Settembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’UE prevede di congelare i beni di Putin e Lavrov

L'UE prevede di congelare i beni di Putin e Lavrov

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha dichiarato venerdì che ci sono “preparativi urgenti” per ulteriori sanzioni contro la Russia per invadere l’Ucraina. “Le folli sofferenze e perdite di vite civili devono cessare”, Twittato.

“La seconda ondata di sanzioni con conseguenze enormi e pericolose è stata concordata politicamente ieri sera”, ha aggiunto. “Un altro pacchetto in preparazione urgente.”

Non è stato immediatamente chiaro se il blocco dei beni sarebbe avvenuto in un eventuale secondo o terzo pacchetto.

Il 25 febbraio il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è impegnato a rimanere a Kiev mentre le sue forze combattono gli invasori russi mentre avanzano verso la capitale. (Reuters)

I funzionari dell’Unione europea hanno concordato venerdì mattina presto sanzioni contro la finanza, i trasporti e l’energia, imposto restrizioni alle esportazioni e incluso nuove procedure di visto. Hanno anche aggiunto più individui russi all’elenco delle sanzioni.

“Il pacchetto intensivo e mirato di sanzioni concordato stasera dai leader europei mostra chiaramente che avranno il massimo impatto sull’economia e sull’élite politica russa”, ha detto il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen in una conferenza stampa dopo la conclusione dei colloqui venerdì.

Tuttavia, il secondo round di sanzioni, rivelato poche ore dopo i pacchi da Stati Uniti e Regno Unito, è stato criticato per non aver seguito Putin o Lavrov e per non aver isolato la Russia dal sistema di pagamento rapido.

I diplomatici dell’UE hanno affermato che il blocco era diviso sulle due questioni a partire da giovedì, con alcuni paesi che hanno spinto il blocco a rafforzare la posizione del Cremlino e fare di più per tagliare l’economia russa e altri paesi hanno chiesto un approccio più conservatore e graduale.

Venerdì, i politici europei hanno criticato le roccaforti. L’ex presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha affermato venerdì che alcuni Stati membri si sono “vergognati” non colpendo più duramente la Russia, citando in particolare Italia, Ungheria e Germania.

READ  Gli Stati Uniti, altri si ritirano dai colloqui dell'APEC sull'invasione russa dell'Ucraina

Questa è una notizia dell’ultima ora e verrà aggiornata.

Rapporti Birnbaum da Washington.