Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Non ridere: i Boomer governano ancora il mondo – Per ora | Piccole imprese negli Stati Uniti

Non ridere: i Boomer governano ancora il mondo – Per ora |  Piccole imprese negli Stati Uniti

IO Paghi ancora per la TV via cavo, stampi i biglietti aerei, leggi il giornale e guardi Jeopardy. Sì, adoro la carta da parati del bagno e il tappeto della camera da letto. Sì, uso molto gli emoji. Lascio molti messaggi vocali. So che queste sono cose che fanno i baby boomer e so che i giovani le trovano divertenti. Per favore, non prendermi in giro, un giorno arriverà il tuo turno.

Tecnicamente non sono un boomer. Sono nato nel 1965, un anno dopo la scadenza ufficiale. Ma se parla come un boomer, scrive messaggi come un boomer e mette il condimento Thousand Island sulla sua insalata, è un boomer.

È difficile individuare un momento nella moderna società industriale in cui quattro generazioni di lavoratori condividessero lo stesso posto di lavoro: Millennial, Generazione Z, Baby Boomer e Generazione X, i quali avevano tutti esperienze e atteggiamenti molto diversi nei confronti della vita e del lavoro.

Al lavoro faccio cose che fanno solo i baby boomer, spesso con rabbia di chi è più giovane di me. Scrivo appunti su un taccuino invece che su un'app per prendere appunti e tengo un calendario manuale. Faccio telefonate invece di inviare e-mail. Lascio la mia scrivania e incontro clienti e potenziali clienti faccia a faccia invece che online.

Sono anche un grande sostenitore del lavoro almeno tre giorni alla settimana in un ufficio fisico e non credo che il lunedì e il venerdì dovrebbero essere giorni di lavoro automatico da casa. Mi arrabbio quando sento parlare di “rinunce silenziose” e “Tasso del caffè“—che entrano in ufficio per apparire e poi sparire—perché ho l'impressione che questo tipo di comportamento sia sconcertante non solo per un imprenditore come me, ma per chiunque voglia farsi strada nel mondo e guadagnarsi da vivere.

READ  Le azioni di Tesla diminuiscono con la consegna a causa di problemi di produzione a Shanghai; Centinaia di lavoratori del pilota automatico sono stati licenziati negli Stati Uniti

Come la maggior parte dei baby boomer, ho difficoltà a distinguere tra problemi di salute mentale legittimi e trovare scuse. Devo fare un lavoro migliore per comprendere i diversi punti di vista. Devo rendermi conto che quando cerco di comportarmi da giovane, sembro più vecchio e che i giovani mi prendono in giro anche per questo.

illusione. Basta andare online e troverai innumerevoli commenti Piace “Agli anziani piace parlare quando ci sono solo tre canali.” E quello Ai boomer “piace dare consigli finanziari” e “pensare che tutti siano eccessivamente sensibili”. giustizia.

La mia generazione viene costantemente ridicolizzata. Molto più di quanto merita. Ma ho un avvertimento per i miei amici più giovani: i Boomer continuano a governare praticamente il mondo.

Al mondo della pubblicità e ai media in generale piace pensare che le piccole imprese siano piene di persone belle e diverse tra i 20 e i 30 anni che gestiscono caffè sostenibili, innovativi, pionieristici e impressionanti, distillerie artigianali di bourbon e fattorie verticali.

Salta la precedente promozione della newsletter

Ma la realtà – secondo I dati del governo americano – è che più della metà (54%) delle imprese in questo paese sono di proprietà di persone di età superiore ai 50 anni – il 4% ha 70 anni o più. La maggior parte delle grandi aziende sono ancora per lo più gestite maschio E bianco. Sono i baby boomer. E a nessuno piace ammetterlo.

Questo ovviamente sta cambiando e questa è una cosa grandiosa. Ci sarà più diversità. Vedremo più volti neri e marroni e donne che gestiscono imprese. La ricchezza verrà trasferita. Un giorno, in un futuro non troppo lontano, le generazioni dei Millennial e della Gen Z prenderanno il posto che spetta loro come maggioranza dei leader aziendali e degli imprenditori.

E poi, state tranquilli, anche i più giovani si prenderanno gioco di loro.