Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

SpaceX rivela nuovi dettagli sul terzo volo di prova della Starship

SpaceX rivela nuovi dettagli sul terzo volo di prova della Starship

SpaceX ha rivelato alcune nuove informazioni riguardanti il ​​terzo volo di prova del suo enorme razzo Starship.

Il volo, decollato da Starbase, Texas, ieri mattina alle 8:25, ora centrale, si è basato su precedenti voli di prova e ha raggiunto una serie di nuovi obiettivi.

Tutti i 33 motori del Raptor si accesero in sequenza sfalsata e, una volta accelerato, il razzo più grande del mondo decollò per la terza volta.

Tutti i 33 motori Raptor si bruciano (Credito: SpaceX)

Mentre la Starship saliva nei cieli del Texas meridionale, i 33 motori continuarono a funzionare nominalmente fino alla fase di separazione calda, con 30 motori Super Heavy che si spegnevano mentre la Starship accendeva i suoi 3 motori Raptor a livello del mare e i 3 motori a vuoto e continuava nello spazio.

Per la prima volta, il primo stadio Super Heavy, Booster 10, ha eseguito con successo un postcombustione di potenziamento e mirava ad atterrare direttamente a est della rampa di lancio nel Golfo del Messico. Secondo i dati mostrati nel webcast, il missile ha raggiunto una velocità massima di 5.750 chilometri orari e un'altitudine di 106 chilometri.

Super Heavy esegue una combustione di fondo potenziata mentre la navicella spaziale si dirige verso la portata inferiore (Credito: SpaceX)

A differenza del Falcon 9, il Super Heavy è così grande che non ha bisogno di eseguire un'accensione di ingresso, ma in uno degli ultimi dati disponibili sul webcast, è stato mostrato che il booster ha tentato di avviare un'accensione di atterraggio ad una velocità dislivello di circa 1 chilometro con solo 3 motori accesi e 2 che si spengono quasi subito dopo.

READ  Gli astrofisici dicono che "l'intelligenza planetaria" esiste... ma la Terra non ha intelligenza

SpaceX da allora ha confermato che il Booster 10 ha subito uno smontaggio rapido e non programmato a soli 462 metri sopra la superficie dell'acqua, e che ciò che restava del booster probabilmente ha colpito l'acqua quasi alla velocità del suono.

Mentre il Booster 10 stava affrontando il suo destino nel Golfo del Messico dopo una prestazione straordinaria, la Nave 28 continuò a bruciare tutti e sei i suoi motori Raptor e completò la sua prima combustione di durata completa, inserendosi nella sua corretta traiettoria suborbitale.

La navicella spaziale immediatamente dopo lo spegnimento del Raptor (Credito SpaceX)

Quindi la nave 28 iniziò la fase di coasting e iniziò una serie di test. Alla porta del vano di carico, nota anche come porta Pez, progettata per espellere eventualmente i satelliti Starlink a grandezza naturale, è stato ordinato di aprirsi per la prima volta 12 minuti dopo l'inizio del volo. SpaceX non ha ancora confermato se è stata in grado di aprire/chiudere completamente la porta. Alle 30:18 dell'inizio della missione, la porta sembra essersi spostata nella stiva di carico e non abbiamo più alcuna visuale dal vivo all'interno della nave.

La missione successiva era quella di riaccendere il primo motore Raptor mai realizzato nello spazio, ma a causa della velocità di rotazione del veicolo, SpaceX ha deciso di posticiparlo fino a un volo futuro.

La nave 28 iniziò quindi ad entrare nell'atmosfera, ma sembra che sia andata fuori controllo in parte a causa della rotazione e alla fine iniziò a formare plasma. Solo la metà dello scudo termico era esposta, il resto era fatto di acciaio inossidabile, sopportando il peso maggiore delle forze di ritorno.

READ  Vincere un premio Nobel può conferire uno sfortunato effetto collaterale: ScienceAlert

La nave 28 inizia il rientro nell'atmosfera (Credito SpaceX)

Grazie ai terminali Starlink a bordo, SpaceX è stata in grado di fornire splendide viste dal vivo da una telecamera su uno dei pannelli dell'astronave. Il plasma è iniziato come un debole bagliore rosa prima di crescere rapidamente e avvolgere l'auto mantenendo una buona connessione dati che prima non era possibile.

Nel complesso, SpaceX ha fatto molti grandi progressi in questo terzo volo di prova e cercherà di completare tutti questi progressi nel quarto volo di prova, incluso l'atterraggio regolare del booster Super Heavy e il rientro riuscito attraverso l'atmosfera dell'astronave.

Quando pensi che avrà luogo il quarto volo di prova e verranno risolti i problemi incontrati durante il volo 3?

Domande o commenti? Inviami un'e-mail a rangle@teslarati.com o twittami @RDAnglePhoto.