Maggio 24, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Microsoft vince l’archiviazione della causa dei giocatori del valore di oltre $ 69 miliardi di accordo con Activision

Microsoft vince l’archiviazione della causa dei giocatori del valore di oltre $ 69 miliardi di accordo con Activision

21 marzo (Reuters) – Microsoft Corp (MSFT.O) lunedì ha vinto l’archiviazione di una causa antitrust dei consumatori per la proposta di acquisto da 69 miliardi di dollari del produttore di “Call of Duty” Activision Blizzard Inc (ATVI.O). 20 giorni per rivedere la sfida legale.

Un giudice federale a San Francisco governare che la causa intentata da un gruppo di querelanti di videogiochi “manca di accuse” a sostegno della loro affermazione secondo cui l’acquisizione proposta danneggerebbe la concorrenza nel mercato.

“L’affermazione generale dei querelanti secondo cui la fusione causerebbe prezzi più alti, meno innovazione, meno creatività, meno scelta per i consumatori, minore produzione e altri potenziali effetti anticoncorrenziali è ‘insufficiente'”, ha scritto il giudice distrettuale degli Stati Uniti Jacqueline Corley. “Perché come?”

La decisione non pregiudica la sfida normativa della Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti al più grande accordo mai realizzato dall’industria dei giocattoli. Microsoft ha annunciato la sua offerta lo scorso anno e deve anche affrontare il controllo della concorrenza nell’UE e nel Regno Unito. Microsoft ha negato che l’accordo abbia danneggiato la concorrenza dei videogiochi.

La legge antitrust statunitense consente ai consumatori privati ​​di contestare fusioni e acquisizioni indipendentemente dall’azione del governo. Un’udienza davanti alla Federal Trade Commission è prevista per i primi di agosto.

Un portavoce di Microsoft e gli avvocati dell’azienda non hanno risposto immediatamente ai messaggi in cerca di commenti.

Joseph Savery, l’avvocato dei querelanti, ha detto a Reuters che intendono presentare un reclamo modificato con “ulteriori dettagli fattuali” al fine di “affrontare tutti i modi in cui il giudice ha indicato che dobbiamo presentare di più”.

READ  Spotify rinuncia a Heardle a meno di un anno dall'acquisto

Corley ha annullato un’udienza di ingiunzione preliminare pianificata. L’udienza è stata fissata per il 12 aprile.

Il caso è Demartini c. Microsoft Corp, tribunale distrettuale degli Stati Uniti, distretto settentrionale della California, 3: 22-cv-08991.

Per i ricorrenti: Giuseppe Alioto dello studio legale Alioto; e Joseph Savery dello studio legale di Joseph Savery

Per Microsoft: Rakesh Kellaru di Wilkinson Stekloff, Valarie Williams di Alston & Bird

Per saperne di più:

Biden affronta una dura battaglia di fila con Microsoft per l’accordo con Activision

I giocatori di videogiochi hanno citato in giudizio Microsoft in un tribunale statunitense per fermare l’acquisizione di Activision

(Segnalazione di Mike Scarcella). Montaggio di Lee Jones e David Gregorio

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.