Giugno 17, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché i dati sull’occupazione di maggio stanno complicando il quadro dell’inflazione per la Fed

Perché i dati sull’occupazione di maggio stanno complicando il quadro dell’inflazione per la Fed

I funzionari della Fed hanno segnalato che potrebbero mantenere i tassi di interesse stabili alla loro prossima riunione di giugno, fermandosi dopo una serie di 10 aumenti consecutivi dei tassi per valutare se i loro cambiamenti finora sono sufficienti per rallentare l’economia e combattere la rapida inflazione.

I banchieri centrali potrebbero rimanere sulla buona strada per questo approccio paziente anche dopo che i dati sui nuovi posti di lavoro pubblicati venerdì hanno mostrato una forte occupazione a maggio. Mentre i datori di lavoro stanno ancora aggiungendo lavoratori, altri aspetti del rapporto, tra cui un aumento della disoccupazione e il rallentamento degli aumenti salariali, hanno offuscato il segnale proveniente dai dati.

Gli investitori sembrano pensare che il complesso rapporto sull’occupazione potrebbe rendere più difficile la prossima decisione della Fed, ma non tanto da cambiare le regole del gioco. Wall Street Flessioni La probabilità di movimento dei prezzi questo mese dopo la pubblicazione del rapporto, basata sui prezzi dei mercati finanziari. Ma anche così, vedono ancora una possibilità su tre di aumento.

I funzionari della Federal Reserve hanno alzato bruscamente i tassi di interesse nell’ultimo anno e mezzo, mandandoli in un intervallo di dal 5 al 5,25%. A partire dal mese scorso, in netto aumento da quasi zero all’inizio del 2022. Dopo tutto questo aggiustamento, i responsabili politici si sono preparati a tenere a bada gli aumenti dei prezzi a ogni riunione. La pausa consentirà alle loro politiche più tempo per fare la loro parte, riducendo al contempo il rischio che i responsabili politici si spingano troppo oltre.

I funzionari vogliono un rallentamento della crescita economica, perché ritengono che sia necessaria una pausa per riportare l’inflazione sotto controllo. Ma allo stesso tempo, non vogliono distruggere l’economia e provocare una regressione più dolorosa di quanto sia necessario reagendo in modo eccessivo con la loro politica.

READ  Futures azionari piatti mentre il Nasdaq tenta di riprendersi dalla serie di sconfitte di 7 giorni

Diversi banchieri centrali hanno affermato o suggerito che potrebbero lasciare i tassi di interesse stabili non appena si incontreranno il 13-14 giugno, consentendo loro di valutare come l’economia risponderà sia ai cambiamenti nella loro politica sia dopo le recenti turbolenze bancarie.

Tassi di interesse più elevati raffreddano l’economia rendendo più costoso ottenere un mutuo per la casa o l’auto, ma richiedono tempo per avere il loro pieno effetto. Le aziende si stanno gradualmente allontanando dai piani di espansione e dalla riduzione dell’occupazione poiché gli elevati costi di indebitamento portano a enormi perdite. Ciò dovrebbe alla fine portare a una crescita salariale più debole e a un rallentamento dell’economia.

Questo è il motivo per cui i dati sul mercato del lavoro sono così importanti: è un referendum su quanto bene la politica ha raffreddato l’economia e suggerisce se è probabile che l’inflazione rallenti. I funzionari temevano che la rapida crescita dei salari potesse indurre le aziende a continuare ad aumentare rapidamente i prezzi mentre cercavano di evitare che l’aumento dei salari intaccasse i profitti.

I numeri di venerdì hanno fornito alcune prove che le politiche della Fed stanno funzionando come previsto. Il tasso di disoccupazione è salito al 3,7% dal 3,4% della lettura precedente e la crescita dei salari è leggermente rallentata.

Tuttavia, i datori di lavoro hanno aggiunto 339.000 posti di lavoro a maggio, molto più di quanto previsto dagli economisti e un rimbalzo rispetto al mese precedente. Ciò segue diversi mesi di rapidi guadagni di posti di lavoro.

Le prove contrastanti – sull’ammorbidimento da un lato e sulla resilienza dall’altro – sono dovute in parte al fatto che il rapporto sull’occupazione consiste in due diversi sondaggi, ognuno dei quali ha inviato un segnale diverso a maggio. Uno schermo diviso del mercato del lavoro potrebbe rendere più difficile il compito della Fed di capire come impostare la politica.

READ  I futures statunitensi hanno oscillato poiché l’inflazione è aumentata più del previsto

“Hanno una conversazione difficile davanti a loro a giugno”, ha detto Gennady Goldberg, analista dei prezzi di TD Securities.

Ma l’occupazione anormalmente forte da sola potrebbe non essere sufficiente a dissuadere i funzionari della Fed dal voler fare una pausa. Altri dettagli del rapporto – dall’orario di lavoro al tasso di disoccupazione – hanno confermato che l’economia si stava raffreddando, ha affermato Julia Coronado, fondatrice di MacroPolicy Perspectives.

I grandi guadagni sui salari, ha detto, “sono l’anomalia qui”. “Tutto il resto parla di un mercato del lavoro più fresco”.

Alcuni funzionari della Fed hanno affermato in precedenza che preferirebbero ritardare un rialzo dei tassi a giugno. Patrick T. Harker, presidente della Federal Reserve Bank di Filadelfia, detto questa settimana Era “sicuramente nel campo di pensare di saltare ulteriormente a questo incontro”.

Nel segno che una pausa potrebbe essere imminente, un funzionario chiave ha sottolineato questa settimana che l’annullamento degli aumenti dei tassi da parte della riunione non significherebbe che la Fed ha smesso del tutto di alzare i tassi.

“La decisione di mantenere il tasso di interesse stabile in una riunione imminente non dovrebbe essere interpretata nel senso che abbiamo raggiunto il tasso massimo per questo ciclo”, Philip Jefferson, il governatore della Fed che è stato scelto dal presidente Biden come vicepresidente dell’istituzione , si legge in una nota. lettera Mercoledì.

“In effetti, saltare un aumento dei tassi in una riunione imminente consentirebbe al comitato di vedere più dati prima di prendere decisioni su quanto sia stabile la politica aggiuntiva”, ha aggiunto Jefferson. Il vicepresidente della Fed è tradizionalmente una comunicazione importante per l’istituzione, la persona che trasmette come i funzionari chiave pensano al percorso politico da seguire.

READ  Levi Strauss, Lamb Weston, Ford, BlackBerry, Paramount, Hubspot, Block, ConAgra e altri promotori

I responsabili politici della Fed riceveranno ulteriori informazioni sull’economia prima che prenda una decisione politica: rapporto sull’inflazione CPI pronto per il rilascio quale giorno Il loro incontro inizia a giugno. Detto questo, e visti i messaggi contrastanti nel rapporto sui lavori, potrebbero evitare di rivedere i loro piani in modo troppo brusco.

“È solo uno strano, folle mix”, ha detto la signora Coronado dei numeri sull’occupazione.