Giugno 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un funzionario della NATO chiede un commento sull’abbandono del territorio da parte dell’Ucraina per l’adesione

Un funzionario della NATO chiede un commento sull’abbandono del territorio da parte dell’Ucraina per l’adesione
  • Stian Jensen, direttore dell’ufficio privato del Segretario generale della NATO, è stato criticato per i commenti durante una tavola rotonda martedì.
  • Successivamente, Jensen ha detto a VG Norway che la sua scelta delle parole è stata un errore.

Stian Jensen (a sinistra), direttore dell’Ufficio speciale del Segretario generale della NATO, parla con il vice segretario generale della NATO Mircea Geoanna durante la riunione informale dei ministri degli Esteri della NATO il 15 maggio 2022 a Berlino, Germania.

XanderHeinel | fototico | Immagini Getty

Il funzionario della NATO Stian Jensen ha detto mercoledì che i commenti che ha fatto il giorno prima sulla cessione del territorio da parte dell’Ucraina per ottenere l’adesione all’alleanza militare sono stati un “errore”.

“Penso che la soluzione potrebbe essere che l’Ucraina rinunci al suo territorio e ottenga in cambio l’adesione alla NATO”, ha detto Jensen durante una tavola rotonda ad Arendal, in Norvegia, secondo quanto riportato dal quotidiano norvegese VG. menzionato Martedì. Ha anche affermato che spetta all’Ucraina decidere quando e in quali condizioni negoziare.

Dillo a VG in un follow-up colloquio Mer: “La mia dichiarazione su questo faceva parte di una discussione più ampia sui possibili scenari futuri in Ucraina, e non avrei dovuto dirlo in questo modo. È stato un errore”.

Un addetto stampa della NATO ha indirizzato la CNBC al nuovo articolo di VG quando gli è stato chiesto di una dichiarazione di Jensen, che è direttore dell’Ufficio speciale del Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg.

Il commento iniziale ha causato scalpore a Kiev. Le sue parole sembrano essere state criticate sui social media dal consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak, che ha definito “ridicolo” il concetto di cessione del territorio all’adesione alla NATO.

READ  Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU emette una risoluzione per chiedere il cessate il fuoco a Gaza

Fare ciò, ha aggiunto Podolyak, significherebbe “scegliere deliberatamente di sconfiggere la democrazia, incoraggiare un criminale globale, preservare l’ordine russo, distruggere il diritto internazionale e tramandare la guerra ad altre generazioni”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e altri funzionari hanno ripetutamente affermato che l’Ucraina non è disposta a rinunciare a nessuno dei suoi territori per raggiungere un accordo di pace.

Nell’intervista di mercoledì, Jensen ha affermato di aver sempre sottolineato che qualsiasi decisione spetta interamente all’Ucraina.

Ha anche affermato che la cosa più importante è continuare a sostenere l’Ucraina con il suo contrattacco.

“Molti hanno commentato che sta andando un po’ più piano di quanto sperato. A questo voglio aggiungere ancora un seme di ottimismo, come ho detto anche al dibattito di Arendal. Bisogna ricordare che quando è scoppiata la guerra c’era la preoccupazione che L’Ucraina potrebbe crollare in poche settimane e giorni.

“Non è mai successo. Hanno mostrato uno sforzo eroico contro una potenza superiore. Il problema ora è quanto territorio può riconquistare l’Ucraina”, ha detto.

Kiev ha presentato domanda di adesione esplicita alla NATO nel settembre 2022. Alleati della NATO nel 2023 inserzionista Impegno per l’eventuale adesione dell’Ucraina a determinate condizioni, tra cui “riforme del settore della democrazia e della sicurezza”.