Novembre 27, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché Jake Paul pensa che le vendite di PPV siano “in calo” a causa della lotta di Anderson Silva

Perché Jake Paul pensa che le vendite di PPV siano "in calo" a causa della lotta di Anderson Silva

Jake Paolo Non mi aspettavo di combattere con Anderson Silva Da fare in gran numero.

fare pipì Hai sconfitto una leggenda dell’UFC Con decisione unanime nell’incontro di boxe di sabato scorso alla Desert Diamond Arena di Glendale, in Arizona, ha anche segnato un ko all’ottavo round.

Ma la star di YouTube non pensa che i numeri pay-per-view lo rifletteranno accuratamente e spiegheranno perché.

“I pre-acquisti sono stati pazzi”, ha detto Paul. L’ultimo episodio di IMPAULSIVE. “Alto in alto in alto. E mercoledì, quando sono emerse notizie su Anderson ha detto che era fuori dal campo o altro, e la lotta era in pericolo, e tutta quella stampa è uscita e i pre-acquisti sono diminuiti lungo la strada. Il generale il pubblico lo vede e dice: “Oh, non sta succedendo”. Tommy (Fiori), Hashim (Rahman Jr.), ha detto: “Oh, Jake sta scherzando con Paul, non può organizzare un evento insieme. Questo è finita.’ Vendite di biglietti uccise. Boom, boom, boom, abbiamo ancora venduto i biglietti quel giorno. Tutto è andato a zero. …

“Penso che sarà probabilmente tra 200 e 300 mila, il che è una specie di inconveniente”.

Durante la settimana del combattimento sono emersi dettagli che Silva era uscito durante lo sparring la settimana prima del combattimento, cosa che “Spider” ha poi chiarito. perso nella traduzione. Paul ha anche detto che il tempismo del combattimento non era l’ideale, poiché ha condiviso lo stesso fine settimana con Halloween e importanti eventi sportivi.

“Halloween, i campionati del mondo, il calcio di domenica – questo è il periodo peggiore dell’anno per combattere”, ha detto Paul. “Ma indovina un po’: dovevo combattere. Tutti i miei combattimenti d’ora in poi saranno estivi. Nessuno sport. C’è un divario così perfetto a luglio, inizio agosto dove non c’è sport. E tra l’altro, tutti gli altri miei combattimenti sono stati durante il COVID quando non avevo nessuno niente da fare e niente da guardare… ho dovuto combattere quest’anno. Dovevo solo farlo. Sono stufo e stanco di aspettare”.

READ  La storia di March Madness è stata scritta quando Saint Peter ha sconvolto il Bordeaux, diventando la quindicesima testa di serie numero uno a giocare nell'Elite Eight