Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Uccide una grande orca bianca in meno di due minuti e si nutre del suo fegato

Uccide una grande orca bianca in meno di due minuti e si nutre del suo fegato

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l'universo con notizie di scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Una coppia di orche assassine che lavorano in concerto uccidono grandi squali bianchi lungo la costa del Sud Africa almeno dal 2017, saccheggiando i fegati ricchi di sostanze nutritive degli squali e smaltendo il resto.

Gli scienziati stanno cercando di capire quale approccio di caccia abbia funzionato Muovilo Via gli squali Da alcune parti della costa intorno a Città del Capo, la ricerca ha ora rivelato un nuovo sorprendente sviluppo nel comportamento che potrebbe fornire indizi su cosa ciò potrebbe significare per il più ampio ecosistema marino.

Gli scienziati hanno assistito a uno dei cacciatoriun'orca maschio conosciuta come Starboard, l'anno scorso ha ucciso da solo un giovane squalo bianco di 2,5 metri in un arco di tempo di due minuti.

“Nel corso di due decenni di visite annuali in Sud Africa, ho osservato il profondo impatto che queste orche stanno avendo sulla popolazione locale di squali bianchi”, ha affermato il dottor Primo Micarelli, biologo marino presso il Centro Italiano Studi sugli Squali e l'Università di Siena, che era a bordo di una delle due navi che li osservarono.I ricercatori raccontano l'attacco: “Vedere Starboard trasportare il fegato di uno squalo bianco attraverso la nostra nave è indimenticabile.”

“Nonostante il mio orrore per questi predatori, sono sempre più preoccupato per l'equilibrio dell'ambiente marino costiero”, ha affermato Micarelli in una nota.

Non è raro che le orche assassine, che sono animali molto intelligenti e sociali, cacciano individualmente animali di grandi dimensioni. Tuttavia, è il primo incidente del genere che coinvolge uno dei più grandi predatori del mondo, il grande squalo bianco, segnalato dai ricercatori nel 2019. Studio pubblicato venerdì Nel giornale africano di scienze marine.

READ  La navicella spaziale Lucy della NASA completa con successo il suo primo sorvolo dell'asteroide "Dinki"

L'autrice principale Alison Towner, ricercatrice di dottorato presso l'Università di Harvard, ha affermato che l'uccisione di un bordo di dritta contraddice il comportamento di caccia cooperativa ampiamente osservato tra le orche assassine, che possono circondare grandi prede, come leoni marini, foche e squali, e usare la loro intelligenza e forza combinate. per attaccare. Università di Rodi.

Secondo lo studio, gli attacchi precedentemente osservati contro i grandi bianchi hanno coinvolto da due a sei orche ed sono durati fino a due ore.

“Questo avvistamento ha rivelato prove di caccia solitaria da parte di almeno un'orca assassina, sfidando i tradizionali comportamenti di caccia cooperativa”, ha detto in un recente studio Towner, che ha studiato i grandi squali bianchi per 17 anni e ha identificato i loro schemi di movimento attraverso l'etichettatura. regione. dichiarazione.

“Si tratta di intuizioni rivoluzionarie sul comportamento predatorio di questa specie”, ha affermato. “La presenza di queste orche cacciatrici di squali è probabilmente legata a dinamiche più ampie dell'ecosistema. I rapidi sviluppi di questo fenomeno rendono difficile per la scienza tenere il passo.”

Port e tribordo

L’evento descritto nello studio si è verificato il 18 giugno 2023, 800 metri (875 iarde) al largo vicino a Seal Island vicino a Mossel Bay – circa 400 chilometri (250 miglia) a est di Città del Capo – dove persone su due navi stavano osservando le balene. . .

Meno di un'ora dopo l'arrivo, uno squalo emerse vicino alla superficie e ricercatori, turisti e altre persone a bordo della nave lo osservarono mentre afferrava la pinna pettorale sinistra dello squalo e “spingeva in avanti lo squalo diverse volte prima di sventrarlo” in meno di due ore. ore. Minuti, dice lo studio.

Successivamente, secondo lo studio, la Starboard è stata fotografata da una delle navi con un “pezzo di fegato color pesca insanguinato” in bocca. Bort, il compagno maschio di Starboard, è stato osservato a circa 100 metri (328 piedi) di distanza mentre aveva luogo l'omicidio e non è intervenuto.

Christian Stopforth/Drone Fanatics SA

Una seconda carcassa di grande squalo bianco è stata portata a riva a giugno vicino a Hartenbos, in Sud Africa.

Il duo è un favore Uno degli autori dello studio è stato coinvolto per molti anni nella caccia e nell'uccisione dei grandi squali bianchi. Le pinne dorsali delle orche si curvano in direzioni opposte, da cui i loro nomi.

I due percorrono lunghe distanze lungo la costa orientale del Sud Africa fino alla Namibia. I ricercatori sospettano di aver iniziato prima con un grande targeting Bianco nel 2015. È stato solo nel 2022 che sono state scattate per la prima volta foto aeree di orche che uccidevano un grande squalo bianco, ha detto Towner.

Towner ha dichiarato: “Sebbene non abbiamo prove concrete su motivazioni specifiche, l’arrivo della coppia di orche potrebbe essere collegato a cambiamenti più ampi nell’ecosistema”. “È chiaro che le attività umane, come il cambiamento climatico e la pesca industriale, stanno avendo un impatto sui nostri oceani. Per comprendere appieno queste dinamiche, sono necessari più ricerca e finanziamenti.

“Ci sono ancora molte domande senza risposta su queste orche cacciatrici di squali e sulla loro provenienza”.

Le orche stanno spaventando un gran numero di squali bianchi, ma i ricercatori non sanno dove si stanno dirigendo gli squali. “Mentre si muovono, potrebbero finire per interferire con la pesca commerciale pesante”, ha aggiunto Towner.

L'odore distinto del fegato di squalo nell'aria e dei gabbiani che si tuffano verso un punto a pelo d'acqua, oltre alla carcassa di un secondo squalo. Il pesce di 3,55 metri scoperto nelle vicinanze ha portato gli spettatori a credere che un altro grande bianco potrebbe essere stato ucciso prima dell'arrivo delle barche quel giorno, hanno detto i ricercatori.

Secondo lo studio, l’uccisione da parte di orche solitarie potrebbe essere possibile a causa delle piccole dimensioni delle prede, come la grande balena beluga. Ha una lunghezza massima di 6,5 metri (21,3 piedi) e una massa di 2,5 tonnellate.

Lo studio suggerisce che la velocità dell'attacco potrebbe riflettere l'abilità e l'efficienza della dritta come predatore, che potrebbe essere una risposta allo stress di trascorrere del tempo a cacciare vicino alle spiagge in aree in cui gli esseri umani sono abbondanti.

“Non possiamo ipotizzare che questa orca assassina sia diventata più sofisticata, ma il rapido lasso di tempo in cui lo squalo è stato ucciso dimostra un'abilità ed efficienza incredibili”, ha detto Towner via e-mail.

I fegati dei grandi animali bianchi sono organi massicci, che rappresentano circa un terzo della loro massa corporea. Secondo lo studio, ad alto contenuto di grassi, le orche scartano il resto della carcassa, un comportamento alimentare selettivo noto tra altri carnivori, come le foche comuni, gli orsi bruni e i lupi.

“Le osservazioni qui aggiungono ulteriori strati all’affascinante storia di queste due orche assassine e alle loro capacità”, ha affermato il dottor Simon Elwin, direttore fondatore e scienziato principale presso Sea Search Research & Conservation e ricercatore presso l’Università di Stellenbosch in Sud Africa. un permesso.

“In quanto predatori intelligenti, le orche assassine possono apprendere rapidamente nuove tecniche di caccia da sole o da altri, quindi osservare e comprendere i comportamenti usati qui e in altre orche in Sud Africa è una parte importante per aiutarci a capire di più su questi animali”, ha aggiunto Elwin, che non era coinvolto nello studio, era alla ricerca.