Aprile 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L'Odysseus Moon Lander invia immagini a casa prima che la navicella spaziale probabilmente muoia

L'Odysseus Moon Lander invia immagini a casa prima che la navicella spaziale probabilmente muoia

Odysseus, la navicella spaziale robotica americana che è atterrata sulla Luna la settimana scorsa, probabilmente morirà entro i prossimi giorni.

Intuitive Machines, la società con sede a Houston che ha costruito e gestisce Odysseus, ha dichiarato lunedì mattina che le comunicazioni con il lander capovolto rimangono limitate e termineranno quando la luce del sole non splenderà più sui pannelli solari.

L'azienda ha anche diffuso immagini scattate dalla navicella spaziale durante la sua discesa, ma nessuna è stata ancora scattata dalla superficie.

L'Odysseus è la prima navicella spaziale americana ad atterrare sulla Luna dopo l'Apollo 17 nel 1972, e la prima navicella spaziale privata ad atterrare con successo lì tutta intera. Tuttavia, durante l'atterraggio di giovedì sera, il lander, alto circa 14 piedi, sembrava muoversi più velocemente del previsto e ha finito per ribaltarsi su un fianco.

Di conseguenza, le loro antenne non sono puntate verso terra, il che rallenta notevolmente la velocità di trasmissione dei dati. Mentre alcuni dei pannelli solari di Ulisse sono inizialmente immersi nella luce del sole, presto saranno in ombra mentre il sole si muove attraverso il cielo. Ciò farà morire di fame la navicella spaziale e scaricherà le sue batterie.

Ulisse non è stato progettato per sopravvivere alle successive due settimane di notte lunare, con temperature che scendono sotto i meno 200 gradi Fahrenheit.

“I controllori di volo intendono raccogliere dati fino a quando i pannelli solari del veicolo non saranno più esposti alla luce”, ha affermato Intuitive Machines Pubblicato su X. “Sulla base della posizione della Terra e della Luna, riteniamo che i controllori di volo continueranno a comunicare con Odysseus fino a martedì mattina”.

READ  Webb rivela nuove sorprendenti strutture all'interno della famosa supernova

Anche gli osservatori di volo ora sanno esattamente dove si trovava Ulisse sulla luna. Sabato, il Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA ha scattato un'immagine mentre passava sopra il sito di atterraggio, rivelando un punto che non era presente nell'immagine precedente dell'area dell'orbiter.

Ulisse atterrò a circa un miglio dal sito di atterraggio target, con maggiore precisione rispetto alla maggior parte dei lander precedenti. Questa impresa è stata ancora più impressionante dato che gli ingegneri di Intuitive Machines hanno dovuto patchare il software della navicella per bypassare i laser non funzionanti che avrebbero dovuto tracciare l'altitudine della navicella.

Intuitive Machines ha affermato che Odysseus è stato anche in grado di scoprire nove siti di atterraggio sicuri all'interno della regione antartica, informazioni che potrebbero essere utili per missioni future mentre la NASA e altre agenzie spaziali cercano di esplorare quella regione. L’acqua ghiacciata all’ombra dei crateri potrebbe un giorno fornire importanti risorse agli astronauti.

Mentre Ulisse svaniva, un altro lander lunare tornò inaspettatamente in vita. L'agenzia spaziale giapponese JAXA ha riferito lunedì che il Lunar Exploration Intelligent Lander, o SLIM, ha… vivo. SLIM è atterrato con successo sulla superficie lunare a gennaio. Il guasto di uno dei suoi motori lo fece spostare lateralmente all'atterraggio e, come Ulisse, si girò in una direzione inaspettata con i suoi pannelli solari nell'ombra.

SLIM è tornato in vita qualche giorno dopo, quando la luce del sole ha colpito alcuni pannelli, ma è tornato a dormire al calare della notte lunare.

Come Ulisse, lo SLIM non è stato progettato per il freddo estremo.

Ma quando il sole è tornato in cielo, i pannelli solari di SLIM hanno generato energia sufficiente per caricare le batterie e riconnettersi con la Terra. La Japan Aerospace Exploration Agency ha affermato che le temperature erano così elevate che le comunicazioni sono state interrotte poco dopo.

READ  Hubble mostra una vista di una doppia coda creata dalla missione di impatto dell'asteroide

Tuttavia, la Japan Aerospace Exploration Agency ha dichiarato che prevede di riprendere gli studi scientifici di SLIM sul terreno circostante una volta che le temperature scenderanno.

E anche se nessuno conta su di lui, Ulisse potrebbe anche svegliarsi di nuovo dopo l'alba nel luogo dell'atterraggio a marzo.