Maggio 26, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un attacco iraniano a Israele potrebbe essere dannoso per la guerra della Russia in Ucraina

Un attacco iraniano a Israele potrebbe essere dannoso per la guerra della Russia in Ucraina

Il presidente russo Vladimir Putin e il presidente iraniano Ebrahim Raisi si incontrano a Teheran, in Iran, nel luglio 2022.
Sergei Savostyanov/AFP/Getty Images

  • Un attacco iraniano a Israele potrebbe influenzare la guerra della Russia in Ucraina.
  • L’Iran è un importante fornitore di armi e partner economico della Russia.
  • È anche possibile che un conflitto più ampio in Medio Oriente possa rafforzare l’influenza regionale della Cina a scapito della Russia.

L’attacco iraniano contro Israele di sabato è negativo non solo per il Medio Oriente ma anche per la guerra della Russia in Ucraina, poiché emergono nuove linee di faglia tra Mosca e Teheran.

Michelle Greset, ricercatrice politica senior presso Rand, Un centro di ricerca americano ha descritto in un commento come un conflitto più ampio in Medio Oriente potrebbe influenzare la Russia. Il commento è stato pubblicato per la prima volta su interesse nazionale Thursday Magazine – Alcuni giorni prima che l'Iran lanciasse più di 300 droni e missili contro Israele sabato.

L'articolo di Gherisi è arrivato in seguito all'attacco all'ambasciata iraniana a Damasco, in Siria, il 1° aprile. Israele non ha rivendicato l’attacco, ma l’Iran lo ha ritenuto responsabile e ha promesso vendetta.

“Sebbene Mosca stia probabilmente beneficiando del caos in Medio Oriente – distogliendo l’attenzione e le risorse dell’Occidente dall’Ucraina – ha molto da perdere se il conflitto tra Israele e Hamas si trasformasse in una guerra più ampia”, ha scritto Greset.

La Russia lavora da anni per affermarsi come attore militare e diplomatico in Medio Oriente.

READ  Il Giappone fa riferimento a un ritorno al nucleare per stabilizzare gli approvvigionamenti energetici

Greset ha scritto che Mosca ha beneficiato dell’instabilità in Siria Libia Per imporsi come garante della sicurezza regionale, ma l’escalation del conflitto in Medio Oriente non avrà lo stesso effetto.

Ciò è in parte dovuto al fatto che Mosca è preoccupata per la guerra in Ucraina, ha scritto. Anche la partnership tra Russia e Iran si è approfondita negli ultimi due anni, poiché l’economia russa, soggetta a pesanti sanzioni, è diventata sempre più isolata.

L’Iran è ora considerato un importante fornitore militare della Russia. “Iraniano”Flotta fantasmaHa anche trasportato il petrolio russo in tutto il mondo dall’inizio della guerra in Ucraina, mantenendo il flusso delle entrate petrolifere verso Mosca.

Ma se l’Iran venisse coinvolto in un conflitto più ampio, non sarebbe in grado di fornire lo stesso livello di sostegno alla Russia.

“Un conflitto regionale più ampio, soprattutto se coinvolgesse un conflitto diretto tra Israele e Iran, limiterebbe la capacità dell’Iran di continuare a fungere da fornitore militare per la Russia”, ha scritto Greset.

Ha aggiunto: “Teheran potrebbe richiedere maggiore sostegno quando la capacità della Russia di fornirlo sarà limitata”.

IL Paesi del G7 Stanno già valutando la possibilità di imporre ulteriori sanzioni all’Iran in seguito al suo attacco a Israele, cosa che potrebbe accadere Si estende alla Russia.

“Prenderemo in considerazione l'imposizione di ulteriori sanzioni all'Iran in stretta collaborazione con i nostri partner, in particolare in relazione ai suoi programmi di droni e missili”, ha dichiarato domenica la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Un conflitto più ampio in Medio Oriente potrebbe rafforzare l’influenza della Cina nella regione a spese di Mosca

Sebbene la Russia sia preoccupata per la guerra in Ucraina, il presidente Vladimir Putin è comunque riuscito a posizionarsi come potenziale intermediario di potere in Medio Oriente nel contesto della guerra tra Israele e Hamas.

READ  Un passeggero è stato arrestato per aver urinato su un volo American Airlines da JFK a Delhi

Ma il piano di Putin potrebbe fallire se la guerra si estendesse a un’area regionale, dato che anche Pechino è in lizza per svolgere il ruolo di pacificatore.

“La Russia sarà particolarmente sensibile ai tentativi cinesi di invadere la sua influenza in Medio Oriente”, ha scritto Greset nel suo commento.

Ciò è particolarmente vero dal momento che Pechino è riuscita a ottenere risultati nel marzo dello scorso anno, mediando una distensione tra Arabia Saudita e Iran, come ha osservato Grisset.

Dal momento che l’economia russa, pesantemente sanzionata, è già dipendente dalla Cina, sarà più vulnerabile ai capricci di Pechino se Mosca non riuscirà ad aggrapparsi all’influenza globale di cui ancora gode.

In una dichiarazione di domenica, Ministero degli Affari Esteri russo Ha espresso la sua “profonda preoccupazione” per quella che ha definito “un'altra pericolosa escalation” nella regione.

Il ministero degli Esteri russo ha invitato alla moderazione e ha affermato che si aspetta che i paesi della regione “risolvano i problemi esistenti attraverso mezzi politici e diplomatici”.