Maggio 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Macron rieletto presidente francese dopo aver sconfitto Le Pen

Macron rieletto presidente francese dopo aver sconfitto Le Pen

Parigi – Il presidente francese Emmanuel Macron è stato rieletto domenica per un secondo mandato, secondo le previsioni dei seggi elettorali. Russia Centrale Invasione dell’UcrainaIl risultato ha fornito all’UE la rassicurazione della stabilità della leadership nell’unica potenza nucleare del blocco ed è stato immediatamente elogiato dagli alleati della Francia.

Un secondo mandato di cinque anni per il centrista Macron ha risparmiato alla Francia e ai suoi alleati il ​​tumulto sismico causato dal trasferimento di potere in tempo di guerra alla rivale populista di Macron Marine Le Pen, che ha subito subito la sconfitta domenica sera ma era ancora sulla buona strada per offrire il miglior spettacolo mai. per le sue violente politiche nazionaliste estremiste.

Durante la sua campagna, Le Pen ha promesso di indebolire le relazioni della Francia con i 27 paesi dell’Unione Europea, della NATO e della Germania, mosse che avrebbero scosso l’architettura di sicurezza dell’Europa mentre il continente è alle prese con il suo peggior conflitto dalla seconda guerra mondiale. Le Pen si è anche espressa contro le sanzioni dell’Unione Europea sulle forniture energetiche russe e ha dovuto affrontare il controllo durante la campagna a causa della sua passata amicizia con il Cremlino.

TOPSHOT-FRANCIA2022-POLITICA-ELEZIONI-LREM
I sostenitori reagiscono dopo la vittoria del presidente francese Emmanuel Macron alle elezioni presidenziali francesi al Champ de Mars a Parigi il 24 aprile 2022.

Bertrand Guay/AFP tramite Getty Images


Un coro di leader europei ha salutato la vittoria di Macron. “Vince la democrazia, vince l’Europa”, ha detto il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez.

“Insieme faremo andare avanti la Francia e l’Europa”, ha scritto su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Il primo ministro italiano Mario Draghi ha salutato la vittoria di Macron come “una fantastica notizia per tutta l’Europa” e una spinta per l’Unione Europea “come un eroe nelle più grandi sfide del nostro tempo, a cominciare dalla guerra in Ucraina”.

Anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha twittato un messaggio di congratulazioni in francese, definendo Macron un “vero amico dell’Ucraina”.

Con oltre tre quarti dei voti contati, Macron guidava del 55% contro il 45% di Le Pen. Le agenzie elettorali hanno previsto che una volta conteggiati tutti i voti, il margine di vittoria di Macron sarebbe stato ben al di sopra dei 10 punti, sebbene inferiore rispetto a quando si sono affrontati per la prima volta nel 2017.

Macron è il primo presidente francese in 20 anni a vincere la rielezione, da quando Jacques Chirac ha sconfitto il padre di Le Pen nel 2002.

Le Pen ha definito i suoi risultati una “brillante vittoria”, dicendo: “In questa sconfitta, non posso fare a meno di provare una sorta di speranza”.

Infrangere la soglia dei voti del 40% non ha precedenti per l’estrema destra francese. Le Pen è stata battuta dal 66% al 34% da Macron nel 2017 e suo padre ha vinto meno del 20% contro Chirac.

Elezioni presidenziali APTOPIX Francia
Il presidente francese Emmanuel Macron esce dal seggio elettorale di Le Touquet, in Francia, domenica 24 aprile 2022.

Gonzalo Fuentes/AFP


Lei e il leader dell’estrema sinistra Jean-Luc Mélenchon, uno dei 10 candidati eliminati al primo turno il 10 aprile, sono rapidamente avanzati domenica sera alle elezioni legislative francesi di giugno, esortando gli elettori a dare loro una maggioranza parlamentare per bloccare Macron.

Questa volta il risultato di Le Pen ha premiato i suoi anni di sforzi per rendere le sue politiche di estrema destra più appetibili per gli elettori. Ha condotto una vigorosa campagna sulle questioni del costo della vita e ha ottenuto profondi successi tra gli elettori operai nelle comunità rurali disamorate e negli ex centri industriali.

Il calo del sostegno a Macron rispetto a cinque anni fa suggerisce che una dura battaglia attende il presidente per radunare le persone dietro di lui nel suo secondo mandato. Molti elettori francesi trovano la rivincita presidenziale del 2022 meno convincente rispetto al 2017, quando Macron era un’incognita.

Gli elettori di sinistra – incapaci di identificarsi con il presidente centrista o con il violento programma nazionalista di Le Pen – hanno spesso affrontato le opzioni domenica. Alcuni con riluttanza si sono diretti alle urne solo per fermare Le Pen e esprimere i loro voti poco divertenti per Macron.

“L’ultima opzione era peggiore”, ha detto Stephanie David, l’addetta alla logistica che ha sostenuto un candidato comunista al primo turno.

Fu una scelta impossibile per il pensionato Jean-Pierre Roux. Avendo anche votato per il comunismo al primo turno, domenica ha lanciato una busta vuota nell’urna, ignorando le politiche di Le Pen e quella che vedeva come l’arroganza di Macron.

“Non sono contrario alle sue idee, ma non sopporto quella persona”, ha detto Rowe.

A sua volta, Marianne Arbery, votando a Parigi, ha votato Macron “per evitare un governo che si ritrova con fascisti e razzisti”.

“C’è un pericolo reale”, ha detto il 29enne.

Macron è entrato nel voto con un ampio margine nei sondaggi, ma ha dovuto affrontare un elettorato lacerato, ansioso e stanco. La guerra in Ucraina e la pandemia di COVID-19 hanno colpito il primo mandato di Macron, così come mesi di violente proteste contro le sue politiche economiche.

Facendo appello agli elettori della classe operaia alle prese con l’aumento dei prezzi, Le Pen ha promesso che l’abbassamento del costo della vita sarebbe stata la sua priorità e ha affermato che la presidenza di Macron ha lasciato il paese profondamente diviso.

Macron ha cercato di fare appello agli elettori immigrati e delle minoranze religiose, in particolare a causa delle politiche proposte da Le Pen che prendono di mira i musulmani e mettono i cittadini francesi al primo posto per lavoro e benefici. Ha anche promosso i suoi risultati ambientali e climatici, sperando di attirare giovani elettori che hanno sostenuto i candidati di sinistra al primo turno di votazioni.

READ  La più grande protesta in Spagna contro la legge sull'amnistia catalana attira 170.000 persone