Giugno 24, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Momenti salienti dell'atterraggio riuscito dell'astronave Ulisse sulla luna

Momenti salienti dell'atterraggio riuscito dell'astronave Ulisse sulla luna

Per la prima volta in mezzo secolo, una navicella spaziale di fabbricazione americana è atterrata sulla Luna.

Il lander robotico è stato il primo veicolo americano sulla Luna dopo l'Apollo 17 del 1972, il capitolo finale della straordinaria impresa dell'umanità. Si tratta di un'impresa mai ripetuta né tentata.

Il lander, chiamato Odysseus, è leggermente più grande di una cabina telefonica ed è arrivato al polo sud della Luna alle 18:23 ET di giovedì.

Il momento dell'atterraggio andava e veniva in silenzio mentre i controllori del traffico aereo aspettavano di sentire la conferma del successo. Ci si aspettava una breve pausa nella comunicazione, ma i minuti passarono.

Tim Crain, chief technology officer di Intuitive Machines, la società con sede a Houston che ha costruito Odysseus, ha annunciato che un debole segnale era stato rilevato dalla navicella spaziale.

“È debole, ma c'è”, ha detto. “Quindi restate, gente. Vediamo cosa succede qui.”

Dopo un po’ annunciò: “Senza dubbio possiamo confermare che la nostra attrezzatura si trova sulla superficie della Luna e che stiamo trasmettendo. Quindi congratulazioni. “

Più tardi, aggiunse, “Houston, Ulisse ha trovato la sua nuova casa”.

Ma le esatte capacità di comunicazione della navicella erano ancora poco chiare, attutite dagli applausi e dai festeggiamenti del cinque al centro di controllo della missione.

Più tardi in serata, la società ha annunciato notizie più promettenti.

“Dopo aver sistemato le comunicazioni, i controllori di volo hanno confermato che Odysseus era in posizione verticale e hanno iniziato a trasmettere dati”, ha affermato Intuitive Engines in una nota. “In questo momento stiamo lavorando per effettuare il downlink delle prime immagini dalla superficie lunare.”

Sebbene lo sforzo sia molto più semplice delle missioni Apollo che hanno portato gli astronauti a camminare sulla luna, la NASA spera che possa aiutare a inaugurare un’era rivoluzionaria: il transito economico attorno al sistema solare in termini di viaggi spaziali.

READ  Un'ex guardia del campo nazista è stata condannata a cinque anni di carcere per le atrocità dell'Olocausto

“Penso che sia una cosa intelligente da parte della NASA cercare di fare, ovvero creare un ambiente competitivo affinché i fornitori possano soddisfare le sue esigenze”, ha affermato Carissa Christensen, amministratore delegato della società di consulenza spaziale Pricetech.

Intuitive Engines è una delle tante piccole aziende che la NASA ha assunto per trasportare strumenti di ricognizione sulla superficie lunare in vista del previsto ritorno degli astronauti della NASA lì entro la fine di questo decennio.

Per la missione, la NASA ha pagato a Intuitive Engines 118 milioni di dollari nell’ambito di un programma chiamato Commercial Lunar Payload Services, o CLPS, per consegnare sei strumenti sulla luna, destinati a fotografare la polvere sollevata da Ulisse. Ricevitore radio e di superficie per misurare gli effetti delle particelle cariche sui segnali radio.

C'erano anche prodotti di altri clienti, come una macchina fotografica creata dagli studenti della Embry-Riddle Aeronautical University di Daytona Beach, in Florida, e un progetto artistico di Jeff Koons. Parti del volano erano ricoperte di materiale riflettente prodotto da Columbia Sportswear.

Ulisse lasciò la Terra il 15 febbraio a bordo di un razzo SpaceX. Mercoledì è entrato nell'orbita della Luna.

Il periodo che precede l'atterraggio include il rimescolamento dell'ultimo minuto.

Dopo essere entrato nell'orbita lunare, motori intuitivi hanno detto che sarebbe atterrato sulla Luna alle 17:30 di giovedì. Giovedì mattina, l'agenzia ha detto che la navicella spaziale si era spostata a un'altitudine più elevata e sarebbe atterrata alle 16:24.

Nel tardo pomeriggio di giovedì, l'orario di atterraggio è cambiato nuovamente, richiedendo un giro extra attorno alla luna prima di un tentativo di atterraggio alle 18:24, ha detto l'agenzia. Un portavoce dell'azienda ha detto che lo strumento laser a bordo della navicella spaziale che fornisce dati sulla sua altitudine e velocità non funzionava.

READ  Come i Cubs hanno assunto Craig Council e hanno scioccato il mondo del baseball

L'orbita extra ha fornito due ore per le modifiche al software della navicella per sostituire un diverso strumento laser sperimentale fornito dalla NASA.

Alle 18:11 Ulisse accese i motori e iniziò a scendere in superficie con la sua potenza. Lo strumento laser sembrava fungere da complemento adeguato e tutto sembrava funzionare finché la navicella spaziale rimase in silenzio per diversi minuti.

Il luogo di atterraggio di Ulisse è un'area pianeggiante vicino al cratere Malabert A, a circa 185 miglia a nord del polo sud della Luna. Le regioni polari della Luna hanno suscitato molto interesse negli ultimi anni perché lì, all'ombra dei crateri, si nasconde acqua ghiacciata.

Arrivare sulla Luna si è rivelata un’impresa difficile. A parte gli Stati Uniti, solo i programmi spaziali governativi di Unione Sovietica, Cina, India e Giappone hanno installato con successo lander robotici sulla superficie lunare. Due società come l'organizzazione no-profit israeliana SpaceIL, la giapponese ISpace e la Astrobotic Technology di Pittsburgh, ci hanno già provato in passato e hanno fallito.

In un'intervista prima del lancio, l'amministratore delegato di Intuitive Machines Steve Altemus ha detto che spera che la NASA mantenga la mentalità del budget lunare anche se Odysseus dovesse schiantarsi.

“Questa è davvero l'unica via da seguire”, ha detto. “Questo è ciò che questo esperimento avrebbe dovuto fare.”

In passato, la NASA avrebbe costruito la propria navicella spaziale.

Prima che Neil Armstrong diventasse il primo uomo a mettere piede sulla Luna, la NASA inviò una serie di veicoli spaziali robotici dal Surveyor 1 al Surveyor 7 per testare le tecniche di atterraggio e studiare le proprietà del suolo lunare. Questi atterraggi robotici hanno dissipato le preoccupazioni che gli astronauti e i veicoli spaziali potessero affondare in uno spesso strato di polvere sottile sulla superficie della Luna.

READ  Sam Bankman-Fried condannato nel caso di frode crittografica FTX

Ma quando la NASA progetta e gestisce un veicolo spaziale, di solito cerca di massimizzare le sue possibilità di successo e i suoi progetti tendono ad essere costosi.

Gli sbarchi sulla Luna del programma Apollo del 1969-1972 divennero un precedente per un progetto grandioso che affrontava un problema insormontabile con un budget quasi illimitato – il proverbiale lancio sulla Luna – mentre CLPS cercava di sfruttare l’entusiasmo e l’ingegnosità degli imprenditori start-up.

L’ex alto ufficiale scientifico della NASA Thomas Zurbuchen, che ha lanciato il programma CLPS nel 2018, ha stimato che un lander lunare robotico progettato, costruito e gestito nel modo tradizionale della NASA costerebbe da 500 milioni a 1 miliardo di dollari, o almeno cinque volte lo spazio. Il denaro dell'agenzia è una macchina intuitiva.

La NASA ritiene che il capitalismo e la concorrenza – le aziende propongono approcci diversi – stimoleranno l’innovazione e porteranno a nuove capacità a costi inferiori.

Ma anche se riuscissero, queste aziende si trovano ad affrontare prospettive commerciali incerte che attraggono molti clienti oltre alla NASA e ad altre agenzie spaziali.

“Non è chiaro chi siano gli altri clienti”, ha detto la signora Christensen.

Intuitive Engines ha contratti per altre due missioni CLPS e ci si aspetta che altre società facciano i loro tentativi sulla Luna. Astrobotic Technology, con sede a Pittsburgh, ha lanciato una seconda missione per portare un rover robotico della NASA in una delle regioni oscure in cui potrebbe essere presente il ghiaccio. Firefly Aerospace, vicino ad Austin, in Texas, ha il suo lander Blue Coast quasi pronto, ma deve ancora annunciare una data di lancio.