Giugno 17, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ucraina affonda due navi da sbarco russe in Crimea: personale militare

L’Ucraina affonda due navi da sbarco russe in Crimea: personale militare

KIEV (Reuters) – I droni della marina ucraina hanno affondato due piccole imbarcazioni da sbarco russe in Crimea, ha riferito venerdì l’agenzia di intelligence militare ucraina, mentre le forze si preparavano ad altri attacchi russi nell’est, in particolare nella città devastata di Avdiivka.

Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente la notizia dell’attacco alla baia di Vozka nella Crimea occidentale, che un analista militare ucraino ha definito un duro colpo e una grave perdita per la Russia.

Non ci sono stati commenti immediati da parte della Russia, che ha sequestrato e annesso la penisola di Crimea all’Ucraina nel 2014, e la cui flotta del Mar Nero ha sede nella città di Sebastopoli.

Un rapporto preliminare dell’intelligence militare ucraina afferma che le due piccole navi anfibie russe sono state bombardate durante la notte.

Un aggiornamento di venerdì sera afferma che l’attacco è stato effettuato da droni della Marina. Un mezzo da sbarco fu identificato come una nave di classe Akula, mentre l’altro era una nave di classe Serna.

“I risultati dell’intelligence condotti il ​​10 novembre 2023 vicino alla baia di Vozka, nella penisola di Crimea temporaneamente occupata, mostrano che dopo un attacco da parte di droni navali, due piccole navi da sbarco russe sono state distrutte”, afferma il rapporto.

“A seguito dell’attacco, entrambe le navi affondarono sul fondo, Akula immediatamente e Serna dopo aver tentato di salvarla.”

L’esercito ucraino ha affermato che le navi erano equipaggiate e caricate con veicoli blindati.

“Tali imbarcazioni rappresentano una perdita molto grande…”, ha detto a Radio NV Andrei Ryzhenko, analista militare e ufficiale di riserva.

READ  I passaporti più potenti al mondo per il 2024: Giappone, Singapore, Francia, Italia

“Hanno consentito il trasferimento di forze e attrezzature da sbarco tattiche in modo relativamente poco appariscente”.

Il presidente Volodymyr Zelenskyj ha affermato che gli attacchi contro obiettivi navali hanno indebolito il potere militare di Mosca nella regione. L’Ucraina afferma che alcune navi russe hanno lasciato Sebastopoli.

AVDIIVKA è sotto costante attacco

Nell’Ucraina orientale, i funzionari di Avdiivka, sotto il fuoco russo da metà ottobre, si aspettavano un nuovo tentativo di avanzare verso la città una volta che il terreno si fosse asciugato dopo diversi giorni di forti piogge.

“La situazione è più calda che mai. Il nemico spara 24 ore su 24 all’interno della città e attorno alle nostre posizioni”, ha detto alla radio pubblica Sospilen Vitaly Barabash, capo dell’amministrazione militare di Avdiivka.

Barabash ha detto che più di 1.500 residenti rimasti nella città, che aveva una popolazione di 32.000 abitanti, si stavano preparando a evacuare. Ha aggiunto che le forze russe hanno iniziato a utilizzare i droni per monitorare il fumo che sale dalle stufe temporanee e riprenderlo mentre il clima si raffredda.

L’analista militare Serhiy Zgorets, scrivendo sul sito web del canale televisivo Espresso, ha affermato che le forze russe hanno cercato di sfruttare l’attenzione dell’Ucraina su Avdiivka cercando di riconquistare le aree perdute vicino a Bakhmut, a nord-est. Le forze russe hanno preso il controllo di Bakhmut a maggio, ma da allora le forze ucraine hanno riconquistato i villaggi vicini.

La Russia ha iniziato la sua invasione su vasta scala dell’Ucraina nel febbraio 2022. L’Ucraina ha iniziato una controffensiva nel sud e nell’est all’inizio di giugno, ma ha dovuto affrontare una forte resistenza.

READ  Far esplodere un lanciagranate è un regalo dell'Ucraina, ha detto il capo della polizia polacca

Il ministro della Difesa russo ha dichiarato sabato mattina che le sue unità antiaeree hanno abbattuto droni ucraini sulla regione di Mosca e vicino a Smolensk, vicino al confine con la Bielorussia.

Il canale non ufficiale russo Baza Telegraph ha riferito che un drone è stato abbattuto vicino a una fabbrica di macchinari a Kolomna, 100 km a sud-est di Mosca, e ha pubblicato una foto di quello che si dice fosse un incendio in una fabbrica di esplosivi a Kotovsk, a sud-est.

Reuters non è stata in grado di confermare se gli incidenti segnalati da Baza fossero collegati a quelli del Ministero della Difesa e non è stata in grado di verificare in modo indipendente nessuno dei rapporti.

Rapporto di Pavel Polityuk. A cura di Ron Popeski e Grant McCall

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda