innumerevoli persone perderanno l’accesso a Internet, vitale poiché gli ISP inizieranno a disconnettere sempre più clienti per evitare gravi danni”.

Nella sentenza odierna del Quarto Circuito, i giudici della corte d'appello hanno scritto che “Sony non è riuscita, per una questione di diritto, a dimostrare che Cox trae un vantaggio diretto dalla violazione dei diritti d'autore dei suoi abbonati”.

La sentenza ha stabilito che l'imputato può essere indirettamente responsabile della violazione del diritto d'autore da parte di terzi se ne trae un vantaggio diretto ed è in grado di controllare l'autore della violazione. La sentenza rilevava che Cox sosteneva di non aver beneficiato direttamente della violazione perché riceveva le stesse tariffe mensili dagli abbonati indipendentemente dal fatto che scaricassero o meno file illegalmente protetti da copyright.

READ  Le azioni sono scambiate al rialzo dopo un inizio di settimana negativo

La questione in questo tipo di casi è se esiste un nesso causale tra la violazione e il vantaggio finanziario. “Se la violazione del copyright attira i clienti verso il servizio dell'imputato o li motiva a pagare di più per i loro servizi, quel vantaggio finanziario può essere un profitto derivante dalla violazione. Ma in ogni caso, il vantaggio finanziario per l'imputato deve derivare direttamente dai suoi atti di violazione. ” Terza parte La corte ha detto “per determinare la responsabilità indiretta”.