Giugno 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un gruppo anti-Cremlino coinvolto in un’incursione al confine guidata da neonazisti

Un gruppo anti-Cremlino coinvolto in un’incursione al confine guidata da neonazisti

Un gruppo di combattenti alleati ucraini, che all’inizio di questa settimana sono stati coinvolti nei più feroci combattimenti all’interno dei confini russi dall’invasione, mercoledì hanno riunito la stampa estera e nazionale in un luogo segreto per festeggiare, schernire il Cremlino e mostrare cosa è successo. Li chiamavano “trofei militari” dalla loro incursione nella loro terra natale: la Russia.

Il loro leader, Denis Kapustin, era orgoglioso che la sua forza di russi anti-Putin a un certo punto controllasse 42 chilometri quadrati, o 16 miglia quadrate, di territorio russo.

Disse: “Voglio dimostrare che è possibile combattere un tiranno”. Il potere di Putin non è illimitato, i servizi di sicurezza possono sconfiggere, controllare e torturare gli indifesi. Ma non appena incontrano una completa resistenza armata, fuggono.

Era la retorica di un combattente per la libertà dissidente, ma c’era una nota stridente che risaltava come una toppa neonazista del Sole Nero sull’uniforme di un soldato: Mr. Kapustin e membri di spicco del gruppo armato che guida, il Corpo dei Volontari Russi, sposare apertamente opinioni di estrema destra. Infatti, funzionari tedeschi e gruppi umanitari, Compresa l’Anti-Defamation Leagueha identificato Kapustin come un neonazista.

Il signor Kapustin, che ha usato a lungo l’alias Denis Nikitin ma di solito usa il suo nominativo militare, White Rex, è un cittadino russo che si è trasferito in Germania all’inizio degli anni 2000. Si unì a un gruppo di violenti tifosi di calcio e in seguito divenne “uno degli attivisti più influenti” nell’A.J Un gruppo scissionista neonazista nella scena delle arti marziali misteLo hanno detto funzionari dello stato tedesco del Nord Reno-Westfalia.

Secondo quanto riferito, era il signor Kapustin vietato Gli è stato impedito di entrare nell’area Schengen europea di 27 paesi senza visto, ma ha detto solo che la Germania aveva revocato il suo permesso di soggiorno.

Il fatto che il gruppo abbia attirato l’attenzione per le sue operazioni e ravvivato la copertura dei legami del gruppo con i neonazisti è uno sviluppo imbarazzante per il governo ucraino, soprattutto da quando il presidente russo Vladimir Putin ha giustificato la sua invasione con la falsa affermazione di combattere i neonazisti. I nazisti lo resero un soggetto abituale della propaganda del Cremlino.

READ  Disagi della Singapore Airlines: l'ospedale afferma che più di 20 persone ferite durante il volo riportano lesioni alla colonna vertebrale

La maggior parte dei gruppi anti-russi nutre ambizioni politiche di vecchia data di tornare a casa e rovesciare i governi russo e bielorusso.

“Le forze volontarie russe stanno entrando e distruggendo l’attuale governo – questo è l’unico modo”, ha detto Kapustin all’inizio di quest’anno. “Non puoi convincere un tiranno ad andarsene, e qualsiasi altro potere sarà visto come un invasore.”

Membri della Free Russia Legion e del Russian Volunteer Corps posano per i giornalisti questa settimana in una conferenza stampa nel nord dell’Ucraina.credito…Finbarr O’Reilly per il New York Times

In effetti, i gruppi di estrema destra in Ucraina costituiscono una piccola minoranza e l’Ucraina ha negato qualsiasi coinvolgimento nella Legione Volontaria Russa o qualsiasi ruolo nei combattimenti sul lato russo del confine. Ma il signor Kapustin ha detto che il suo gruppo “ha sicuramente ricevuto molto incoraggiamento” dalle autorità ucraine.

Alcuni membri dell’estrema destra russa hanno da tempo infastidito Putin, in particolare a causa della sua prigionia di molti nazionalisti, nonché delle sue politiche sull’immigrazione e di ciò che vedono come concessione di troppo potere a minoranze come l’etnia cecena. Dalla Rivoluzione Maidan del 2014 e dall’inizio della guerra tra l’Ucraina e i separatisti sostenuti dalla Russia nella regione orientale del Donbass, molti di loro si sono stabiliti in Ucraina e ora stanno combattendo dalla parte del loro stato di adozione.

Il Russian Volunteer Corps, noto anche con le iniziali russe RDK, è stato uno dei due gruppi di combattenti anti-russi che lunedì hanno lanciato un’offensiva transfrontaliera nella regione meridionale di Belgorod, in Russia, ingaggiando le forze nemiche in due giorni di schermaglie.

I gruppi affermano che lo scopo delle incursioni è costringere Mosca a ridistribuire i soldati dalle regioni occupate dell’Ucraina per difendere i suoi confini e ad espandere le sue difese prima del previsto contrattacco ucraino, un obiettivo che si allinea con gli obiettivi più ampi dell’esercito ucraino.

READ  Il fondatore del miliardario Paul Mitchell sta investendo in barriere coralline artificiali

Il Corpo dei volontari russi ha anche rivendicato la responsabilità di due incidenti nella regione di confine russa di Bryansk a marzo e aprile.

Il secondo gruppo era la Free Russia Legion, che opera sotto l’egida della Legione internazionale ucraina, una forza che comprende volontari americani e britannici, oltre a bielorussi, georgiani e altri. È supervisionato dalle forze armate dell’Ucraina e comandato da ufficiali ucraini.

Alla conferenza stampa di mercoledì, Kapustin ha confermato che il suo gruppo non era sotto il controllo dell’esercito ucraino, ma ha detto che l’esercito augurava “buona fortuna” ai combattenti. Ha detto che non c’era “nient’altro che incoraggiamento” da parte ucraina.

“Tutto ciò che facciamo, ogni decisione che prendiamo, al di fuori dei confini dello stato, è una nostra decisione su ciò che facciamo. Ovviamente, possiamo chiedere ai nostri compagni e amici di aiutarli a pianificare”. “Direbbero ‘sì, no’ e questo è il tipo di incoraggiamento, l’aiuto di cui parlavo”. Questa affermazione non può essere verificata in modo indipendente.

Andriy Chernyak, un rappresentante dell’intelligence militare ucraina, ha difeso la volontà di Kiev di consentire al gruppo di combattere per suo conto.

“L’Ucraina sostiene decisamente tutti coloro che sono pronti a combattere il regime di Putin”, ha detto, aggiungendo: “Le persone sono venute in Ucraina e hanno detto che volevano aiutarci a combattere il regime di Putin, quindi ovviamente glielo abbiamo permesso, come molte altre persone provenienti da paesi stranieri .”

L’Ucraina ha descritto le incursioni come una “crisi interna russa” dato che i membri del gruppo sono essi stessi russi.

Alcuni analisti hanno negato l’importanza dell’RDK come forza combattente anche se avvertono dei pericoli che rappresentano. Michael Colburn, un ricercatore di Bellingcat che si occupa dell’estrema destra internazionale, ha affermato di essere riluttante persino a chiamare il Corpo dei volontari russi un’unità militare.

“È proprio un gruppo di estrema destra di neonazisti in esilio che sta facendo queste incursioni nel territorio controllato dalla Russia che sembra più preoccupato di creare contenuti sui social media che di qualsiasi altra cosa”, ha detto Colburn.

READ  Il voto dell'Alberta metterà alla prova la politica di estrema destra alla maniera americana
“L’Ucraina sostiene decisamente tutti coloro che sono pronti a combattere il regime di Putin”, ha detto Andrei Chernyak, un rappresentante dell’intelligence militare ucraina.credito…Finbarr O’Reilly per il New York Times

Alcuni degli altri membri dell’RDK fotografati durante il raid al confine hanno apertamente abbracciato le opinioni neonaziste. I servizi di sicurezza ucraini hanno arrestato un uomo di nome Aleksandr Skachkov nel 2020 per aver venduto una traduzione russa di un manifesto della supremazia bianca dell’assassino di Christchurch, in Nuova Zelanda, che ha ucciso 51 fedeli della moschea nel 2019. Il signor Skachkov è stato rilasciato su cauzione dopo aver trascorso un mese in prigione .

Un altro membro, Aleksey Levkin, che ha realizzato un video selfie indossando un badge RDK, è il fondatore di un gruppo chiamato woutangogend che è iniziato in Russia ma successivamente si è trasferito in Ucraina. Mr. Levkin organizza anche il National Socialist Black Metal Festival, iniziato a Mosca nel 2012 ma tenutosi a Kiev dal 2014 al 2019.

Le immagini pubblicate online dai militanti all’inizio di questa settimana li hanno mostrati in piedi di fronte all’equipaggiamento russo catturato, alcuni indossavano toppe e attrezzature in stile nazista. Una patch raffigura un membro mascherato del Ku Klux Klan.

Colburn ha affermato che le immagini di Kapustin e dei suoi combattenti potrebbero danneggiare la difesa dell’Ucraina rendendo gli alleati diffidenti sul fatto che potrebbero sostenere gruppi armati di estrema destra.

Ha detto: “Temo che qualcosa del genere possa ritorcersi contro l’Ucraina perché queste non sono persone misteriose”. “Queste non sono persone senza volto e non stanno aiutando l’Ucraina in alcun senso pratico”.

Il signor Kapustin, che parla fluentemente inglese e tedesco oltre a parlare russo, ha detto ai giornalisti che non pensava che chiamarlo “alt-right” fosse un'”accusa”.

Disse: “Non abbiamo mai nascosto le nostre opinioni”. “Siamo un’organizzazione di destra, conservatrice, militarista e quasi politica”, ha detto.

Thomas Gibbons NeffE Andrew E. Kramer E Oleg Matsnev Contribuire alla redazione dei report.