Luglio 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

McConnell si aspetta che il Senato discuta il pacchetto sulla sicurezza delle frontiere ucraine la prossima settimana

McConnell si aspetta che il Senato discuta il pacchetto sulla sicurezza delle frontiere ucraine la prossima settimana

Il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell (Ky.) ha detto mercoledì ai giornalisti che si aspetta che il Senato prenda in considerazione un accordo bipartisan sui finanziamenti all'Ucraina e sulla sicurezza delle frontiere la prossima settimana.

McConnell ha osservato che i democratici controllano l'agenda del Senato, ma ha espresso fiducia che i negoziatori sveleranno un accordo sulla sicurezza delle frontiere nei prossimi giorni.

“La mia ipotesi è che probabilmente ne discuteremo al Senato la prossima settimana”, ha annunciato.

I leader repubblicani affermano che il punto critico rimanente è la disputa sull'autorità del presidente Biden di concedere la libertà condizionale ai migranti incontrati al confine meridionale del paese.

Tuttavia, McConnell ha affermato che i legislatori repubblicani non dovrebbero perdere l'opportunità di approvare un pacchetto per affrontare le minacce alla sicurezza nazionale e riformare le leggi nazionali sull'asilo e l'autorità di espulsione dell'amministrazione.

“È un’opportunità unica per realizzare qualcosa sotto un governo diviso che non può essere raggiunto sotto un governo unificato”, ha affermato.

Ha detto che anche se i repubblicani controllassero la Casa Bianca, il Senato e la Camera dopo le elezioni del 2024, probabilmente non saranno in grado di approvare le riforme sulla sicurezza delle frontiere perché i democratici le bloccheranno al Senato, dove la maggior parte della legislazione ha bisogno di 60 voti per essere approvata.

Il leader del GOP ha riconosciuto che l’amministrazione Biden e i Democratici al Senato dovranno concedere più terreno sulla questione della libertà condizionale, ma è sembrato fiducioso che le due parti alla fine raggiungeranno un compromesso.

“Speriamo di ottenere un pacchetto credibile sulle frontiere”, ha detto, aggiungendo: “Mi aspetto che sarà davanti a noi la prossima settimana”.

READ  Il viaggio di Biden in Europa sarà pesante nel mostrare l'unità dell'Occidente, ma potrebbe essere leggero sulle misure per fermare la guerra di Putin in Ucraina

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer (D-N.Y.) ha fatto eco alla fiducia di McConnell nel raggiungere presto un accordo, dichiarando mercoledì: “Siamo più vicini di quanto non siamo mai stati”.

“Per la prima volta, sono ottimista. Per la prima volta, penso che le possibilità di ottenere questo risultato al Senato siano migliori che non farlo”, ha detto. “Questa è una buona notizia.”

Schumer ha detto che i democratici del Senato hanno rivolto al loro capo negoziatore, il senatore Chris Murphy (D-Conn.), “un grande applauso” per aver portato a termine il pacchetto.

“L'approvazione della legge integrativa è una delle cose più difficili che il Senato abbia fatto da molto tempo, ma dobbiamo finire il lavoro”, ha detto. Ha aggiunto: “L'Ucraina sta già soffrendo per la mancanza di armamenti, e se l'Ucraina si ritira, ne subiremo le conseguenze, non per mesi, ma per gli anni a venire”.

Il pacchetto includerà più di 60 miliardi di dollari in aiuti all’Ucraina, 14 miliardi di dollari a Israele e 14 miliardi di dollari per aiutare a proteggere le frontiere e a gestire i migranti che entrano nel paese.

Tuttavia, McConnell ha riconosciuto che i repubblicani al Senato non sono sicuri che un accordo bipartisan possa passare anche alla Camera, dove il presidente della Camera Mike Johnson (R-LA) è sotto costante pressione da parte dei colleghi conservatori.

“Non so cosa farà la Camera. Stiamo lavorando per cercare di far uscire dal Senato un pacchetto che si occupi della sicurezza nazionale e della sicurezza delle frontiere in modo credibile”, ha detto mercoledì.

Aggiornato alle 15:13

Copyright 2023 Nexstar Media Inc. tutti i diritti sono salvi. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

READ  Le azioni globali scendono e i rendimenti statunitensi aumentano mentre i prezzi del petrolio raggiungono nuovi massimi